Ruairí Ó Brádaigh

Ruairí Ó BrádaighRuairí Ó Brádaigh (1932-2011) è stato un repubblicano irlandese che ha servito come capo di stato maggiore dell'Esercito repubblicano irlandese (IRA), presidente dello Sinn Fein e leader fondatore del Republican Sinn Fein. Ó Brádaigh è nato in una famiglia della classe media a Longford, nello Stato libero irlandese. Suo padre Matthew aveva prestato servizio nella IRA e chiamò suo figlio Peter Roger Casement Brady in onore del repubblicano irlandese giustiziato durante la prima guerra mondiale. Ó Brádaigh studiò a Longford prima di studiare commercio e gaelico irlandese a Dublino. Si unì allo Sinn Fein nel 1950 e all'IRA l'anno successivo. Nel 1955 Ó Brádaigh faceva parte di uno squadrone dell'IRA che viaggiò in Inghilterra e fece irruzione in un'armeria militare nel Berkshire. Ha comandato incursioni nelle stazioni della Royal Ulster Constabulary (RUC) durante la guerra di confine dell'IRA e successivamente è stato arrestato e incarcerato. Mentre si trovava nella prigione di Mountjoy a Dublino, Ó Brádaigh fu eletto membro Dáil Éireann come candidato dello Sinn Fein per Longford-Westmeath. In linea con la politica astensionista dello Sinn Féin, non ha mai preso posto nel partito Dáil.

Ó Brádaigh è fuggito dall'internamento in 1958 ed è diventato capo dello staff dell'IRA, scontando due mandati. È stato sostituito come capo di stato maggiore da Cathal Goulding nel 1962. Ó Brádaigh riemerse nel 1969 dopo il fallimento dell'IRA nel proteggere i cattolici dalla violenza lealista e dalla brutalità della polizia. Si è allineato con militanti come Seán Mac Stíofáin e Seamus Twomey, lasciando l'IRA e lo Sinn Fein per avviare un nuovo movimento radicale. Ó Brádaigh è diventato un membro fondatore della IRA provvisorio e fu eletto presidente dello Sinn Fein nel 1970. In queste posizioni esercitò una notevole influenza sulla strategia militare della Provisional IRA durante gli anni '1970. Ó Brádaigh fu costretto a lasciare la presidenza dello Sinn Fein nel 1983 e sostituito da Gerry Adams. È uscito dalla conferenza del partito a 1986 dopo che i membri di Sinn Fein hanno votato per respingere l'astensionismo e prendere posto ai Dáil Éireann. Ó Brádaigh divenne il presidente inaugurale del repubblicano Sinn Fein, che sostenne di essere l'unico partito irlandese fedele agli obiettivi e ai valori repubblicani originali.

Ruairí Ó Brádaigh ha ricoperto la presidenza del repubblicano Sinn Fein per 22 anni. Durante questo periodo fu un critico severo di leader come Adams e Martin McGuinness. Ó Brádaigh era contrario al processo di pace in Irlanda del Nord e al Accordo Venerdì Santo, dichiarandolo una “svendita” del vero repubblicanesimo irlandese. Nel 1998 Ó Brádaigh condannò il Bombardamento di Omagh come un "massacro di innocenti", affermando in seguito che i dissidenti nella Real IRA stavano cercando di "prendere il controllo" del repubblicano Sinn Fein. La salute di Brádaigh è peggiorata e si è ritirato dalla politica nel settembre 2009. È morto a Roscommon nel giugno 2013, all'età di 80 anni.


© Alpha History 2017. Il contenuto di questa pagina non può essere ripubblicato o distribuito senza autorizzazione. Per ulteriori informazioni, consultare il nostro Condizioni d'uso.
Questa pagina è stata scritta da Jennifer Llewellyn e Steve Thompson. Per fare riferimento a questa pagina, utilizzare la seguente citazione:
J. Llewellyn e S. Thompson, “Ruairí Ó Brádaigh”, Alpha History, accesso [data odierna], https://alphahistory.com/northernireland/ruairi-o-bradaigh/.