Dowager Empress Cixi: la 'Dragon Lady'

imperatrice vedova cixi
Imperatrice vedova Cixi, fotografata con donne occidentali

Imperatrice vedova Cixi (Wade-Giles: Tz'u-hsi) è stato il sovrano virtuale della Cina per quasi l'ultimo mezzo secolo del Dinastia Qing. Cixi divenne un cane da guardia per il conservatorismo Qing, i valori Manchu e il neo-confucianesimo. Non le piaceva il cambiamento politico e sociale e resisteva dove poteva.

sommario

La storia dell'ascesa al potere di Cixi è straordinaria. Nata in un'epoca in cui le donne cinesi erano politicamente invisibili, Cixi è riuscita ad acquisire un'enorme influenza politica. Lo ha fatto sfruttando la sua posizione di concubina reale, impegnandosi in intrighi di corte e manipolando coloro che la circondano.

Alla fine degli anni '1860 del XIX secolo, Cixi era diventato l'individuo più potente della Cina. La sua volontà e la sua portata superavano persino due imperatori maschi, che lei spesso aggirava o respingeva.

Negli ultimi 20 anni della sua vita, la Dowager Empress si è ufficialmente ritirata dalla vita pubblica. Rimase nelle sue residenze estive e viaggiò poco, eppure mantenne ed esercitò un potere considerevole, agendo come un ragno vigile nel cuore di una gigantesca ragnatela.

concubinato

Cixi nacque Lan Kueu nel 1835, figlia di un funzionario minore manciù. Una bambina di una certa bellezza, all'età di 15 anni è stata selezionata come potenziale concubina per l'imperatore Xianfeng e trasferita nella Città Proibita.

All'età di 18 anni, Lan Kueu è stata elevata allo status di concubina. Nell'aprile 1856, la ventenne diede alla luce l'unico figlio dell'imperatore, Zaichun, un'impresa che le valse un'altra promozione nella gerarchia del palazzo.

L'imperatore Xiangfeng morì nel 1861, poco dopo la disastrosa Seconda Guerra dell'oppio. Lasciò il trono a Zaichun di cinque anni, che fu incoronato imperatore Tongzhi. Come madre dell'imperatore regnante, Cixi ricevette il titolo di cortesia Dowager Empress.

Insieme con Ci'an, la vedova dell'Imperatore Xianfeng, Cixi fu lasciata responsabile del benessere e dello sviluppo di suo figlio. Le questioni di governo erano lasciate a un consiglio di reggenza di otto ministri, che avevano il compito di governare fino a quando l'imperatore Tongzhi non avesse raggiunto l'età adulta.

Potere attraverso la manipolazione

imperatrice vedova cixi
Il figlio di Cixi, il futuro imperatore Tongzhi, allo studio

A questo punto, Cixi era diventato abile nella manipolazione, negli intrighi di palazzo e nei giochi di potere. Attraverso prove contraffatte e false testimonianze, ha progettato l'arresto degli otto ministri, tre dei quali sono stati successivamente giustiziati. Ha anche marginalizzato il placido e politicamente ingenuo Ci'an.

Con il consiglio della reggenza andato, Cixi divenne il de facto reggente per tutta la durata del regno di suo figlio, fino alla sua morte prematura per vaiolo nel 1875.

L'imperatrice vedova fu determinante nella successione, scegliendo suo nipote di quattro anni, Zaitian, che fu incoronato come il Imperatore Guangxu. Cixi agì di nuovo come reggente del neonato imperatore, questa volta in veste più formale.

'La pensione'

Dodici anni dopo il regno del giovane imperatore, Cixi si trasferì al Palazzo d'Estate a Pechino, dichiarando la fine della sua reggenza e della sua vita politica. Tuttavia, il coinvolgimento e l'ingerenza di Cixi nella politica di Qing erano tutt'altro che finiti.

Circondato da una rete di informatori e consiglieri, ammirato da lealisti e conservatori nella burocrazia e nell'esercito, Cixi ha continuato ad esercitare un'enorme influenza su nomine, politiche e questioni di stato.

Il più significativo dei suoi interventi politici è avvenuto durante il Cento giorni di riforma in 1898 e la Boxer Rebellion di 1900-1901.

Cixi miti

imperatrice vedova cixi
La barca di marmo al palazzo estivo di Cixi, costruita su suo ordine negli anni 1890

Il significato di Cixi nel tardo governo Qing non è in discussione. C'è più dibattito tra gli storici sulle sue motivazioni, azioni e eredità.

Le interpretazioni tradizionali, basate in parte sulle visioni occidentali contemporanee su Cixi, sono state in modo schiacciante negative sull'imperatrice vedova. È stata interpretata come la "Dragon Lady": una governante astuta, manipolatrice e spesso dispettosa, e un'arcoconservatrice che ha resistito e sabotato la riforma, anche se ha accelerato la fine della dinastia Qing.

