Michael Collins (1996)

Michael Collins è un film americano, diretto da Neil Jordan e distribuito in 1996. Ha come protagonista Liam Neeson nei panni di Michael Collins, Alan Rickman nei panni di Éamon de Valera, Aidan Quinn nei panni di Harry Boland e Julia Roberts nei panni di Kitty Kiernan.

Michael Collins

Come suggerisce il titolo, è un film biografico di Esercito repubblicano irlandese (IRA) comandante, Michael Collins, che descrive il periodo tra il 1916 e la morte di Collins nel 1922. Il film si apre con Collins, 25 anni, che partecipa al 1916 Easter Rising. I ribelli sono sopraffatti dai militari britannici e catturati. Molti come James Connolly e Patrick Pearse vengono giustiziati, ma Collins, insieme a Harry Boland e Éamon de Valera, vengono internati.

Collins si rende conto che i repubblicani non espelleranno mai gli inglesi dall'Irlanda usando la guerra convenzionale. Invece, devono utilizzare tattiche militari che li forniscano un vantaggio. Dopo la sua liberazione, Collins si reca in Inghilterra dove porta clandestinamente de Valera fuori di prigione.

Quando de Valera si reca negli Stati Uniti per cercare il riconoscimento per una repubblica irlandese, Collins diventa il de facto leader del movimento repubblicano. Comincia a mobilitare e armare l'IRA per il Guerra d'indipendenza irlandese. Collins ordina l'esecuzione degli agenti britannici 14, un'operazione che innesca la prima Bloody Sunday (1920).

Il ritorno di De Valera in Irlanda costringe Collins a cambiare tattica, un cambiamento che porta risultati disastrosi. Con l'IRA sull'orlo del collasso, gli inglesi accettano un cessate il fuoco. Collins, contro la sua volontà, viene inviato a Londra per negoziare il Trattato anglo-irlandese. De Valera e i suoi sostenitori si oppongono al Trattato, opponendosi a qualsiasi forma di sovranità britannica.

L'Irlanda cade in uno stato di guerra civile e l'IRA si divide in due fazioni, una a favore del Trattato e l'altra contro di essa. Questo combattimento internazionale esaspera Collins, in particolare dopo che il suo amico Harry Boland è stato ucciso durante i combattimenti di strada a Dublino. Lo stesso Collins viene ucciso dall'IRA contro il Trattato, apparentemente mentre cerca di mediare la pace tra le fazioni in guerra.

Michael Collins è una rappresentazione avvincente del leader repubblicano irlandese e la nascita di un'Irlanda libera. La sua brillante interpretazione di Collins è stata ben accolta in Irlanda, dove è ricordato come un eroe e un martire. Si è rivelato più controverso in Gran Bretagna, dove molti considerano ancora Collins un terrorista non riformato.

Gli storici hanno contestato gli errori e gli anacronismi del film (come l'uso delle autobombe da parte dell'IRA all'inizio degli anni '1920, cosa che non hanno fatto). I critici hanno anche notato diverse evidenti omissioni, come il coinvolgimento di Collins nei negoziati del trattato del 1921, che non vengono affatto mostrate.

Alcuni hanno anche criticato la rappresentazione di Rickman di Éamon de Valera come ingannevole e inaffidabile. Il film suggerisce che de Valera abbia tradito Collins e sia diventato la sua nemesi, sebbene la realtà della loro relazione fosse più complessa.

Implica anche che Collins, se fosse vissuto, avrebbe potuto condurre l'Irlanda verso riforme e unificazione pacifica, aggirando così i problemi. Questa è un'implicazione ambiziosa che non riesce a spiegare il lealismo dell'Ulster, qualcosa che a malapena si vede nel film. Michael Collins ha molto da offrire come ritratto del primo repubblicanesimo irlandese, purché le sue prospettive e le sue carenze siano riconosciute.

Informazioni sulla citazione
Titolo: "Michael Collins (1996)"
Autori: Jennifer Llewellyn, Steve Thompson
Editore: Alpha History
URL: https://alphahistory.com/northernireland/michael-collins-1996/
Data di pubblicazione: Febbraio 17, 2018
Data di accesso: Luglio 01, 2022
Copyright: Il contenuto di questa pagina non può essere ripubblicato senza la nostra espressa autorizzazione. Per ulteriori informazioni sull'utilizzo, consultare il nostro Condizioni d'uso.