Storico: Orlando Figes

fichi di Orlando

Nome: Orlando Figes

Vissuto: 1957-

Nazionalità: Inglese

Professione: Scrittore e accademico, attualmente professore di storia al Birkbeck College di Londra.

Libri: Una tragedia popolare: la rivoluzione russa 1891-1924 (1996) Interpretazione della rivoluzione russa: il linguaggio e i simboli di 1917 (1999) Natasha's Dance: a Cultural History of Russia (2002) The Whisperers: Private Life in Stalin's Russia (2007).

Prospettive: Revisionista liberale

Sinossi:

Mi Piace Simon Schama, Orlando Figes è uno storico britannico la cui popolarità si è estesa oltre il mondo accademico e verso i lettori in generale. I suoi libri sulla Russia, in particolare Una tragedia popolare e Natasha's Dance, si sono dimostrati popolari tra insegnanti e studenti.

Orlando Figes è nato a Londra e cresciuto da sua madre, una scrittrice e femminista ebrea-tedesca fuggita dal nazismo alla fine degli anni '1930. Ha studiato in una scuola elementare locale prima di iscriversi a leggere storia a Cambridge. A Cambridge, Figes ha completato una laurea con lode, poi un dottorato di ricerca sotto la supervisione del controverso storico Norman Stone. La tesi di dottorato di Figes ha studiato le attività dei contadini nella regione del Volga nei primi anni della Rivoluzione russa.

Il primo grande libro di Figes, Una tragedia popolare, è stato pubblicato su 1996. Vincitore di numerosi premi letterari e storici, racconta la storia della Russia dalla sua devastante carestia 1891 fino a 1924.

Altri hanno categoricamente variato i Figi come liberali-conservatori o revisionisti. È critico Vladimir Lenin, accusando il leader bolscevico di porre le basi per il totalitarismo, la repressione e il genocidio stalinisti. Le figure tendono anche a considerare gruppi e partiti rivoluzionari come collettivi caotici di individui, piuttosto che veri e propri movimenti di massa.

Lo stile di scrittura di Figes utilizza una narrativa ampia e cerca di trovare un equilibrio tra eventi importanti e il loro impatto sugli individui. Dà meno tempo e attenzione all'ideologia politica rispetto ad altri storici. La sua preoccupazione principale è con i russi ordinari e le loro motivazioni e condizioni. Per questo motivo, Figes tende a non fare affidamento sugli scritti di Marx o Lenin come punto di riferimento.

Uno degli approcci di Figes è quello di concentrarsi sugli aspetti culturali della rivoluzione, come parole, linguaggio, simboli, propaganda, umore e altri dispositivi psicologici. Una rivoluzione può iniziare con obiettivi e slogan politici, ma Figes esamina come le idee rivoluzionarie raggiungono, influenzano e motivano la gente comune.

Figes è stato criticato dai suoi colleghi accademici. È stato descritto da alcuni come un "giornalista storico", mentre altri lo hanno accusato di essersi preso le libertà creative con le prove. Nel 2010 Figes ha accettato di risarcire i danni Robert Service e un altro storico, dopo aver ammesso di aver pubblicato recensioni e commenti negativi su un sito Web di Amazon.

Citazioni

“Nella mente del comune contadino, lo zar non era solo un sovrano regale, ma un dio sulla terra. [Il contadino] lo considerava una figura paterna che conosceva personalmente per nome tutti i contadini, comprendeva i loro problemi in tutti i loro minimi dettagli e, se non fosse stato per i boiardi malvagi che lo circondavano, avrebbe soddisfatto le loro richieste. Da qui la tradizione contadina di inviare appelli diretti allo Zar ".

“Mentre nei paesi occidentali la costituzione doveva semplicemente garantire i diritti di una società civile e di una cultura preesistenti, in Russia doveva anche crearli. Doveva educare la società - e lo Stato stesso - ai valori e alle idee del costituzionalismo liberale ".

“Il regime Romanov cadde sotto il peso delle sue stesse contraddizioni interne. Non è stato rovesciato. "

“Il governo provvisorio era un governo di persuasione. Non essendo stato eletto dal popolo, dipendeva in gran parte dal potere della parola stabilire la sua autorità. [I membri del governo provvisorio] ... credevano che il dovere principale della Rivoluzione di febbraio fosse quello di educare le persone ai loro diritti e doveri civici ".

“Il legame tra alfabetizzazione e rivoluzioni è un fenomeno storico ben noto. Le tre grandi rivoluzioni della storia europea moderna - quella inglese, quella francese e quella russa - hanno avuto luogo tutte in società in cui il tasso di alfabetizzazione si avvicinava al 50%. L'alfabetizzazione ha avuto un profondo effetto sulla mente e sulla comunità dei contadini. Promuove il pensiero astratto e consente al contadino di padroneggiare nuove abilità e tecnologie ".

“La terminologia della rivoluzione era una lingua straniera per la maggior parte dei contadini (come in effetti lo era per gran parte degli operai non istruiti) nella maggior parte della Russia. Allo stesso modo, le nuove istituzioni dello stato apparivano strane e aliene a molti contadini ".

"Per troppi di questi nobili rivoluzionari, l'attrazione principale della 'causa' non risiedeva tanto nella soddisfazione che potevano derivare dal vedere migliorata la vita quotidiana delle persone, quanto nella loro ricerca romantica di un senso di ' integrità "che potrebbe dare un significato più alto alle loro vite e porre fine all'alienazione dal mondo".

"Non è stato il marxismo a rendere Lenin un rivoluzionario, ma Lenin che ha reso il marxismo rivoluzionario".

"Convinta che le proprie idee fossero la chiave per il futuro del mondo, che il destino dell'umanità dipendesse dal risultato delle proprie lotte dottrinali, l'intellighenzia russa ha diviso il mondo nelle forze del" progresso "e della" reazione ", amici e nemici della causa popolare, senza lasciare spazio a dubbiosi nel mezzo. Qui erano le origini della visione totalitaria del mondo ".

“Lenin si è allenato con i pesi per rinforzare i muscoli. Faceva tutto parte della cultura macho (le giacche di pelle nera, la retorica militante, la fede nell'azione e il culto della violenza) che era l'essenza del bolscevismo ".

"In nessun luogo [più della Russia] l'artista è stato più gravato dal compito di guida morale e profezia nazionale, né più temuto e perseguitato dallo stato".

Informazioni sulla citazione
Titolo: "Storico: Orlando Figes"
Autori: Jennifer Llewellyn, Steve Thompson
Editore: Alpha History
URL: https://alphahistory.com/russianrevolution/historian-orlando-figes/
Data di pubblicazione: 30 Marzo 2015
Data di accesso: Gennaio 27, 2023
Copyright: Il contenuto di questa pagina non può essere ripubblicato senza la nostra espressa autorizzazione. Per ulteriori informazioni sull'utilizzo, consultare il nostro Condizioni d'uso.