Nicholas Nikolaevich

Nicholas Nikolaevich (1856-1929) era un granduca della nobiltà russa e fino a quando 1915, il comandante in capo dell'esercito russo in prima guerra mondiale.

Nicholas è nato a San Pietroburgo, il figlio maggiore del Granduca Nicholas, il terzo figlio dello Zar Nicola I. Questo lo ha reso il primo cugino del suo omonimo, il futuro Nicola II. Per differenziarli, i membri della famiglia si riferivano a Nicholas Nikolaevich come "Nikolasha" o "Nicholas l'Alto" a causa della sua imponente altezza.

Nicholas ha seguito le orme di suo padre entrando nell'esercito da adolescente. In pochi anni aveva assistito all'azione nella guerra russo-turca (1877-78). Verso la metà degli anni 1880, Nicholas aveva raggiunto il grado di maggiore generale. Nel 1895 divenne ispettore generale della Cavalleria Imperiale.

Come ufficiale militare, si diceva che il Granduca fosse duro e autoritario, ma abbastanza competente e ragionevole da guadagnarsi il rispetto di coloro che comandava. Si diceva che fosse più liberale della maggior parte del suo grado. Secondo una leggenda apocrifa, Nicola ha sostenuto una misura di riforma costituzionale e ha rifiutato di usare le truppe per sedare i disordini civili.

In 1914, Nikolaevich si occupò delle forze russe sul fronte occidentale, nonostante avesse poca esperienza nel comando di combattimento. La sua leadership non fu disastrosa, ma neppure di talento o abbastanza adattiva per superare gli enormi problemi strutturali dell'esercito russo.

Nell'agosto 1915, Nicola II licenziò suo cugino come comandante in capo, scegliendo di sostituirlo personalmente. Il Granduca servì la guerra in postazioni sicure nel Caucaso.

Dopo il Rivoluzione di febbraio, Nicola trascorse due anni in esilio in Crimea, insieme ad altri reali minori. Ci sono stati tentativi di metterlo alla testa del Movimento bianco ma questi non ebbero successo ed è dubbio che Nicholas avrebbe accettato comunque.

Il Granduca fuggì dalla Crimea nell'aprile 1919 mentre le forze dell'Armata Rossa si chiudevano sulla penisola. Trascorse il resto della sua vita in esilio in Italia e Francia, morendo sulla Riveria francese all'età di 72.

Informazioni sulla citazione
Titolo: "Nicholas Nikolaevich"
Autori: Jennifer Llewellyn, Michael McConnell, Steve Thompson
Editore: Alpha History
URL: https://alphahistory.com/russianrevolution/nicholas-nikolaevich/
Data di pubblicazione: 17 Marzo 2019
Data di accesso: Giugno 30, 2022
Copyright: Il contenuto di questa pagina non può essere ripubblicato senza la nostra espressa autorizzazione. Per ulteriori informazioni sull'utilizzo, consultare il nostro Condizioni d'uso.