Anche le storie sulla stravaganza di Cixi sono prevalenti, sebbene alcune siano state esagerate da autori repubblicani e comunisti. È stato variamente affermato, spesso senza prove, che Cixi aumentasse regolarmente le sue indennità personali e alimentari; che ha ritirato l'oro e l'argento dalle riserve nazionali in diminuzione e ha trasferito milioni di sterline all'estero in conti bancari a Londra.

Altri racconti sulla sua spesa esorbitante inclusa la decisione di Cixi di spendere 10 milioni di argento tael - una somma accantonata per ricostruire la marina cinese - per la ristrutturazione di uno dei suoi palazzi. Un'altra voce afferma che per conservare la sua collezione di gioielli erano necessarie 3,000 scatole di ebano.

Storici su Cixi

Gli storici sono divisi sull'eredità politica di Cixi. Molti credono che Cixi sia stato l'ostacolo più potente alla riforma. Cercando di prolungare la dinastia Qing, ha contribuito attivamente alla sua cancellazione.

Un gruppo crescente di revisionisti sostiene che l'importanza di Cixi, sia come attore politico che come anti-riformista, è stata enormemente esagerata. Come con Marie Antoinette in Francia e Tsarina Alexandra in Russia, Cixi è diventato un capro espiatorio del conservatorismo e ha fallito la riforma alla fine della Cina Qing.

Piuttosto che una mente reazionaria, Cixi è stata vittima di cambiamenti che non comprendeva e forze al di fuori del suo controllo. Le storie scurrili sull'Imperatrice Dowager, affermano alcuni storici, furono inventate o esagerate dai suoi nemici politici, come lo scrittore riformista Kang Youwei.

Le storie di Backhouse

Cixi è stato preso di mira anche da Sinophobes sulla stampa occidentale. Molte storie su di lei derivavano dalla propaganda scurrile scritta da stranieri, in particolare dal baronetto britannico e truffatore Edmund Backhouse.

Scrivendo nel suo libro 1910 La Cina sotto l'imperatrice vedova, Backhouse ha affermato che Cixi era una ninfomane sadica non contraria a giustiziare coloro che la infastidivano. La principale fonte principale di Backhouse era il diario di un funzionario Qing, ma questo manoscritto fu successivamente dimostrato un falso.

Cixi era certamente noto per essere testardo, distaccato e claustrale nelle cerimonie, nel protocollo e nell'etichetta. Non ci sono prove a sostegno che suggeriscano che fosse intrinsecamente violenta o brutale. Diversi stranieri che l'hanno incontrata hanno descritto Cixi come affascinante, graziosa e sensibile ai bisogni degli altri.

Sebbene indubbiamente un conservatore politico, Cixi ha incoraggiato alcune riforme sociali, come l'abolizione della legatura dei piedi. Negli ultimi anni della sua vita, Cixi ha anche autorizzato alcune ampie, anche se tardive riforme politiche e sociali.

“Diversi storici recenti hanno affermato che Cixi è diventato un bersaglio troppo conveniente per l'attacco, in quella che era una situazione politica del tardo Qing estremamente complessa. In effetti, non fu certo la prima persona ad acquisire potere e ricchezza con mezzi nefasti, né fu la prima a concentrarsi sul mantenimento del potere sopra ogni altra cosa. Alcuni hanno persino sostenuto che solo una personalità così forte - che ha infranto, per genere e stile, le convenzioni di governo - potrebbe controllare i crescenti eserciti regionali e il fragile centro politico. Con la situazione estremamente fluida, la manipolazione dei leader regionali era l'unico modo per portare una coesione minima al Qing ".
Robert A. LaFleur

rivoluzione cinese

1. L'imperatrice vedova Cixi era una concubina reale, madre di un imperatore di Qing e, alla fine degli 1800, la più potente figura politica nella corte di Qing.

2. Entrò nella corte dei Qing da adolescente, servendo come concubina per l'imperatore Xianfeng e portando il suo unico figlio, il futuro imperatore Tongzhi.

3. Cixi era un intrigante che ottenne una considerevole influenza politica orchestrando la rimozione e l'arresto del consiglio di reggenza dell'Imperatore Tongzhi.

4. Durante la sua vita Cixi ha dominato tre giovani imperatori. Attraverso la sua rete di informatori, agenti e colleghi conservatori ha resistito attivamente alle riforme politiche e sociali.

5. Gli storici recenti hanno contestato l'opinione che Cixi fosse il principale agente della corruzione e del conservatorismo di Qing. Sostengono che non era così potente come viene spesso suggerito, o che è diventata un capro espiatorio per altri gruppi e forze anti-riformisti nella fine del Qing Qing.

Informazioni sulla citazione
Titolo: "Dowager Empress Cixi: the 'Dragon Lady'"
Autori: Glenn Kucha, Jennifer Llewellyn
Editore: Alpha History
URL: https://alphahistory.com/chineserevolution/dowager-empress-cixi-dragon-lady/
Data di pubblicazione: 26 Agosto 2019
Data di accesso: Giugno 28, 2022
Copyright: Il contenuto di questa pagina non può essere ripubblicato senza la nostra espressa autorizzazione. Per ulteriori informazioni sull'utilizzo, consultare il nostro Condizioni d'uso.