Storico: Richard Pipes

tubi richard

Nome: Richard Pipes

Vissuto: 1923-2018

Nazionalità: Americano di etnia polacco-ebraica.

Professione: Scrittore, accademico, consulente per la sicurezza della guerra fredda.

Libri: La Russia sotto il vecchio regime (1974) La rivoluzione russa (1990) La Russia sotto il regime bolscevico (1993) I tre perché della rivoluzione russa (1995) Comunismo: una storia (2001).

Prospettive: Liberale-conservatore occidentale.

Sinossi

Richard Pipes era uno storico ebreo-americano specializzato in Russia zarista, Rivoluzione russa e Unione Sovietica. Pipes è nato nel sud della Polonia, figlio di un uomo d'affari della classe media. La famiglia si trasferì in seguito a Varsavia, ma fu costretta a fuggire dall'invasione nazista nel 1939. Si trasferirono negli Stati Uniti attraverso l'Italia.

Dopo aver prestato servizio nella US Air Corps nella Seconda Guerra Mondiale, Pipes completò una laurea in storia presso la Cornell University e un dottorato ad Harvard. Si unì allo staff di Harvard in 1958 e vi rimase per quasi quattro decenni.

Pipes è autore del suo primo lavoro sulla Russia in 1954. Ha iniziato a scrivere in modo prolifico negli 1970, scrivendo opere sulla Russia zarista, sulla politica sovietica e sul bolscevico diventato liberale Peter Struve.

La negatività di Richard Pipes verso il comunismo, il Rivoluzione d'ottobre, Vladimir Lenin e bolscevichi era coerente e severo. Descrive Lenin come un usurpatore, un ladro politico che ha aspettato fino al Governo provvisorio era nel suo punto più debole, poi ha strappato il potere illegittimamente e senza un'ampia base di sostenitori.

Secondo Pipes, la violenza e il terrore erano inevitabili nella Russia post-1917, in parte a causa del socialismo ma soprattutto a causa di Lenin e dei suoi seguaci. I bolscevichi, che erano stati allevati con una dieta di violenza e oppressione, governavano nell'unico modo in cui sapevano.

Al contrario, promuove Pipes Lavr Kornilov come il leader che, dato il sostegno e la correttezza, avrebbe potuto salvare la Russia. Loda la forza e l'adesione di Kornilov all'interesse nazionale, trascurando i brutali precedenti del generale e i legami con l'antisemitismo. Pipes afferma che il complotto di Kornilov dell'agosto 1917 fu, in effetti, opera di Alexander Kerensky.

Richard Pipes era così contrario al comunismo e al regime sovietico che negli anni '1970 fu scelto dal governo degli Stati Uniti per guidare un comitato indipendente che esaminava i livelli delle armi sovietiche. Il comitato Pipes, chiamato Team B, rivendicò tutti i tipi di espansione e avanzamento militare sovietico, molti dei quali furono in seguito rivelati falsi.

Nonostante ciò, Pipes fu in seguito nominato consigliere del Consiglio di sicurezza nazionale per gli affari sovietici, al presidente Ronald Reagan in 1981.

Citazioni

"Diventa evidente che la nozione marxista secondo cui la rivoluzione risulta sempre dal malcontento sociale (" di classe ") non può essere sostenuta ... i fattori decisivi erano in modo schiacciante politici".

“Lenin deve la sua importanza storica non alla sua abilità politica, che era molto inferiore, ma al suo potere generale. È stato uno dei grandi conquistatori della storia ".

“La facilità con cui i bolscevichi hanno rovesciato il governo provvisorio ha convinto molti storici che il colpo di stato di ottobre era“ inevitabile ”. Ma può apparire come tale solo in retrospettiva. Lo stesso Lenin pensava che fosse un'impresa estremamente rischiosa ".

“Il marxismo e il bolscevismo ... erano il prodotto di un'era nella vita intellettuale europea ossessionata dalla violenza. Nessuno ha abbracciato questa filosofia con più entusiasmo dei bolscevichi: la violenza "spietata", la violenza che si sforzava di distruggere ogni avversario effettivo e potenziale, era ... l'unico modo per affrontare i problemi ".

"La Cheka ei suoi successori hanno assimilato le pratiche della polizia segreta zarista a tal punto che fino agli anni '1980, il KGB distribuiva al suo personale manuali preparati dall'Okhrana quasi un secolo prima".

“Stalin era un vero leninista in quanto seguiva fedelmente la filosofia e le pratiche politiche del suo patrono. Ogni ingrediente di quello che è diventato noto come stalinismo tranne uno - l'assassinio di compagni comunisti - lo aveva imparato da Lenin ".

Informazioni sulla citazione
Titolo: "Storico: Richard Pipes"
Autori: Jennifer Llewellyn, Steve Thompson
Editore: Alpha History
URL: https://alphahistory.com/russianrevolution/historian-richard-pipes/
Data di pubblicazione: 3 Maggio 2019
Data di accesso: 25 Novembre 2022
Copyright: Il contenuto di questa pagina non può essere ripubblicato senza la nostra espressa autorizzazione. Per ulteriori informazioni sull'utilizzo, consultare il nostro Condizioni d'uso.