The Guomindang

Guomindang
L'esercito nazionalista del Guomindang durante la seconda guerra mondiale

Il Guomindang (Wade-Giles: Kuomintang), o Partito nazionalista cinese, è stato il più grande partito rivoluzionario e repubblicano della Cina fino alla fine degli anni '1930. La sua missione principale era quella di unificare la Cina sotto un governo repubblicano.

sommario

Formato da Sun Yixian ei suoi seguaci nel 1912, il Guomindang divenne il più grande partito in entrambe le Camere dell'Assemblea Nazionale, la nuova legislatura cinese. Quando presidente autocratico Yuan Shikai rese l'assemblea impotente e sciolta, dichiarò anche il Guomindang un'organizzazione illegale.

Costretti all'esilio, il Guomindang ei suoi leader hanno lanciato una lotta di 15 anni per riunificare la Cina e ripristinare un governo veramente repubblicano. Il Guomindang sviluppò un proprio braccio militare, l'Esercito Rivoluzionario Nazionale, che finalmente raggiunse la riunificazione nel 1927-28.

Guidati da Jiang Jieshi, i Guomindang furono in grado di formare un governo nazionale e governare la Cina - o la maggior parte di essa - fino all'occupazione giapponese alla fine degli anni '1930.

Origini

Le origini del Guomindang possono essere trovate nei club politici nazionalisti, nelle società letterarie e nei gruppi di riforma attivi alla fine del 1800 e all'inizio del 1900. In Cina, questi gruppi erano piccoli, riservati e non facevano altro che parlare. Al di fuori della Cina, erano popolati da studenti ed espatriati cinesi e più visibili.

Due importanti gruppi di piantine erano quelli di Sun Yixian Xingzhonghui (Revive China Society), che ha chiesto l'espulsione degli stranieri e la formazione di un governo cinese unificato, e il Tongmenghui (Alleanza rivoluzionaria cinese), che ha promosso il rovesciamento dei Manciù e l'introduzione della riforma agraria.

Questi gruppi hanno alimentato il radicalismo politico e il nazionalismo in Cina, idee che hanno contribuito alla rivoluzione Xinhai o 1911 che alla fine ha rovesciato il Dinastia Qing. Sebbene il Guomindang non fosse ancora formato, molti dei suoi futuri membri parteciparono al congresso del dicembre 1911 a Nanchino, dove Sun Yixian fu eletto presidente di una nuova repubblica cinese.

formazione

Guomindang
Membri dell'assemblea nazionale della Repubblica di Cina nel 1916

Il Guomindang fu formalmente costituito a Pechino alla fine di agosto 1912, con la fusione dei Tongmenghui e di altri cinque gruppi nazionalisti. Doveva essere un partito politico parlamentare, per partecipare alla neonata Assemblea nazionale.

Il suo principale architetto era Song Jiaoren, che divenne il primo presidente del Guomindang, mentre Sun Yixian rimase la polena del partito e il mentore ideologico.

Il Guomindang era candidato alle elezioni per l'Assemblea nazionale della nuova repubblica, tenutesi nel dicembre 1912 e nel gennaio 1913. Per gli standard moderni, queste elezioni erano tutt'altro che democratiche. Il voto era limitato ai maschi di età superiore ai 21 anni che potevano dimostrare la proprietà della proprietà o il completamento dell'istruzione rudimentale.

Solo circa il sei per cento di tutti i cinesi era idoneo alla registrazione degli elettori. La bassa affluenza alle urne in alcune zone ha ulteriormente ridotto la partecipazione. I membri dell'assemblea non sono stati eletti direttamente ma sono stati invece scelti da elettori nominati, un processo segnato da tangenti e corruzione.

Assemblea Nazionale

Il Guomindang ha vinto la parte del leone dell'assemblea, finendo con circa il 45 per cento dei seggi in entrambe le Camere (269 dei 596 seggi alla Camera dei Rappresentanti e 123 dei 274 seggi al Senato).

In poco tempo, l'Assemblea nazionale si è trovata impotente, incapace di affermare alcuna autorità o di controllare il potere presidenziale di Yuan Shikai. Governi democratici, assemblee rappresentative e partiti politici erano tutti concetti nuovi per i cinesi - e non erano né attendibili né rispettati.

