Pyotr Stolypin

pyotr stolypin

Pyotr Stolypin (1862-1911) era un politico russo che ha servito come primo ministro tra il 1906 e il 1911. Insieme a Sergei Witte, Stolypin è considerato uno dei leader più competenti della Russia pre-rivoluzionaria. Era un reazionario politico che lavorava rafforzare lo zarismo e respingere le riforme negli anni che seguirono il Rivoluzione 1905.

Stolypin è nato nella città tedesca di Dresda dove era di stanza suo padre, un diplomatico russo. La famiglia Stolypin era un ricco aristocratico terriero con una lunga storia di servizio politico e militare.

Pyotr Stolypin frequentò l'Università di San Pietroburgo e si laureò nel 1885. Entrò nella burocrazia e nei successivi 20 anni ricoprì una serie di importanti incarichi provinciali.

Al tempo della rivoluzione del 1905, Stolypin era governatore della città di Saratov sul Volga. Il suo record di repressione e repressione dei disordini nella regione ha portato Stolypin all'attenzione di Zar Nicola II, che lo ha nominato ministro degli interni della Russia nell'aprile 1906.

Quando il primo ministro Ivan Goremykin si dimise nel luglio 1906, lo zar chiese a Stolypin di sostituirlo. Stolypin avrebbe inizialmente rifiutato la posizione, sostenendo di essere troppo giovane e inesperto, ma Nicholas ha insistito per la sua nomina.

La prima decisione significativa di Stolypin, presa nel luglio 1906, fu di sciogliere la prima Duma e indire nuove elezioni. Attraverso un imperiale ukase, Stolypin sciolse anche la seconda Duma (giugno 1907) dopo aver rifiutato le sue richieste di espellere 55 deputati socialisti.

Questo scioglimento fu interpretato come un colpo di stato zarista che privò di potere un organo eletto. Il 3 giugno, Stolypin ha emanato una nuova legge elettorale che dava a ricchi proprietari terrieri e commercianti il ​​controllo di tre quarti della Duma. Anche parti dell'impero ritenute "non-russe" furono escluse dalla rappresentanza.

Stolypin ha anche ordinato la repressione dei lavoratori militanti e dei gruppi politici. Le sue azioni hanno aumentato le esecuzioni del governo a tal punto che il cappio del boia è stato soprannominato Stolypinskie galstuki ("La cravatta di Stolypin").

Nella politica economica, Stolypin ha avviato riforme agrarie che hanno eliminato le ultime vestigia del feudalesimo. Il potere delle comuni contadine fu abolito ei contadini furono liberi di lasciare il loro villaggio, acquistare e accumulare terra e lavorarla privatamente. Questi cambiamenti miravano a creare una classe contadina conservatrice, ma hanno anche ispirato aumenti della produttività.

Gli attacchi di Stolypin alla Duma e la sua repressione dei gruppi politici radicali lo hanno reso un obiettivo ovvio per i rivoluzionari. Alla fine fu assassinato da un anarchico ebreo, Dmitry Bogrov, mentre assisteva all'opera a Kiev. L'assassino è stato rapidamente impiccato e lo zar ha annullato un'inchiesta sul suo omicidio, provocando voci di una cospirazione.

Informazioni sulla citazione
Titolo: "Pyotr Stolypin"
Autori: Jennifer Llewellyn, Steve Thompson
Editore: Alpha History
URL: https://alphahistory.com/russianrevolution/pyotr-stolypin/
Data di pubblicazione: 22 Maggio 2019
Data di accesso: Giugno 04, 2022
Copyright: Il contenuto di questa pagina non può essere ripubblicato senza la nostra espressa autorizzazione. Per ulteriori informazioni sull'utilizzo, consultare il nostro Condizioni d'uso.