Citazioni: imperialismo straniero e pugili

Questa pagina contiene una raccolta di citazioni della Rivoluzione cinese sull'imperialismo straniero e sui pugili, fatte da eminenti leader, figure, osservatori e storici. Queste citazioni sono state selezionate e compilate dagli autori di Alpha History. Se desideri suggerire un preventivo per queste pagine, per favore contatta Alpha History.

"Il commercio di contrabbando di oppio è in questo momento la più grande barriera al Vangelo in Cina ... Il governo di una nazione che non possiede la Bibbia e non è benedetta dalla luce del Vangelo [sta] lavorando per proteggere il suo popolo da una pestilenza morale, che sta portando sgomento, povertà e miseria in tutto il paese. "
Chiesa presbiteriana d'Inghilterra, 1841

“I preti [cristiani] sono per la maggior parte educati alla loro professione sin dall'infanzia. Sono evirati ... Coloro che si convertono a questa religione praticano la sodomia con i sacerdoti senza ritegno. Questo si chiama "aggiunta di conoscenza" ... Ogni settimo giorno eseguono il culto, che chiamano Messa. Quando la cerimonia è finita, tutti si abbandonano a rapporti sessuali indiscriminati ... Le spose sono tenute a trascorrere la prima notte con il suo insegnante di religione ... Quando un padre muore suo figlio può sposare sua madre ... Dal re fino al popolo, tutti [i cristiani] sono soggetti all'autorità delle loro mogli ".
Death Blow to Corrupt Dottrines, un opuscolo anti-cristiano, 1870

"Quando i barbari stranieri predicano la loro religione, dicono che stanno esortando gli uomini a fare del bene, ma in realtà stanno sconvolgendo il nostro governo, creando scompiglio nel nostro sistema, distruggendo le nostre usanze e ingannando il nostro popolo - vale a dire, loro vogliono trasformare il popolo cinese in barbari ".
Liu Dapeng, insegnante della provincia dello Shanxi, 1899

"Gli esercizi ginnici [dei Pugili], da cui derivano il loro nome ... consistevano nel inchinarsi fino a terra, colpire la fronte a terra tre volte ciascuno verso est e poi verso sud, quindi lanciarsi di schiena e sdraiarsi immobile per diversi minuti, dopodiché si lanciavano da una parte all'altra un certo numero di volte e, infine, alzandosi, eseguivano una serie di posizioni, come se parassero i colpi e facessero dei passaggi a un nemico ".
Dott. Robert Coltman, medico americano alla corte reale di Qing, 1900

"Le storie di bambini che mangiavano [da parte di stranieri] erano attuali ... Ho osservato che quando noi stranieri siamo entrati in una delle strade più povere, molte persone prendevano i loro bambini e si precipitavano con loro nelle case".
Isabella Bird, viaggiatore inglese

“Nessuna pioggia viene dal cielo
La terra è arida e secca
E tutto perché le chiese [cristiane]
Ho imbottigliato il cielo. "
Poesia anti-straniera, 1900

“Quando finalmente tutti i diavoli stranieri
Sono espulsi fino all'ultimo uomo
Il Grande Qing, unito, insieme
Porterà la pace in questa nostra terra. "
Poesia del pugile, 1900

“Sei personalmente invitato a incontrarti il ​​settimo giorno della nona luna. Eleva i Manciù! Uccidi gli stranieri! A meno che questa chiamata non venga obbedita, perderai la testa. "
Cartello da pugile, 1900

“Ravviva il Qing! Distruggi lo straniero! "
Slogan del pugile, 1899-1901

“Forse non si può fare affidamento sulla loro magia, ma non possiamo fare affidamento sui cuori e sulle menti delle persone? Oggi la Cina è estremamente debole. Abbiamo solo i cuori e le menti delle persone da cui dipendere. Se li mettiamo da parte e perdiamo il cuore della gente, cosa possiamo usare per sostenere il Paese? "
Imperatrice vedova Cixi sugli imperialisti stranieri in Cina

“Il mio sangue scorre freddo al pensiero degli eventi a venire. Sotto qualsiasi sovrano illuminato questi Boxer - con le loro ridicole pretese di poteri soprannaturali - sarebbero stati sicuramente condannati a morte molto tempo fa ... Vostre Maestà sono ancora nelle mani dei traditori, considerando questi Boxer come vostri soggetti obbedienti ".
Li Hongzhang, politico e consigliere di Qing

"Emettere un decreto a tutti i capi provinciali dicendo loro che devono incoraggiare la nobiltà e il popolo ... a bruciare chiese straniere, saccheggiare merci straniere, uccidere mercanti stranieri e affondare navi straniere".
Il consiglio del principe Chun alla Dowager Empress Cixi, 1900

“Il paradiso vede come vede la gente; Il cielo sente come la gente sente ... La Cina è debole, l'unica cosa su cui possiamo dipendere sono i cuori delle persone ".
Imperatrice vedova Cixi durante la Ribellione dei pugili

"Cristiani e pugili sono entrambi figli dello stato, e la Corte si prende cura di entrambi in egual modo".
Imperatrice vedova Cixi, 1900 di giugno

“Gli stranieri sono come i pesci nella casseruola. Per 40 anni ho mangiato l'amarezza a causa loro. "
Imperatrice vedova Cixi, 1900

