The Kadets and Octobrists

poster di kadets
Un poster di Kadet che esorta i russi a votare per la "libertà popolare"

Il termoprotettore Rivoluzione 1905, la promessa di una Duma di Stato e l'allentamento della censura hanno incoraggiato la formazione di partiti politici. Alla fine del 1905, la Russia vantava diversi nuovi partiti in cerca di riforme politiche o costituzionali. Due di questi partiti di recente formazione, i Democratici costituzionali o Kadets e gli ottobristi, avrebbero svolto un ruolo importante nel plasmare la Russia post-zarista.

sfondo

Nel febbraio 1905, sulla scia di 'Domenica di sangue', Zar Nicola II ha ordinato l'allentamento delle restrizioni alla censura politica, alle pubblicazioni e all'assemblea.

Queste nuove libertà hanno scatenato uno tsunami di propaganda politica, pubblicazioni e documenti, nonché l'organizzazione di riunioni politiche. I gruppi una volta costretti a incontrarsi illegalmente potevano ora riunirsi apertamente, formalizzare la loro associazione, redigere manifesti di partito e produrre propaganda per il consumo pubblico.

Non tutti questi partiti politici russi in erba erano marxisti o socialisti. Alcuni volevano che la Russia diventasse una democrazia liberale sostenuta da una costituzione. Volevano il governo da un'assemblea costituente e protezioni per i diritti e le libertà individuali.

Altri erano più conservatori. Volevano che lo zarismo si adattasse e si modernizzasse, ma comunque continuasse. Credevano nelle promesse dello zar nel Manifesto di ottobre è andato abbastanza lontano.

I Kadets

Alcuni pensatori russi volevano una riforma politica lungo linee liberaldemocratiche piuttosto che socialiste. Il più grande e di maggior successo di questi partiti liberali sono stati i Democratici costituzionali (abbreviati anche in "Kadets").

Come molti altri partiti russi, i Kadet si formarono ufficialmente durante il fermento di 1905, sebbene le loro origini fossero molto più profonde. I loro membri e sostenitori erano per lo più progressisti della classe media e alta. Includevano nobili, proprietari terrieri, accademici, imprenditori e professionisti dal colletto bianco di mentalità liberale come dottori, avvocati e negozianti.

Il fondatore, polena e leader dei Kadets era Pavel Milyukov, un accademico e storico che era stato attivo nei gruppi riformisti russi sin dagli 1870. Molti membri e candidati di Kadet avevano anche esperienza di lavoro nel o con il zemstva, i consigli locali che hanno operato negli ultimi decenni di zarismo.

Un partito costituzionalista

La maggior parte dei kadet ha favorito lo sviluppo di un sistema politico in stile britannico, con lo zar a capo dello stato ma la sua autorità politica è vincolata da una costituzione e da un'assemblea costituente eletta.

I Kadet hanno anche spinto per l'introduzione dei diritti civili e delle libertà in stile occidentale: l'uguaglianza davanti alla legge, il suffragio universale per uomini e donne, la fine di titoli nobiliari ereditari, educazione statale libera e universale, riconoscimento ufficiale dei sindacati e legislazione a tutela del diritto di sciopero. Hanno anche obiettato alla censura statale della stampa.

Le loro politiche liberali hanno reso popolari i Kadet nelle città e nelle città più grandi. Alle elezioni per la prima Duma di marzo-aprile 1906, hanno registrato l'37 per cento del voto urbano e sono finiti con circa un terzo dei seggi.

Il punto di vista di uno storico:
“Il nocciolo del messaggio dei Kadet [nelle elezioni del 1905] era che meritavano il sostegno del popolo perché solo loro difendevano i veri interessi del paese. I loro appelli contenevano allettanti promesse e terribili previsioni sul destino del paese, se i conservatori avessero vinto. 'Il futuro della Russia dipende dal risultato di queste elezioni. Se producono una maggioranza costituzionale e democratica, la Russia entrerà nella via della pacifica vita culturale, politica e sociale. Se producono una maggioranza che non è per una riforma decisiva, allora la guerra civile, gli spari e il sangue inonderanno la Russia, cresceranno e si diffonderanno, producendo anarchia nella vita economica del Paese '".
Abraham Ascher, storico

Gli ottobristi

partiti politici russi
Una fotografia di ottobristi delegati alla terza Duma, 1907 circa.