Anche l'Assemblea nazionale è stata spostata da Nanchino a Pechino, dalla base dei sostenitori di Guomindang nel sud al nord dominato dallo Yuan Shikai. Gran parte del primo mandato dell'Assemblea è stato passato a cavillare e litigare su come ridurre i poteri del presidente.

Nel marzo 1913, Song Jiaoren, all'epoca leader parlamentare del partito e critico schietto di Yuan Shikai, fu ucciso a colpi di arma da fuoco in una stazione ferroviaria di Shanghai. L'omicidio è stato quasi certamente ordinato dai sostenitori di Shikai, se non dallo stesso presidente.

"Seconda rivoluzione"

Guomindang
Sun Yixian nell'uniforme di un grande maresciallo

Con Shikai sulla via della dittatura, il Guomindang organizzò e istigò una rivolta armata che in seguito fu soprannominata la Seconda Rivoluzione.

Nel luglio 1913, i politici di Guomindang in quattro province centrali e meridionali (Anhui, Jiangsu, Hunan e Guangdong) dichiararono la loro indipendenza da Pechino. Shikai ha risposto rapidamente e brutalmente, inviando i suoi eserciti a sud per catturare Nanchino. Sun Yixian fu costretto a fuggire in Giappone, poiché le forze militari fedeli al Guomindang furono decimate o disperse.

Nelle ultime settimane del 1913, Shikai ordinò ai membri di Guomindang di essere espulsi da tutte le posizioni di governo. Poco dopo ha annunciato lo scioglimento a tempo indeterminato dell'Assemblea nazionale.

Movimento rivoluzionario

Da questo punto, il Guomindang è passato a un movimento rivoluzionario. Sun Yixian trascorse i successivi tre anni in Giappone, cercando di modellare il Guomindang in un'organizzazione più stretta e disciplinata. I suoi primi tentativi furono in gran parte infruttuosi e pochi credevano che il Guomindang fosse in grado di resistere a Yuan Shikai o potenti signori della guerra.

Sun tornò nella Cina meridionale nel 1917, subito dopo la morte di Shikai, dove continuò la lotta per far rivivere e tenere insieme il fatiscente Guomindang.

Nel 1923 Sun aveva trasformato con successo il Guomindang da un partito parlamentare in giacca e cravatta in un gruppo rivoluzionario militante. La struttura del partito divenne meno democratica e più gerarchica e disciplinata. Inoltre è diventato più autoritario, come evidenziato dalla formazione di un potente comitato esecutivo e l'elevazione di Sun Yixian a "gran maresciallo".

La leadership di Sun Yixian

Ora dirigendo il partito piuttosto che rappresentarne i membri, Sun iniziò a stringere legami con individui e gruppi che potevano aiutarlo a riunificare la Cina e ristabilire il governo repubblicano.

Con l'appoggio dei signori della guerra del sud, Sun e il Guomindang riuscirono a formare una repubblica militare nella provincia del Guangdong, con capitale a Guangzhou, non lontano da Hong Kong e Macao.

Sun ha anche chiesto il sostegno dei comunisti russi e cinesi. Un piccolo gruppo di consiglieri dell'Unione Sovietica, guidati da Mikhail Borodin, arrivò a Guangzhou all'inizio del 1923. Fornirono ai leader di Guomindang consigli sulla disciplina di partito, l'addestramento militare e le tattiche.

I sovietici hanno esortato il Guomindang a formare un'alleanza di lavoro con il nascente Partito comunista cinese (CCP), allora con sede a Shanghai. Sun Yixian acconsentì e facilitò un'alleanza tra il Guomindang e il PCC, in seguito noto come Primo Fronte Unito.

L'accademia di Huangpu

Guomindang
Le porte dell'Accademia militare di Whampoa a Guangzhou

Come ci si poteva aspettare, una delle massime priorità del Guomindang era la formazione di un'ala militare abbastanza forte da sopprimere il signore della guerra. Nel giugno 1924, il Guomindang, con il sostegno dei comunisti cinesi e russi, aprì l'Accademia militare di Huangpu a Guangzhou.

Huangpu (Wade-Giles: Whampoa) era una moderna struttura di formazione, modellata su istituzioni simili nella Russia sovietica. È stato progettato per costruire un esercito rivoluzionario "da zero". I soldati di fanteria furono introdotti e addestrati a Huangpu, tuttavia, il suo obiettivo principale era la preparazione degli ufficiali.

