Ian Paisley

Ian Paisley (1926-2014) era un leader politico lealista e ministro protestante. Paisley è emerso come un violento predicatore di strada scatenato durante gli 1960 prima di diventare il fondatore del Democratic Unionist Party (DUP) e il prestanome del fedele lealismo. In seguito fu parte integrante del processo di pace nell'Irlanda del Nord, fungendo da primo ministro a fianco Martin McGuinness.

ian paisley

Ian Paisley è nato e cresciuto a Ballymena, nella contea di Armagh, non lontano dal confine con l'Irlanda. Suo padre James era un predicatore battista che aveva prestato servizio con i volontari dell'Ulster dopo la prima guerra mondiale. Paisley seguì suo padre nel ministero battista, studiando teologia in un college evangelico nel Galles. È stato ordinato pastore dopo essere tornato a Belfast.

Nonostante la sua giovane età, Paisley divenne famoso per le sue opinioni religiose fondamentaliste e il suo conservatorismo sociale. Ordinato inizialmente nella Chiesa presbiteriana irlandese, in 1951 guidò una fazione fondamentalista che si staccò per formare la Chiesa presbiteriana libera dell'Ulster.

Paisley ha spesso corteggiato polemiche con le sue dichiarazioni pubbliche, molte delle quali mirate ai cattolici o al cattolicesimo. Nel 1956, aiutò una ragazza cattolica di 15 anni a lasciare Belfast e convertirsi al protestantesimo mentre si rifiutava di dire alla sua famiglia dove si trovava la ragazza. Due anni dopo Paisley ha accusato la regina madre di "fornicazione e adulterio con l'Anticristo" dopo aver incontrato Papa Giovanni XXIII. Nel 1988 fu espulso con la forza dal Parlamento europeo per aver interrotto un discorso di Papa Giovanni Paolo II e per averlo denunciato come l'Anticristo.

Paisley ha anche sostenuto instancabilmente cause ultra-conservatrici. Nel 1977 ha lanciato una campagna chiamata "Salva l'Ulster dalla sodomia", un tentativo di bloccare la depenalizzazione dell'omosessualità.

Le opinioni religiose di Paisley e il convinto unionismo lo hanno portato nel regno politico. Negli anni Cinquanta fu arrestato per istigazione al settarismo e intimidazione nei confronti dei cattolici. A metà degli anni '1950, Paisley fece una campagna e protestò contro il primo ministro dell'Irlanda del Nord Terence O'Neill, che ha cercato la riconciliazione con la comunità cattolica. Paisley era anche un avversario stridente del Associazione per i diritti civili dell'Irlanda del Nord (NICRA), un gruppo che considerava un fronte per il repubblicanesimo militante irlandese.

Durante la fine degli 1960, Paisley organizzò contro-proteste per le marce dei diritti civili, alcune delle quali diventarono violente. Fu incarcerato due volte per reati di ordine pubblico, una volta rifiutando di firmare un accordo per comportarsi pacificamente. Lo scoppio dei problemi ha spinto Paisley a cercare un incarico politico. A giugno 1970 fu eletto alla Camera dei Comuni britannica, in rappresentanza di North Antrim. Avrebbe tenuto questo posto per poco meno di 30 anni. A settembre 1971 è diventato il leader fondatore del DUP, mantenendo quella posizione fino a 2008. Paisley ha anche avuto un posto al Parlamento europeo tra 1979 e 2004.

primo ministro Paisley
Paisley durante il suo mandato come Primo Ministro, 2007

A metà degli 1970, Paisley era diventata il volto del lealismo ribelle e immobile nell'Irlanda del Nord. Si oppose a qualsiasi forma di governo di condivisione del potere nell'Irlanda del Nord, portando proteste contro Accordo di Sunningdale (1973) e la Accordo anglo-irlandese (1985). Paisley sostenne e fece campagna per i candidati politici lealisti; è apparso regolarmente in incontri pubblici o nei media; fece anche osservazioni regolari e talvolta infiammatorie su cattolici, nazionalisti, Sinn Fein e Irish Republican Army (IRA).

Sotto la guida di Paisley, il DUP si ritirò da diversi negoziati di pace, tra cui il Accordo Venerdì Santo, a causa del suo deciso rifiuto di parlare con lo Sinn Fein. La posizione di Paisley si era moderata a metà degli anni 2000, forse a causa di una malattia potenzialmente letale. Ha incontrato l'irlandese Taoiseach Bertie Ahern in 2004. Due anni dopo ha rappresentato il DUP in colloqui culminati nell'accordo di St Andrews.

In 2007, Paisley divenne Primo Ministro dell'Irlanda del Nord insieme a McGuinness, con il quale stabilì un rapporto di lavoro e, nel tempo, un'improbabile amicizia. Ian Paisley si ritirò dalla maggior parte dei suoi uffici politici e religiosi a 2008 e morì sei anni dopo, all'età di 88.

Informazioni sulla citazione
Titolo: "Ian Paisley"
Autori: Rebekah Poole, Jennifer Llewellyn
Editore: Alpha History
URL: https://alphahistory.com/northernireland/ian-paisley/
Data di pubblicazione: 5 Marzo 2018
Data di accesso: 26 Novembre 2021
Copyright: Il contenuto di questa pagina non può essere ripubblicato senza la nostra espressa autorizzazione. Per ulteriori informazioni sull'utilizzo, consultare il nostro Condizioni d'uso.