L'IRA: da 1919 a 1968

IRA
I membri dell'IRA sfilano davanti al loro leader, Eamon de Valera, in 1922

L'Esercito Repubblicano Irlandese (IRA) è stato l'epicentro dei guai nell'Irlanda del Nord. Un gruppo paramilitare segreto che cerca la riunificazione dell'Irlanda, l'IRA è stato uno dei gruppi terroristici più prolifici e pericolosi del XX secolo. La storia completa dell'IRA, tuttavia, precede i Troubles di mezzo secolo. In termini generali, l'IRA esiste da quasi un secolo ma in tre fasi distinte. La prima IRA è stata formata dai resti dei volontari irlandesi che hanno istigato il fallito Aumento di Pasqua in 1916. Nei suoi primi anni (1919-23) questa IRA è stata l'ala militare del Dáil Éireann, il primo parlamento repubblicano irlandese, a guidare la lotta armata per un'Irlanda indipendente. Dopo la creazione dello stato libero irlandese, l'IRA, che bramava ancora l'indipendenza irlandese piuttosto che lo status di dominio britannico, ha istigato Guerra civile irlandese. Spinta ai margini della politica irlandese, l'IRA è stata dichiarata un'organizzazione illegale. Tra la metà degli anni '1920 e la fine degli anni '1960, i membri dell'IRA hanno oscillato selvaggiamente, mentre i suoi leader flirtavano con la teoria politica di sinistra. L'inizio dei Troubles avrebbe avuto una profonda influenza sull'IRA.

Michael Collins e il primo IRA

Il primo IRA è stato formato in 1919 durante il Guerra d'indipendenza irlandese. Il suo personale è stato reclutato da milizie repubblicane come i volontari irlandesi e l'esercito dei cittadini irlandesi. Sebbene i suoi membri e le filiali locali avessero la reputazione di agire in modo indipendente, l'IRA fu adottata come l'ala militare della Dail Eireann, il parlamento repubblicano e il governo ribelle. Guidata dal famoso rivoluzionario irlandese Michael Collins, l'IRA combatté contro gli inglesi durante la guerra di indipendenza. Al suo apice, l'IRA ha raggiunto più di 10,000 volontari attivi. La firma del Trattato anglo-irlandese (1921 di dicembre) ha diviso l'IRA in due fazioni: un'IRA pro-trattato, che era disposta ad accettare un'Irlanda autonoma sotto la sovranità britannica, e un'IRA antitratale, decisa a rimuovere tutte le vestigia del dominio britannico. Le due fazioni si scontrarono durante la breve ma sanguinosa guerra civile irlandese (giugno 1922-maggio 1923). L'IRA pro-trattato è emerso vittorioso, consolidando il nuovo stato libero irlandese. Intorno a 2,000 i volontari dell'IRA contro i trattati furono uccisi durante la guerra civile e più di 10,000 furono catturati e imprigionati.

IRA
Il corpo di Harry Loughnane, un volontario dell'IRA ucciso da Black and Tans in 1920

Molti membri dell'IRA anti-trattato sono andati sottoterra dopo la guerra civile. Questi veterani hanno mantenuto la loro opposizione allo Stato Libero e hanno promesso di continuare la lotta per il repubblicanesimo irlandese. Gli eventi degli 1920, tuttavia, hanno indebolito l'IRA di uomini e motivi. Gli ex leader dell'IRA come Eamon de Valera hanno abbandonato l'azione militare e l'astensionismo, scegliendo invece di partecipare alla politica dello Stato libero. In 1926 de Valera formò un partito politico, Fianna Fail. Coloro che sono rimasti nell'IRA hanno continuato a respingere la politica parlamentare, rompendo da Sinn Fein in 1925. I leader dell'IRA hanno invece abbracciato aspetti del socialismo, considerandolo un'ideologia veramente rivoluzionaria che ha permesso il collegamento con le classi lavoratrici irlandesi. L'adesione all'IRA si è ridotta rapidamente negli 1920, scendendo da 5,000 in 1925 a 2,000 in meno di 1930. I numeri sono saliti a più di 10,000 durante gli 1930, alimentati dalla miseria della Grande Depressione. Questa crescita ha portato al governo del Free State a vietare l'IRA (1935) e tentare di sopprimerlo. Il colpo più significativo per l'IRA fu l'adozione da parte dello Stato libero di un de facto costituzione repubblicana a dicembre 1937. Ciò che l'IRA aveva promesso di ottenere con i fucili, gli Staters liberi avevano realizzato con le riforme. Con l'IRA apparentemente irrilevante, la sua appartenenza e il suo supporto sono diminuiti di nuovo.

L'IRA accende l'Ulster

IRA
Le conseguenze di un'esplosione della bomba dell'IRA a Coventry, Inghilterra, gennaio 1939

Con l'Irlanda del sud ora una repubblica in tutto tranne che nel nome, l'IRA ha rivolto la sua attenzione all'Irlanda del Nord, l'ultima roccaforte britannica nell'isola. Nel gennaio 1939 i leader dell'IRA dichiararono guerra in Gran Bretagna e formularono una strategia militare nota come "Piano S". Negli otto mesi successivi, gli agenti dell'IRA hanno bombardato una serie di obiettivi del governo in Inghilterra, uccidendo sette persone e ferendone quasi altre 100. Durante la seconda guerra mondiale l'IRA ha stretto legami con la Germania nazista, cercando armi e proponendo un'invasione congiunta IRA-tedesca dell'Irlanda del Nord (Plan Kathleen). Tra il 1942 e il 1944 i volontari dell'IRA hanno effettuato dozzine di sparatorie, bombardamenti e attacchi di sabotaggio in Irlanda del Nord. La "Campagna del Nord", come veniva definita, non ottenne altro che alienare il pubblico collegando l'IRA al nazismo. Decine di leader dell'IRA sono stati arrestati e alcuni sono stati giustiziati come traditori. Dopo la seconda guerra mondiale, l'IRA ha trascorso un decennio a ricostruire e prepararsi per una campagna di guerriglia contro gli inglesi nell'Irlanda del Nord. Questa campagna è iniziata nel 1956 ed è durata cinque anni, ma ancora una volta ha ottenuto poco, a parte una dozzina di morti dell'IRA e diverse centinaia di arresti.