Decine di diplomati Huangpu sarebbero diventati comandanti importanti sia dell'Esercito Rivoluzionario Nazionale (il braccio militare del Guomindang) che dell'Armata Rossa comunista. L'addestramento e le lezioni a Huangpu furono impartite da rivoluzionari cinesi e consiglieri militari sovietici inviati dal Comintern.

Il primo comandante di Huangpu era il giovane protetto militare di Sun, Jiang Jieshi, mentre il futuro leader del Partito Comunista Cinese (PCC) Zhou Enlai era responsabile del dipartimento politico dell'accademia.

Nell'estate del 1925, c'erano abbastanza diplomati Huangpu per il Guomindang per assemblare un nuovo esercito. Ad agosto i nazionalisti amalgamarono questo esercito con altri quattro eserciti provinciali fedeli al Guomindang. Questa forza combinata fu soprannominata Esercito Rivoluzionario Nazionale e posta sotto il comando di Jiang Jieshi.

Dopo Sun Yixian

Un altro problema che il Guomindang dovette affrontare nel 1925 fu la leadership del partito dopo Sun Yixian. A Sun è stato diagnosticato un cancro al fegato l'anno precedente. Dopo mesi di peggioramento della salute, morì nel marzo 1925.

Per anni, la leadership e la statura di Sun sono state determinanti nel tenere insieme il Guomindang. Il Guomindang era un partito altamente diviso in fazioni, contenente una diversità di punti di vista politici - dai comunisti ai liberali, dai militaristi ai neofascisti.

La morte prematura di Sun all'età di 58 anni ha lasciato il partito senza una polena unificante o un ovvio successore. Per i due anni successivi, il Guomindang ha sopportato una lotta per il potere tra tre potenziali leader: la sinistra Wang Jingwei, il conservatore Hu Hanmin e il militarista Jiang Jieshi.

La questione di chi avrebbe guidato il Guomindang rimase irrisolta fino alla sua campagna militare per riunificare la Cina alla fine degli anni '1920.

Il punto di vista di uno storico:
“La sua riorganizzazione del 1924 fu lo sforzo più vigoroso del partito per stabilire un quadro per la definizione delle politiche e l'amministrazione. Prima di allora, le politiche del partito erano state determinate in gran parte da Sun Yixian, con consultazioni occasionali con i suoi luogotenenti principali. La legittimità dell'autorità di Sun era basata sul suo carisma, una situazione che va contro tutte le routine istituzionali… Le prove suggeriscono che i desideri personali di Sun continuarono a guidare il partito anche dopo la sua riorganizzazione. [Egli] ignorava i chiari poteri concessi all'Esecutivo centrale e "li utilizzava solo come dispositivo amministrativo minore". Così Sun lasciò un'eredità dannosa al partito quando morì improvvisamente nel 1925 ".
Hung-mao Tien

rivoluzione cinese

1. Il Guomindang, o Partito nazionalista cinese, si formò in 1912, come fusione del Tongmenghui e di altri gruppi nazionalisti.

2. Il Guomindang iniziò inizialmente come partito parlamentare, contestando con successo le elezioni in 1912-13 e fornendo decine di deputati alla nuova Assemblea Nazionale.

3. Dopo la presa del potere di Yuan Shikai nel 1913-16, Sun Yixian trasformò il Guomindang in un partito rivoluzionario militarizzato con sede a Guangzhou.

4. Negli anni '1920 Sun chiese consiglio e sostegno a Mosca e ai signori della guerra del sud; negoziato un'alleanza con i comunisti cinesi; costruì l'Accademia Huangpu e formò l'Esercito Rivoluzionario Nazionale.

5. La morte di Sun Yixian a marzo 1925 ha lasciato il Guomindang senza leader, diviso in fazioni e rischiando una lotta di potere di divisione tra Wang Jingwei e Jiang Jieshi.

Informazioni sulla citazione
Titolo: "The Guomindang"
Autori: Glenn Kucha, Jennifer Llewellyn
Editore: Alpha History
URL: https://alphahistory.com/chineserevolution/guomindang/
Data di pubblicazione: 8 settembre 2019
Data di accesso: Giugno 08, 2022
Copyright: Il contenuto di questa pagina non può essere ripubblicato senza la nostra espressa autorizzazione. Per ulteriori informazioni sull'utilizzo, consultare il nostro Condizioni d'uso.