The Socialist-Revolutionaries (SRs)

partiti politici russi
Un poster socialista-rivoluzionario (SR) della fine del 1917

I socialisti-rivoluzionari (SR o "Esers") erano un partito rivoluzionario russo formato nel 1902. Per molti anni sono stati il ​​più grande partito politico della Russia. Gli SR sono rimasti attivi fino al Guerra civile russa quando molti si unirono al movimento bianco. Gli SR erano socialisti ma non marxisti. Hanno attinto dal narodniki o populista tradizioni rivoluzionarie, abbracciando i contadini russi come l'ovvia fonte di rivoluzione e, ove necessario, usando la violenza e il terrorismo. Avrebbero svolto un ruolo significativo nello sviluppo politico della Russia, in particolare nel 1905.

Origini

Gli SR furono formati a Kharkiv nel 1902 da una coalizione di gruppi populisti. In poco tempo erano diventati la più grande organizzazione politica in Russia.

Come suggerisce il nome, il partito era esplicitamente rivoluzionario. Ha chiesto la rimozione del governo zarista o, per lo meno, riforme radicali.

L'agenda dei socialisti-rivoluzionari mancava della complicata filosofia politica del marxismo, né era particolarmente interessata alla rivoluzione mondiale. Invece, la piattaforma SR era principalmente interessata alla Russia e alla sua gente, in particolare ai contadini.

Politiche SR

Come accennato, gli SR erano socialisti piuttosto che marxisti, sebbene riconoscessero e accettassero alcune delle teorie di Marx. Il partito è venuto a sviluppare la propria politica di riforma agraria spesso denominata "socialismo agrario".

In sintesi, gli SR hanno chiesto la "socializzazione della terra": la confisca di grandi proprietà terriere, in particolare quelle dei reali e della nobiltà russa, e l'equa ridistribuzione di questa terra alla gente comune.

Questa attenzione alla riforma agraria, insieme alla loro filosofia più semplice e obiettivi più chiari, ha permesso agli SR di diventare il partito politico più popolare in Russia.

Terrorismo e omicidi

Nei primi anni del 1900, l'attività di SR era in gran parte limitata alla violenza antigovernativa e al terrorismo. Durante questo periodo, gli agenti della SR hanno commesso più di 2000 omicidi politici.

Tra le vittime dei terroristi SR c'era l'odiato capo della polizia Vyacheslev von Plehve (Luglio 1904) e il cognato dello zar, Granduca Sergei Alexandrovich (Febbraio 1905). Questi omicidi hanno attirato l'attenzione del pubblico, ma anche una grave repressione da parte della polizia zarista.

La rivoluzione del 1905 ha prodotto cambiamenti nelle SR, nella loro struttura di partito e nella loro agenda. La direzione del partito è diventata più moderata e gli assassini e i terroristi sono stati spinti ai margini del partito. I leader del partito hanno sospeso tutte le attività terroristiche dopo la pubblicazione del Manifesto di ottobre.

Come conseguenza di questa moderazione, gli SR hanno iniziato a ricevere sostegno dalle classi medie e dai sindacati. Il partito ha optato per il boicottaggio della prima Duma di Stato in 1906, nonostante 34 dei suoi membri sia stato eletto deputato. Hanno partecipato alla seconda Duma in 1907 ma hanno boicottato la terza e la quarta Dumas, una protesta contro Pytor Stolypin's brogli elettorali.

Divisioni e fazioni

partiti politici russi
Un altro poster di SR, di 1916, con i contadini mostrati in prima linea.

La dimensione del Partito socialista-rivoluzionario avrebbe dovuto essere la sua forza. Invece, è diventato una debolezza incoraggiando faziosità e disunione.

Con una grande partecipazione è arrivata una notevole diversità di opinioni e posizioni. Di conseguenza, gli SR hanno lottato con l'unità e la coesione del partito. Le fazioni del partito hanno discusso e litigato su una serie di questioni, in particolare il sostegno alla Duma, lo sforzo bellico e il governo provvisorio.

Il nucleo moderato del partito, spesso indicato come SR di destra, era guidato da Viktor Chernov, che in seguito si sedette nel Governo provvisorio come ministro.

SR radicali

La sua fazione radicale, il SR di sinistra, erano guidati da Maria Spiridonova, un ex terrorista che una volta ha ucciso un ufficiale zarista sparandogli in faccia.

Alexander Kerensky, divenuto poi il primo ministro socialista del governo provvisorio e primo ministro russo, apparteneva al Trudoviks, un'altra fazione SR. 

Dopo il 1905, queste fratture si allargarono ulteriormente, principalmente a causa dei disaccordi sulla politica di guerra della Russia. Alla fine del 1917, il partito fu irrevocabilmente diviso. Nonostante questo scisma, gli SR mantennero il sostegno dei contadini e ottennero una piccola maggioranza nel Assemblea costituente elezioni di novembre 1917.

Il punto di vista di uno storico
“Il Partito socialista rivoluzionario russo è uno dei perdenti della storia. Come risultato della Rivoluzione d'Ottobre del 1917, fu cacciato dal potere dai bolscevichi e presto bandito. I leader del partito erano degradati a "popolo di ieri" e dovettero emigrare ... Tuttavia, la caduta degli SR non dovrebbe oscurare la grande importanza di questo partito nel movimento rivoluzionario russo ".
Manfred Hildermeier

partiti della rivoluzione russa

1. I socialisti-rivoluzionari o SR erano un partito socialista non marxista. Questo partito si è formato a Kharkov in 1902 come coalizione di diversi gruppi populisti.

2. A differenza dei marxisti, gli SR vedevano i contadini russi come una fonte di energia e sentimento rivoluzionario. Le loro politiche principali erano il rovesciamento dello zarismo e la radicale riforma agraria.

3. Nei suoi primi anni, i socialisti-rivoluzionari erano meglio conosciuti per il loro radicalismo e violenza. Gli estremisti della SR hanno compiuto numerosi omicidi motivati ​​politicamente.

4. Il partito divenne più moderato durante la Rivoluzione 1905, acquisì un maggiore sostegno da parte della classe media e schierò candidati per la Duma e l'Assemblea Costituente.

5. La vasta dimensione del movimento socialista-rivoluzionario significava che era incline alla divisione e al fazione, in particolare su questioni critiche come prima guerra mondiale.

Informazioni sulla citazione
Titolo: "I socialisti-rivoluzionari (SR)"
Autori: Jennifer Llewellyn, Steve Thompson
Editore: Alpha History
URL: https://alphahistory.com/russianrevolution/socialist-revolutionaries-srs/
Data di pubblicazione: Luglio 6, 2019
Data di accesso: 25 Novembre 2022
Copyright: Il contenuto di questa pagina non può essere ripubblicato senza la nostra espressa autorizzazione. Per ulteriori informazioni sull'utilizzo, consultare il nostro Condizioni d'uso.