Un'introduzione all'Irlanda del Nord

Irlanda del Nord
Una mappa che mostra le sei contee e le principali città dell'Irlanda del Nord

L'Irlanda del Nord è una terra ricca di bellezze naturali. Le sue dolci colline verdi sono imbiancate dalla neve in inverno e brillano alla luce del sole nei mesi più caldi. È circondato da oceani irrequieti, a volte calmi ma spesso aspri e pericolosi, che si infrangono selvaggiamente sulla sua costa e scogliere.

I visitatori dell'Irlanda del Nord la trovano ricca di storia, miti e leggende - dal pellegrinaggio di San Patrizio a Slemish nella contea di Antrim, alle assi oscillanti del ponte di corda di Carrick-a-Rede sulla Causeway Coast.

Un breve viaggio da lì ti porta alla famosa Giant's Causeway, dove l'antica attività vulcanica ha realizzato enormi pilastri esagonali che sporgono dal mare; leggende locali spiegano questi pilastri come i trampolini di lancio del gigante Finn McCool. Un altro breve viaggio potrebbe trovarti in piedi nello splendido Dunluce, un castello in rovina ma ancora maestoso in quello che sembra il confine del mondo.

Le città dell'Irlanda del Nord sono affollate e vivaci ma amichevoli e accessibili. Il trasporto è facile da trovare e utilizzare, mentre le persone sono cordiali e accoglienti. Ma i visitatori dell'Irlanda del Nord vedranno anche i ricordi della sua sanguinosa storia recente, la violenza settaria che per 30 anni ha inorridito il mondo e traumatizzato questo posto fantastico e la sua gente.

Popolazione e religione

Alcuni locali, in particolare i lealisti, si riferiscono all'Irlanda del Nord come Ulster. Questo è un po 'fuorviante in quanto il nome Ulster si riferisce tradizionalmente a nove contee nella parte settentrionale dell'Irlanda. L'Irlanda del Nord è in realtà composta da sei contee (Antrim, Down, Armagh, Fermanagh, Londonderry e Tyrone). Le restanti tre contee dell'Ulster (Donegal, Monaghan e Cavan) appartengono alla Repubblica indipendente d'Irlanda.

La religione ha plasmato e definito l'Irlanda del Nord, passato e presente. Oggi, poco più del 42% degli 1.85 milioni di persone nell'Irlanda del Nord si identificano come cristiani protestanti, la maggioranza presbiteriana o Chiesa d'Irlanda (una divisione locale della Chiesa anglicana). Circa il 41% dei cittadini dell'Irlanda del Nord è cattolico romano. Gli altri appartengono ad altre fedi o sono irreligiosi.

La popolazione dell'Irlanda del Nord è prevalentemente bianca. Altri gruppi etnici sono visti molto meno per le strade di Belfast o Derry che in altre città britanniche. L'inglese è la lingua più parlata, anche se negli ultimi anni il gaelico tradizionale dell'Ulster ha conosciuto una rinascita e viene nuovamente insegnato in alcune scuole secondarie.

Belfast storica

Il palazzo del parlamento di Stormont

Belfast è la capitale e la città più grande dell'Irlanda del Nord. Ha una popolazione di oltre 280,000 persone nel centro urbano e altre 483,000 nelle aree suburbane circostanti.

Belfast ospita i cantieri navali Harland e Wolff, famosi come il luogo di nascita del Titanic RMS. Questi cantieri navali ospitano un'attrazione turistica che si concentra sulla nave condannata. Una barzelletta locale allegata al transatlantico, "Stava navigando bene quando è partita da qui", è diventata uno slogan per i turisti che visitano i cantieri navali.

Belfast continua a crescere, con la costruzione e l'apertura di diversi grandi centri commerciali, tra cui la famosa Victoria Square, che ospita negozi e caffè alla moda. Due aeroporti - il George Best Airport, che prende il nome dal calciatore più famoso della città, e il Belfast International - portano visitatori dall'estero, prevalentemente dall'Inghilterra. Anche i servizi di traghetto per l'Inghilterra e la Scozia partono da Belfast e Larne.

A est di Belfast si trova Stormont Estate, sede degli edifici del Parlamento dell'Irlanda del Nord e sede dell'Assemblea dell'Irlanda del Nord. I motivi di Stormont sono tentacolari e pittoreschi. Sia la gente del posto che i turisti possono essere trovati vagare per le verdi colline che circondano i sontuosi edifici bianchi.

L'area intorno a Stormont è ricca, con uno degli hotel aziendali più frequentati dell'Irlanda del Nord situato proprio dall'altra parte della strada. La sistemazione stessa è facile da trovare a Belfast, con i turisti che accorrono per soggiornare in luoghi come l'Europa, che ha il dubbio onore di essere l'hotel più bombardato dell'Irlanda del Nord.

Londonderry storica

A poco più di un'ora di auto a nord-ovest di Belfast si trova Derry, la seconda città più grande dell'Irlanda del Nord. È noto in modo intercambiabile alla gente del posto come Londonderry o Derry, The Walled City o (secondo una recente campagna turistica) 'Legen-Derry'.

