Julius Martov

julius martov

Julius Martov (1873-1923) era un politico russo e marxista rivoluzionario. Allineato con Vladimir Lenin all'inizio, Martov divenne in seguito il membro più importante del Menshevik fazione.

Julius Martov nacque da una famiglia ebrea di classe media che viveva nella capitale ottomana di Costantinopoli. Suo padre lavorava per una compagnia di navigazione russa e come corrispondente per i giornali russi. Quando Giulio aveva quattro anni, la famiglia si trasferì a Odessa, poi a San Pietroburgo. Hanno subito molestie antisemite in entrambe le città.

Martov entrò all'università per studiare scienze, ma invece si dedicò alla politica. Si dice che abbia acquisito le sue convinzioni rivoluzionarie da adolescente, probabilmente in risposta alle repressioni subite Alessandro III e la carestia che ha devastato la Russia in 1891-92. 

Nel 1892, Martov fu arrestato per attività antizariste e condannato a due anni di esilio a Vilna. Al suo ritorno a San Pietroburgo, ha incontrato Vladimir Ulyanov, allora studente di giurisprudenza, ei due hanno co-fondato un gruppo radicale chiamato Unione di lotta per l'emancipazione della classe operaia. Martov fu nuovamente arrestato e condannato a un periodo di esilio, questa volta in Siberia.

In 1900, Martov si è unito a Lenin e ad altri membri del partito socialdemocratico in Svizzera. Lì, i due hanno fondato il giornale del partito Iskra. Le divisioni tra i due emersero, tuttavia, culminando nella scissione del 1903 che formò due fazioni di partito: i bolscevichi e i menscevichi

Martov divenne il de facto capo della seconda fazione. Ha sostenuto che il partito dovrebbe agitarsi contro borghese governo ma non tentare direttamente di rovesciarlo. A differenza degli elementi di destra nel movimento menscevico, si oppose alla prima guerra mondiale e al coinvolgimento della Russia in essa.

Martov è forse meglio conosciuto per essere uscito dal Congresso dei Soviet il giorno dopo Rivoluzione d'ottobre. Tornò a sedersi come delegato di breve durata Assemblea costituente ma in seguito non ebbe alcun ruolo significativo nella politica russa.

Gli ultimi anni di Martov furono trascorsi in esilio in Germania, dove morì nell'aprile 1923.

Informazioni sulla citazione
Titolo: "Julius Martov"
Autori: Jennifer Llewellyn, Steve Thompson
Editore: Alpha History
URL: https://alphahistory.com/russianrevolution/julius-martov/
Data di pubblicazione: 30 Marzo 2019
Data di accesso: Luglio 02, 2022
Copyright: Il contenuto di questa pagina non può essere ripubblicato senza la nostra espressa autorizzazione. Per ulteriori informazioni sull'utilizzo, consultare il nostro Condizioni d'uso.