Deng Xiaoping

deng xiaoping

Deng Xiaoping (1904-1997) è stato un rivoluzionario cinese, politico e riformatore economico che divenne il leader della Repubblica popolare dopo la morte di Mao Zedong.

sfondo

Deng è nato in una famiglia della classe media nella provincia del Sichuan. All'età di 15, Deng lasciò la Cina per studiare e lavorare in Francia. Fu lì che fu esposto per la prima volta alle idee marxiste e si unì alla Lega giovanile comunista cinese.

Deng trascorse del tempo a studiare a Mosca prima di tornare in Cina nel 1927. Diventò attivo nel Partito comunista cinese (PCC) e ha scalato i ranghi del partito, partecipando al Lunga marcia e condurre campagne militari contro i giapponesi e i nazionalisti. 

Deng divenne il segretario generale del partito nel 1954. Per la maggior parte degli anni '1950 fu un convinto sostenitore di Mao Zedong, tuttavia, gli effetti devastanti del Grande balzo in avanti portò Deng a prendere le distanze dalla visione economica radicale di Mao.

Pragmatico economico

Deng era più un pragmatico economico che un ideologo socialista. Il suo scopo era il recupero prima e il socialismo in secondo luogo, una visione sposata nella famosa osservazione di Deng "Non importa se un gatto è bianco o nero, fintanto che cattura i topi".

Dopo l'uscita di Mao dal potere nel 1959, la politica economica della Cina fu guidata da Deng, Liu Shaoqi, Chen Yun e Zhou Enlai. Questo gruppo ha avviato radicali riforme economiche come il ripristino della proprietà terriera privata, una riduzione delle dimensioni dei collettivi agricoli e il ripristino del mercato. Questi cambiamenti ha permesso all'economia di riprendersi lentamente nei primi 1960.

Le riforme di Deng furono guardate con occhio di disapprovazione da Mao Zedong, che le considerava una deviazione capitalista dalla sua visione rivoluzionaria. Quando Mao ha avviato il Rivoluzione culturale nel 1966 Deng fu immediatamente preso di mira, anche se non così brutalmente come Liu Shaoqi.

Alla fine Deng è stato espulso dal governo e dal partito e costretto a trasferirsi in una provincia rurale, dove ha lavorato producendo parti di trattori. Le Guardie Rosse hanno anche vittimizzato la famiglia di Deng, spingendo suo figlio Deng Pufang fuori dalla finestra del quarto piano, un incidente che lo ha lasciato paraplegico.

Emarginato politico

Deng Xiaoping rimase nel deserto politico per otto anni. Nel 1974, Zhou Enlai, lui stesso nelle prime fasi di una malattia terminale, convinse Mao a restaurare Deng e lo nominò vice-premier. Deng tornò e divenne un membro influente del governo.

Quando Zhou Enlai morì nel gennaio 1976, Deng fu di nuovo preso di mira, questa volta dalla "Gang of Four", che vedeva Deng come il loro principale rivale per il potere. La morte di Mao Zedong e il Una banda di quattroLa caduta e l'arresto hanno permesso a Deng di ricostruire la sua posizione nel PCC per la terza volta.

Nel 1981 Deng era diventato primo ministro della Repubblica popolare e capo del Partito comunista. È diventato, secondo uno storico, un "Krusciov cinese", chiedendo un esame aperto e onesto del regime maoista e alcune critiche alle sue politiche. Tuttavia, non lasciò che questa critica si estendesse troppo in là, dicendo nel 1980:

“Lo stendardo del pensiero di Mao Zedong non può mai essere scartato. Buttarlo via significherebbe negare la gloriosa storia del nostro partito. Sarebbe anche sconsiderato dire troppo sugli errori del compagno Mao Zedong. Dire troppo significherebbe annerire il compagno Mao, e questo annerirebbe il paese stesso. Questo andrebbe contro la storia. "

Deng rimase il leader più potente in Cina fino alle sue dimissioni in 1992. Morì cinque anni dopo, all'età di 92.

Informazioni sulla citazione
Titolo: "Deng Xiaoping"
Autori: Glenn Kucha, Jennifer Llewellyn
Editore: Alpha History
URL: https://alphahistory.com/chineserevolution/deng-xiaoping/
Data di pubblicazione: Gennaio 13, 2019
Data di accesso: Luglio 02, 2022
Copyright: Il contenuto di questa pagina non può essere ripubblicato senza la nostra espressa autorizzazione. Per ulteriori informazioni sull'utilizzo, consultare il nostro Condizioni d'uso.