Un altro partito significativo emerso in 1905 furono gli Octobrists. Come i Kadet, erano un partito politico adeguatamente costituito rappresentato nella Duma.

Più liberali degli zaristi intransigenti ma più conservatori dei Kadets, gli ottobristi hanno preso il nome dal Manifesto di ottobre, un documento che hanno approvato con entusiasmo come la soluzione ai problemi della Russia.

Gli ottobristi favorivano una monarchia costituzionale limitata, con lo zar che conservava l'autorità sulla nomina dei ministri e sull'approvazione della legislazione. Hanno accettato la necessità di una riforma, ma credevano che dovesse essere decisa e gestita dal governo zarista.

Festa Pro-Stolypin

Economicamente, gli ottobristi sostenevano l'agricoltura privata, le politiche del primo ministro Pyotr Stolypin e il mantenimento dell'Impero russo.

Dopo che Stolypin truccò le leggi sul voto nel 1907, gli ottobristi divennero la più grande fazione della Terza Duma (1907-1912). Come i Kadet, gli ottobristi sostenevano lo sforzo bellico della Russia durante la prima guerra mondiale, una politica che costò loro un po 'di sostegno.

Diversi octobristi occuparono alcune posizioni chiave del governo durante la guerra e la doppia potenza di 1917. Il più illustre politico octobrista era Mikhail Rodzianko, che è stato presidente della Duma ed è stato determinante nel convincere Nicola II ad abdicare a marzo 1917.

Il punto di vista di uno storico:
“Gli ottobristi non hanno mai mancato di illuminare il lato oscuro dell'attività del governo. Ma non avevano mai permesso alle critiche di degenerare in una carriera politica a partire da atteggiamenti di opposizione ... Un'altra linea che divideva gli ottobristi dai partiti di opposizione era la questione nazionale: gli ottobristi credevano che nell'impero russo, gli interessi della nazionalità russa avrebbero dovuto avere un posto d'onore, come i naturali unificatori dello stato, anche se non a scapito di schiavizzare le altre nazionalità ".
Geoffrey A. Hosking

partiti della rivoluzione russa

1. Diversi partiti politici russi sono emersi durante e dopo il 1905, ispirati dagli eventi rivoluzionari di quell'anno e dall'allentamento della censura politica da parte dello zar.

2. Non tutti questi partiti volevano il rovesciamento dello zarismo. Alcuni speravano che lo zarismo si sarebbe adattato o che i poteri dello zar fossero limitati da una costituzione e da una legislatura eletta.

3. Formati ufficialmente nel 1905, i Democratici costituzionali, o Kadets in breve, erano guidati da Pavel Milyukov e sostenuti principalmente dalla classe media e professionale della Russia.

4. I Kadet erano liberal-democratici che favorivano l'adozione di un sistema britannico o americano con una costituzione e garanzie per i diritti individuali e civili.

5. Gli ottobristi erano un gruppo di moderati e conservatori. Erano fedeli allo zarismo ma sostenevano i cambiamenti delineati nel Manifesto di ottobre, da cui hanno preso il nome.

Informazioni sulla citazione
Titolo: "The Kadets and Octobrists"
Autori: Jennifer Llewellyn, Steve Thompson
Editore: Alpha History
URL: https://alphahistory.com/russianrevolution/kadets-octobrists/
Data di pubblicazione: Luglio 8, 2019
Data di accesso: 19 Maggio 2022
Copyright: Il contenuto di questa pagina non può essere ripubblicato senza la nostra espressa autorizzazione. Per ulteriori informazioni sull'utilizzo, consultare il nostro Condizioni d'uso.