The Irish National Liberation Army (INLA)

esercito nazionale irlandese di liberazione inla
Un murale su Springfield Road, Belfast, in onore del fondatore di INLA Seamus Costello

A dicembre 1974, un piccolo gruppo di socialisti militanti si separò con Sinn Fein e il IRA ufficiale. A guidare questo gruppo di fuga c'era Seamus Costello, un ex comandante che era stato espulso dall'Ira ufficiale all'inizio dell'anno. Costello ei suoi sostenitori erano critici espliciti della leadership ufficiale dell'IRA e, in particolare, della loro approvazione del cessate il fuoco del maggio 1972. I radicali di Costello speravano di stare a cavallo delle politiche dell'IRA ufficiale e dei "Provos", combinando attivismo politico e socialismo con l'azione paramilitare. Sotto la guida di Costello, il gruppo formò un nuovo partito politico chiamato Irish Republican Socialist Party (IRSP). In tal modo hanno rivendicato una linea diretta dal leader di Easter Rising James Connolly e dal suo partito politico di breve durata, chiamato anche IRSP. Un incontro segreto tenuto lo stesso giorno ha formato l'Esercito irlandese di liberazione nazionale (INLA), l'ala armata dell'IRSP.

Nel suo primo anno, il dirigente dell'IRSP includeva l'ex deputato nazionalista Bernadette Devlin, allora conosciuta come Bernadette Devlin-McAliskey. Nonostante l'alto profilo di Devlin-McAliskey, l'IRSP non è riuscito ad attrarre molto sostegno pubblico. Aveva membri eletti a due seggi del Consiglio comunale di Belfast, ma il ritorno al voto nelle elezioni della Repubblica d'Irlanda era triste. Il braccio paramilitare del gruppo ha avuto un impatto maggiore. L'obiettivo dichiarato dell'INLA era l'espulsione degli inglesi dall'Irlanda del Nord e la creazione di un'Irlanda unificata e socialista. I leader INLA hanno tratto ispirazione e si sono allineati con altri rivoluzionari, come il rivoluzionario cubano Fidel Castro e le Black Panthers, un gruppo socialista afroamericano.

L'INLA era molto più piccola della IRA provvisorio, al suo apice con non più di 150 membri. Nonostante ciò, il gruppo era strettamente disciplinato e piuttosto distruttivo. La campagna militare dell'INLA alla fine degli anni '1970 e '1980 ha provocato dozzine di vite, inclusi 48 soldati britannici o poliziotti della RUC. L'INLA ha impiegato tattiche simili all'IRA provvisoria: attentati, assassinii, incursioni con armi da fuoco e attacchi di cecchini. La sua vittima più significativa fu il politico conservatore britannico Airey Neave, ex ufficiale militare e consigliere del futuro primo ministro Margaret Thatcher. Nel marzo 1979 i volontari dell'INLA piantarono una trappola esplosiva magnetica sotto l'auto di Neave, che era parcheggiata vicino al Parlamento. La bomba è esplosa mentre Neave partiva, ferendolo a morte.

L'INLA ha effettuato il suo attacco più mortale nel dicembre 1982, bombardando il pub Droppin Well a Ballykelly, nella contea di Londonderry. Il Pozzo Droppin era un popolare luogo di abbeveraggio per i soldati di una vicina base dell'esercito britannico, ma era frequentato anche da civili di Ballykelly. L'esplosione ha fatto crollare l'edificio e 17 persone sono rimaste uccise. Undici dei morti erano soldati e sei civili, cinque dei quali donne. L'INLA è stata responsabile della morte di quasi 40 civili durante i Troubles, la maggior parte coinvolti nel fuoco incrociato o scambiati per obiettivi militari. L'INLA è stata anche politicamente attiva durante il 1981 scioperi della fame in prigione; tre volontari INLA (Kevin Lynch, Patsy O'Hara e Mickey Devine) erano tra i dieci prigionieri repubblicani che morirono di fame.

