Citazioni - anni 1780

Questa pagina contiene una raccolta di citazioni della rivoluzione americana di leader rivoluzionari, figure contemporanee e storici di spicco, relative alla crisi e alle riforme degli 1780. Queste citazioni sono state raccolte e compilate dagli autori di Alpha History. Se desideri contribuire con un preventivo interessante o utile, per favore contatta Alpha History.

“Gli Stati separatamente hanno idee molto inadeguate sul pericolo attuale. Le controversie di partito e le liti personali sono il grande affare della giornata, mentre le preoccupazioni della nazione sono secondarie ".
George Washington, 1778

"I nostri connazionali hanno tutta la follia dell'asino e tutta la passività delle pecore".
Alexander Hamilton, 1780

"Il Congresso è responsabile di tutto e incapace di fare nulla, odiato dai creditori pubblici, insultato dai soldati e non sostenuto dai cittadini".
Benjamin Hawkins, 1783

"Un popolo disunito fino alla fine dei tempi, sospettoso e diffidente l'uno dell'altro, [gli americani] saranno divisi e suddivisi in piccoli commonwealth ... senza centro di unione e nessun interesse comune."
Josiah Tucker, Decano di Gloucester, 1783

"Dobbiamo appendere tutti insieme o, sicuramente, impicceremo separatamente."
Benjamin Franklin

"Coloro che rinunciano alla libertà essenziale per acquistare un po 'di sicurezza temporanea non meritano né libertà né sicurezza".
Benjamin Franklin

"La rivoluzione più grande e completa che il mondo abbia mai conosciuto, compiuta gloriosamente e felicemente."
Thomas Paine, 1783

"Temo che potremmo vivere per vedere un'altra rivoluzione."
John Marshall della Virginia, 1786

"Anche personaggi rispettabili parlano di una forma di governo monarchica senza orrore".
George Washington, 1786

“Le persone sono turbolente e cambiano; raramente giudicano bene o prendono una buona decisione ".
Alexander Hamilton, 1787

"Le elezioni in carica, che sono i grandi oggetti dell'ambizione, guardo con terrore!"
John Adams, 1787

“La guerra americana è finita, ma questo è lontano dall'essere il caso della rivoluzione americana. Resta ancora da stabilire e perfezionare le nostre nuove forme di governo ".
Dr Benjamin Rush, 1787

"Sarebbe un feto della monarchia!"
Edmund Randolph alla presidenza, 1787

“Via il tuo presidente! Avremo un re ... l'esercito lo saluterà come monarca; la tua milizia ti lascerà e ti aiuterà a farlo re e combatterà contro di te. E cosa hai per opporti a questa forza? Che ne sarà di te e dei tuoi diritti? "
Patrick Henry, 1788

“La nostra nuova Costituzione è ora stabilita e ha un aspetto che promette stabilità; ma in questo mondo non si può dire che sia certo, tranne la morte e le tasse ".
Benjamin Franklin, 1789