“La nuova strategia pacifista dell'IRA fiorì brevemente negli anni '1960 ma si sarebbe estinta rapidamente. Nelle contee dell'Irlanda del Nord, i quartieri nazionalisti venivano attaccati ... La protezione dalle molestie da parte della polizia, delle bande militari e protestanti non veniva più fornita dall'IRA in queste comunità, come era stato in passato ... La forza dell'IRA come militare l'organizzazione era stata trascurata per troppo tempo per poter reagire efficacemente a questa ondata di attacchi. Questa incapacità di difendere i quartieri cattolici ha portato a lotte intestine all'interno dell'IRA ".
Susie Derkins, storica

Negli 1960 l'IRA passò sotto la guida di Cathal Goulding e Roy Johnson. Hanno tentato di rimodellare l'IRA in un partito politico-rivoluzionario marxista. Goulding credeva che i problemi nell'Irlanda del Nord non fossero causati da divisioni religiose o nazionalistiche ma dallo sfruttamento e dalla manipolazione delle classi lavoratrici. I capitalisti ricchi, aiutati dai governi britannico e unionista, incitavano le tensioni tra protestanti e cattolici della classe operaia, al fine di scoraggiare gli scioperi e mantenere bassi i salari. I disordini nell'Irlanda del Nord furono conseguentemente guidati da tensioni di classe piuttosto che da divisioni settarie. Goulding e i suoi sostenitori preferivano soluzioni politiche piuttosto che militari. Hanno sostenuto il movimento per i diritti civili, ristabilito i contatti con Sinn Fein, posto fine all'astensionismo parlamentare e mobilitato il sostegno nelle classi lavoratrici e nei sindacati. Questa deriva verso il marxismo e la politica non è stata supportata da tutti i volontari dell'IRA. Molti preferivano ancora il percorso tradizionale verso una repubblica irlandese unita: una campagna di guerriglia contro inglesi e lealisti fino a quando l'Irlanda del Nord non fu governabile.

I radicali richiedono azione

Verso la metà degli anni '1960 l'IRA era fortemente divisa in fazioni, scarsamente organizzata e incapace di raccogliere consensi in alcune parti dell'Irlanda del Nord. Il gruppo non era solo ideologicamente diviso, era a corto di volontari, armi e denaro. La crescente agitazione nell'Irlanda del Nord ha ulteriormente esposto l'impreparazione dell'IRA. Nel 1968-69 l'IRA ha risposto alla brutalità della polizia e dei lealisti contro i cattolici ei manifestanti per i diritti civili con critiche piuttosto che con azioni. Alcuni repubblicani erano così disgustati da questa inefficacia che hanno affermato che IRA stava per "I Ran Away". Molti giovani militanti del gruppo hanno chiesto un ritorno ai valori e alle tattiche tradizionali dell'IRA: lotta armata per difendere i cattolici irlandesi, opporsi al dominio britannico e realizzare un'Irlanda unita. I disordini dell'agosto 1969 e il Battaglia del Bogside portò al culmine le divisioni interne dell'IRA e portò alla formazione di un nuovo gruppo separatista: il IRA provvisorio.

punti chiave ira

1. Il primo IRA è stato formato a 1919 da gruppi di milizie civili come i volontari irlandesi, che avevano istigato al fallito Easter Rising a Dublino.

2. Successivamente l'IRA si divise durante la guerra civile irlandese, per poi ridursi di dimensioni. In 1939 dichiarò guerra alla Gran Bretagna e in seguito commise attacchi terroristici durante la seconda guerra mondiale.

3. Durante gli 1960 leader come Cathal Goulding hanno riformato l'IRA in un partito socialista, abbandonando l'astensionismo e cercando il cambiamento attraverso il coinvolgimento politico.

4. La trasformazione da una forza paramilitare in un partito politico socialista radicale alienato preoccupava l'IRA era diventato un gruppo di "pensatori" non "esecutori".

5. Queste differenze di fazione furono portate al culmine dai Troubles. Con l'IRA scarsamente attrezzata e incapace di difendere le comunità cattoliche dalla polizia o dai lealisti, i giovani militanti hanno chiesto un ritorno alle radici paramilitari dell'IRA.

IRA

Un manuale dell'esercito repubblicano irlandese sulla guerriglia (1956)


© Alpha History 2018. Il contenuto di questa pagina non può essere ripubblicato o distribuito senza la nostra esplicita autorizzazione. Per ulteriori informazioni, consultare il nostro Condizioni d'uso.
Questa pagina è stata scritta da Rebekah Poole , che collaborano con noi, attingono direttamente dalla storia e dalla tradizione veneziana Jennifer Llewellyn. Per fare riferimento a questa pagina, usa la seguente citazione:
R. Poole e J. Llewellyn, "The IRA: 1919 to 1968", Alpha History, accessibile [data odierna], https://alphahistory.com/northernireland/ira-1919-1968/