"Come forza combattente [i Boxer] sono assolutamente inutili, ma le loro pretese di arti e magia soprannaturali potrebbero essere preziose allo scopo di scoraggiare il nemico ... Ma sarebbe sbagliato, per non dire fatale, per noi allegare qualsiasi fede alle loro ridicole affermazioni ... I Boxer non sono truppe addestrate ma sono pronti a combattere e ad affrontare la morte. È davvero una sorpresa gratificante vedere qualcuno del nostro popolo mostrare coraggio e testimoniare il loro entusiasmo nel regolare i vecchi conti contro lo straniero ".
Ronglu, Qing generale, 1900

“Ora [le potenze straniere] hanno iniziato l'aggressione e l'estinzione della nostra nazione è imminente. Se solo incrociamo le braccia e ci arrendiamo a loro, non avrei la faccia di vedere i nostri antenati dopo la morte. Se dobbiamo morire, perché non combattere fino alla morte? "
Imperatrice vedova Cixi durante la Ribellione dei pugili

“Non ho sentito nulla dal mio governo sull'argomento ... Mi sembra che si tratti di un disturbo locale che non coinvolge alcuna ampia questione internazionale. Non so cosa sia il disturbo. Non so niente di cosa siano i Boxer. "
Wu Tingfang, ambasciatore della Cina negli Stati Uniti, maggio 1900

“Ronglu ha le armi di cui il mio esercito ha bisogno. Con il loro aiuto non sarebbe rimasta una pietra in piedi in tutto il Quartiere della Legazione ".
Dong Fuxiang, generale Qing che si schierò dalla parte dei pugili

“Al tramonto, c'era un enorme trambusto insieme a suoni di urla e lamenti. Si è scoperto che i Boxer avevano bruciato a morte diverse dozzine di famiglie cristiane. Un operaio andato a dare un'occhiata ha riferito che gli uomini delle famiglie erano fuggiti, lasciando solo le donne, che erano state incenerite nelle loro case. Quando una giovane donna è scappata dalle fiamme, il suo ventre è stato squarciato con una spada dai Boxer. Si poteva sentire il suono della pelle che si separava dalle ossa. Diversi pugili hanno afferrato la donna per le cosce e le braccia e l'hanno gettata di nuovo tra le fiamme. La ferocia era indicibile. "
Ai Sheng, testimone oculare della Rivolta dei Boxer, 1900

"Se i cinesi possono essere trattenuti stasera, possiamo scavare in modo che non riescano a sfondare."
Captain Hall, ufficiale americano nella legazione di Pechino, luglio 1900

“Dopo aver ucciso mogli e figli per evitare che cadessero nelle grinfie dei cinesi frenetici, gli stranieri a Pechino sono stati falciati. I selvaggi li uccisero come bestie. Nessuno dei 1,800 bianchi, uomini, donne e bambini fu lasciato vivo a Pechino ... L'ultimo bianco morì combattendo ei mongoli impazziti di sangue [Boxer] dovettero sfogare la loro infernale ingegnosità sui cadaveri ".
New York Diario serale, Luglio 1900

“I cinesi hanno osato ribaltare un diritto internazionale millenario e prendere in giro la santità del diplomatico e il diritto all'ospitalità ... Quando incontri il nemico, colpiscilo. Il perdono non sarà dato. I prigionieri non saranno presi. Chiunque cadrà nelle tue mani sarà incamerato ... Fai in modo che il nome tedesco sia ricordato in Cina per mille anni in modo che nessun cinese oserà mai più nemmeno strizzare gli occhi a un tedesco. "
Il sovrano tedesco Guglielmo II, rivolgendosi alle truppe che si imbarcano per la Cina, 1900

"Coloro che sono rimasti [a Pechino] sono stati trattati come se fossero tutti pugili o spie, e sono stati liberamente saccheggiati, le loro case bruciate e loro stessi scacciati verso qualsiasi destino che potesse aspettarli".
Un missionario americano sull'occupazione delle otto nazioni di Pechino, 1900

“La Cina non ha mai voluto gli stranieri più di quanto gli stranieri volessero i cinesi. Su questa domanda, sono sempre con i Boxer. Il Boxer è un patriota. Ama il suo paese meglio di quanto ami i paesi di altre persone ".
Mark Twain, scrittore statunitense, 1900

"Dovresti cogliere una prima opportunità per far sapere al governo cinese che, in caso di loro ... schierarsi incondizionatamente dalla parte degli Alleati, il governo di Sua Maestà ha tutte le intenzioni di soddisfare successivamente le ragionevoli richieste della Cina con uno spirito generoso ..."
Telegramma del Foreign Office britannico, 1917

“Abbiamo ascoltato le dichiarazioni pubbliche delle potenze [occidentali], che dopo la guerra, la giustizia e l'uguaglianza regneranno tra le nazioni. Crediamo in loro e nutriamo grandi speranze in loro. Ci aspettiamo che, attuandoli nella pratica in Cina, una delle prime cose che verranno fatte sarà una revisione ragionevole ed equa dei nostri trattati [per] favorire lo sviluppo indipendente della Cina ".
Wu Tingfang, diplomatico cinese, 1918