A differenza di Belfast, la maggior parte della popolazione di Derry è cattolica romana. Delle quasi 110,000 persone che vivono nell'area urbana di Derry, quasi tre quarti provengono da origini cattoliche.

Nel XIX e all'inizio del XX secolo, Derry era il cuore dell'industria tessile dell'Irlanda del Nord. Alcune delle peggiori violenze dei Troubles si sono verificate a Derry, in particolare il Battaglia del Bogside (Agosto 1968) e Domenica di sangue, le sparatorie fatali di civili 14 da parte di soldati britannici (gennaio 1972).

Oggi Derry sta subendo una rinascita economica e culturale. Le società straniere specializzate in tecnologie digitali hanno investito nella città. La nuova costruzione completa l'architettura accattivante di Derry. Una nuova passerella moderna segue il corso del fiume Foyle (soprannominato "Fat Ass Alley" dalla gente del posto, a causa della sua popolarità come sentiero pedonale). Il centro della città è un'area tranquilla ma trafficata con l'aspetto e l'atmosfera di una città universitaria.

Un tempo dimora del poeta vincitore del premio Nobel Seamus Heaney, Derry è stata nominata Città della Cultura della Gran Bretagna nel 2013.

Cicatrici dei problemi

Irlanda del Nord
I resti dei problemi possono essere trovati in tutta l'Irlanda del Nord

Nonostante tutto l'ottimismo, la vivacità e il progresso degli ultimi due decenni, i ricordi dei guai dell'Irlanda del Nord non sono mai lontani.

Un turista che guida per Belfast o Derry inevitabilmente inciamperà sugli imponenti "muri di pace" che dividono le aree cattoliche e protestanti. Si possono ancora vedere veicoli della polizia pesantemente blindati, uno spettacolo intimidatorio in una città apparentemente tranquilla.

Colorati murales politici adornano le pareti e i lati dell'edificio in molte aree, mentre diversi quartieri locali hanno i loro giardini commemorativi che elencano i nomi di quelli persi nei guai. Graffiti di gruppi politici e paramilitari come il Esercito repubblicano irlandese provvisorio (PIRA) o Associazione per la difesa dell'Ulster (UDA) non è difficile da trovare.

Una pace duratura?

Dal punto di vista di un visitatore, il calore del popolo irlandese spesso nasconde le tensioni politiche che esistono nell'Irlanda del Nord. C'è una palpabile sensazione di speranza per il futuro, un desiderio di andare avanti che è condiviso dalla maggior parte delle persone in Irlanda del Nord.

Ma nonostante tutto ciò, le vecchie ferite non sono completamente guarite e una minoranza di irlandesi del Nord abbraccia ancora la divisione cattolico-protestante. In tempi recenti, le strade di Belfast sono state intasate dalle cosiddette proteste di bandiera: battibecchi sull'opportunità di far volare l'Union Jack sopra il municipio della città.

Per ora, c'è la pace nell'Irlanda del Nord, ma è una pace attenta e incerta.

Il punto di vista di uno storico:
“Al culmine del conflitto, l'Irlanda del Nord era considerata un'area vietata e i visitatori se ne stavano alla larga. Le cose non potrebbero essere diverse oggi. Non solo i visitatori sono tornati, ma una percentuale di loro sta visitando a causa dell'eredità del conflitto. Un numero crescente di visitatori, anche da destinazioni politicamente instabili, e studenti provenienti da tutto il mondo stanno, infatti, visitando l'Irlanda del Nord come parte di progetti internazionali per conoscere i Troubles e per vedere in prima persona gli effetti della pace in una società divisa . "
Omar Moufakkir

punti chiave di introduzione dell'Irlanda del Nord

1. L'Irlanda del Nord è un paese del Regno Unito, che occupa sei contee della regione tradizionale dell'Ulster, situata nel nord-est dell'Irlanda.

2. L'Irlanda del Nord ha una popolazione di circa 1.85 milioni di persone, la maggior parte delle quali sono bianche e cattoliche o protestanti.

3. Due grandi città dominano l'Irlanda del Nord: la capitale e il centro industriale di Belfast e la roccaforte cattolica di Derry nel nord-est.

4. Da quando sono finiti i problemi, queste città dell'Irlanda del Nord hanno subito un risveglio economico e culturale, attirando investimenti, ricostruzione e turismo.

5. Le città e le cittadine dell'Irlanda del Nord sono anche contrassegnate da importanti ricordi dei Troubles, tra cui giardini commemorativi, muri della pace, murales, graffiti politici e posti di blocco. Oggi il popolo dell'Irlanda del Nord gode di pace e speranza per il futuro, ma i rischi del settarismo e del conflitto non sono mai lontani.

Informazioni sulla citazione
Titolo: "Un'introduzione all'Irlanda del Nord"
Autori: Rebekah Poole, Jennifer Llewellyn
Editore: Alpha History
URL: https://alphahistory.com/northernireland/introduction-to-northern-ireland/
Data di pubblicazione: 10 Agosto 2018
Data di accesso: Giugno 29, 2022
Copyright: Il contenuto di questa pagina non può essere ripubblicato senza la nostra espressa autorizzazione. Per ulteriori informazioni sull'utilizzo, consultare il nostro Condizioni d'uso.