Imperatore Guangxu

The Imperatore Guangxu (1871-1908, Wade-Giles: Imperatore Kuang-hsu) è stato il nono e penultimo imperatore della dinastia Qing. È meglio conosciuto per aver sostenuto i "cento giorni della riforma" alla fine degli anni 1890.

imperatore guangxu

Figlio di Yihuan, principe dei Manciù, il futuro imperatore nacque con il nome Zaitian. La sua elevazione al trono imperiale fu progettata da Cixi, sua zia, in contrasto con le consuete regole di successione.

Nel 1875 Zaitain fu scelto per sostituire l'imperatore Tongzhi, morto senza figli. Cixi divenne il co-reggente dell'imperatore di quattro anni.

Il giovane imperatore era intelligente, colto e curioso dei sistemi stranieri e delle riforme politiche, ma era anche riservato fino alla timidezza e non aveva la volontà di opporsi al manipolatore Cixi. Anche nell'età adulta dell'imperatore e nel "pensionamento" di Cixi, continuò a dominare le politiche della corte imperiale.

In nessun momento questo dominio fu più evidente che nel 1898, quando Cixi mise in corto circuito i decreti riformisti dell'imperatore, lo mise agli arresti domiciliari e scacciò i suoi sostenitori.

L'ultimo decennio del suo regno assomigliò al primo: occupò il Palazzo Proibito come un imperatore fantoccio, guidato dalla reggenza della sua potente zia. L'imperatore Guangxu morì nel novembre 1908, all'età di 37, un giorno prima della stessa Cixi. Test scientifici condotti su 2008 suggerirono che l'imperatore fu avvelenato con una dose letale di arsenico.

Informazioni sulla citazione
Titolo: "L'imperatore Guangxu"
Autori: Glenn Kucha, Jennifer Llewellyn
Editore: Alpha History
URL: https://alphahistory.com/chineserevolution/guangxu-emperor/
Data di pubblicazione: Gennaio 4, 2016
Data di accesso: Giugno 28, 2022
Copyright: Il contenuto di questa pagina non può essere ripubblicato senza la nostra espressa autorizzazione. Per ulteriori informazioni sull'utilizzo, consultare il nostro Condizioni d'uso.