Faide interne

ira ufficiale
Un memoriale per quattro volontari INLA, tre dei quali sono stati uccisi dall'IPLO

L'INLA si è anche impegnata a condurre faide con altri gruppi repubblicani. L'IRA ufficiale considerava l'INLA una forza destabilizzante e ha tentato di spazzarlo via a metà degli anni '1970. La faida ufficiale IRA-INLA ha causato cinque vite nel solo 1975. Nel 1977 il leader dell'INLA Seamus Costello fu ucciso a colpi di arma da fuoco a Dublino da un volontario ufficiale dell'IRA. La morte di Costello e l'omicidio o l'arresto di altri leader indebolirono l'INLA. All'inizio degli anni '1980, il gruppo si era diviso in fazioni, i suoi interessi divisi tra Belfast e Dublino. Nel 1986, un gruppo di ex membri dell'INLA scontenti e con una mentalità criminale formò un gruppo rivale chiamato Irish People's Liberation Organization (IPLO). Impegnandosi a sradicare e sostituire l'INLA, l'IPLO ha assassinato diverse figure significative dell'INLA. I due gruppi entrarono in guerra e nel 1987 la faida INLA-IPLO provocò almeno 11 vittime. Nel 1992 l'IPLO fu spazzato via dalla Provisional IRA, che si era preoccupata per il traffico di droga dell'IPLO a Belfast.

L'INLA è sopravvissuta fino agli anni '1990, anche se è stata indebolita da arresti, divisioni interne e uccisioni intestine. Nel 1994 il comandante dell'INLA Dominic McGlinchey è stato assassinato in una faida interna, che ha scatenato una serie di omicidi tit per tat. I leader dell'INLA erano critici nei confronti dell'IRA provvisoria 1994 cessate il fuoco ma stavo attento a rispettarlo, per paura di ritorsioni dai Provos. L'INLA si è opposta al processo di pace e all'accordo del Venerdì Santo, impegnandosi a mantenere la loro lotta armata. I volontari INLA sono stati responsabili dell'assassinio del leader paramilitare lealista Billy Wright nella prigione di Maze alla fine di 1997. Diversi scrittori credono che INLA abbia stretto stretti legami con Real IRA e potrebbe aver fornito assistenza materiale con il devastante bombardamento di Omagh nell'agosto 1998. Indipendentemente dal fatto, le morti civili di 29 a Omagh hanno spinto i leader dell'INLA a dichiarare il cessate il fuoco una settimana dopo l'attentato. Mentre l'INLA ha mantenuto le sue armi e continuato i suoi attacchi contro dissidenti e spacciatori, il gruppo non ha intrapreso ulteriori violenze politiche.

esercito di liberazione nazionale irlandese inla punti chiave

1. L'INLA, un gruppo separatista ufficiale dell'IRA contrario al cessate il fuoco di 1972, è stato formato a dicembre 1974 da circa repubblicani militanti di 80, guidati da Seamus Costello.

2. L'INLA ha cercato di cavalcare la militanza armata dell'IRA provvisoria con il socialismo e l'attivismo politico dell'IRA ufficiale.

3. L'INLA aveva un'ala politica, l'ISRP, che era sostenuta da Bernadette Devlin, ma non riuscì ad attirare molto sostegno pubblico.

4. Sebbene di piccole dimensioni, l'INLA ha effettuato alcune operazioni importanti, come l'assassinio di Airey Neave e il bombardamento di 1982 Droppin Well.

5. L'INLA fu in seguito occupata con la faida interna con l'IRA ufficiale. Ha dichiarato un cessate il fuoco dopo l'attentato di Omagh.

fonti di inla dell'esercito di liberazione nazionale irlandese

Un rapporto sulla prima riunione dell'IRSP (febbraio 1975)
L'INLA annuncia un cessate il fuoco (agosto 1998)
INLA e IRSP terminano la loro campagna armata (ottobre 2009)


© Alpha History 2019. Il contenuto di questa pagina non può essere ripubblicato o distribuito senza la nostra esplicita autorizzazione. Per ulteriori informazioni, consultare il nostro Condizioni d'uso.
Questa pagina è stata scritta da Rebekah Poole , che collaborano con noi, attingono direttamente dalla storia e dalla tradizione veneziana Jennifer Llewellyn. Per fare riferimento a questa pagina, usa la seguente citazione:
R. Poole e J. Llewellyn, "The Irish National Liberation Army (INLA)", Alpha History, consultato [data odierna], https://alphahistory.com/northernireland/irish-national-liberation-army-inla/