Il mandato del cielo e il confucianesimo

imperatore
imperatore

Il mandato del cielo e il confucianesimo erano due sistemi di credenze che sostenevano la società cinese prima della rivoluzione. Entrambi hanno plasmato idee e convinzioni sul governo, la leadership e l'ordine sociale.

Dinastie reali

Per più di 3,500 anni la Cina è stata governata da una serie di dinastie o famiglie reali, risalenti al 1500 a.C. Queste dinastie rivendicarono un "Mandato del Cielo" - in termini semplici, l'appoggio degli dei - come base per il loro governo.

Ogni dinastia esercitava diversi livelli di potere e controllo nazionale. Ognuno ha anche contribuito in misura all'influenza sociale, culturale o religiosa sulla Cina.

Una delle dinastie cinesi più influenti fu quella degli Han, che regnò dalla fine del III secolo a.C. fino al 3 d.C.

La dinastia Han

Gli imperatori Han implementarono molti cambiamenti. Una delle più profonde è stata l'introduzione e l'espansione del confucianesimo, una filosofia che è arrivata a permeare e plasmare la società e il governo cinese.

Un'altra dinastia significativa fu quella dei Tang (618-907 d.C.) che fece progressi significativi nelle arti, nella tecnologia e nel commercio estero.

La dinastia Ming (1368-1644 d.C.) è diventata sinonimo dei suoi manufatti culturali, in particolare delle sue porcellane e opere d'arte di alta qualità. Gli imperatori Ming hanno anche supervisionato una crescita del commercio, dei contatti con l'estero e dell'espansione territoriale.

"Mandate of Heaven" o Tianming

Queste dinastie governarono diversi periodi della storia e impiegarono politiche e idee diverse. Ogni dinastia era vincolata da Tianming o la dottrina Mandate of Heaven.

Il Mandate of Heaven è una variazione asiatica del principio europeo del "diritto divino dei re". Come nell'Europa medievale, nell'antico Egitto e in altre civiltà, gli imperatori affermavano che la loro autorità di governare e governare era loro conferita dagli dei.

Il mandato del cielo differiva dal diritto divino dei re per tre aspetti. In primo luogo, la religione cinese, a differenza del cristianesimo, non era monoteista. I cinesi non credevano in un dio onnipotente ma in un numero di divinità minori, figure mitiche, eroi e antenati spirituali. Il mandato del cielo è stato quindi concesso dai cieli, una comunità soprannaturale piuttosto che una singola divinità.

In secondo luogo, il Mandato del Cielo potrebbe essere conferito a chiunque, a qualsiasi individuo di qualsiasi strato della società. L'imperatore non doveva essere di nascita reale o nobile, doveva solo essere idoneo a governare.

Perdere il mandato

In terzo luogo, e in modo più significativo, il Mandato del Cielo riteneva l'imperatore responsabile di determinati standard. Era responsabile al cielo per il benessere del popolo cinese. Se l'imperatore e il suo governo non riuscissero a governare in modo responsabile, maltrattassero il popolo o abusassero del loro potere, la loro autorità di governare potrebbe essere ritirata.

Secondo i contemporanei, alcuni dei segni che il Cielo aveva ritirato il suo mandato includevano disastri naturali come inondazioni, siccità, carestie o pandemie. Le ribellioni contadine furono anche interpretate come una prova che l'imperatore aveva perso il sostegno del Cielo, come spiegato da Pro-ching Yip:

“È un dato di fatto storico, tutte le rivolte contadine e i cambiamenti di dinastia furono inscenati e portati a termine in nome della volontà del cielo. Risulta che tianming significa "destino, cioè ordini o istruzioni dal cielo" e geming "rivoluzione" [entrambi implicano] il trasferimento di ordini o istruzioni dal cielo, prendendo il mandato da un sovrano di darlo a un altro. Gli antichi cinesi credevano che l'intervento dal cielo in termini di mandato celeste potesse assumere varie forme. Se il paradiso fosse arrabbiato, potrebbero esserci inondazioni, siccità e altri disastri naturali che avrebbero immediatamente influenzato il sostentamento di una società agricola. Si credeva che un essere soprannaturale fosse dietro tutte queste azioni e disfatte ".

confucianesimo

mandato del cielo
Confucio

Il mandato del cielo è stato rafforzato dal confucianesimo e dai suoi insegnamenti. Il confucianesimo era un sistema di credenze derivato dagli scritti dello studioso cinese Kong Fuzi (Wade-Giles: Confucius) che visse tra il 551 a.C. e il 479 a.C.

La maggior parte della filosofia confuciana è tratta dal Dialoghi, una raccolta delle idee, dei detti e degli insegnamenti di Kong Fuzi, compilata dopo la sua morte.

Il confucianesimo è talvolta considerato una religione, sebbene ciò sia vero solo in parte. È anche un codice morale e filosofico, una guida al comportamento e al successo personali e un trattato sull'armonia sociale e sul governo efficace.

Il confucianesimo esorta le persone a mostrare rispetto per i loro anziani e preoccupazione per coloro che sono sotto di loro. Ci si aspetta sempre obbedienza, lealtà alla propria famiglia e ai propri antenati, servizio doveroso e buone maniere. I consigli di Kong Fuzi sono stati stereotipati e parodiati in Occidente come motti che iniziano con "Confucio dice ...". Questi detti riflettono le preoccupazioni confuciane con saggezza, pensiero laterale, buon giudizio e auto-miglioramento.

mandato del cielo
Dialoghi

Confucianesimo e Stato

Le idee confuciane furono integrate nella politica e nella società cinese durante la dinastia Han, in particolare durante il lungo regno dell'imperatore Wu (governato dal 141 a.C. all'87 a.C.).

Wu era un entusiasta mecenate del confucianesimo. Ordinò ai sistemi di istruzione e di esame della Cina di incorporare lo studio dei testi confuciani, mentre gli studiosi e i funzionari che si rifiutavano di abbracciare il confucianesimo furono emarginati.

Col tempo, divenne molto difficile, se non impossibile, per i burocrati Han avere successo senza un'istruzione confuciana. L'adozione dei principi confuciani nell'istruzione e nel governo significava che erano prontamente adottati dai cinesi comuni.

Neoconfucianesimo

Gli imperatori avevano un'ovvia agenda nella loro sponsorizzazione del confucianesimo, che incoraggiava il duro lavoro, la stabilità sociale e il rispetto per l'autorità. Ma il confucianesimo ha modellato i valori politici tanto quanto ha protetto i leader in carica. "Il confucianesimo non era solo uno strumento passivo di governo", ha scritto Xinzhong Yao, "ha funzionato, in misura considerevole, come un cane da guardia per le attività di governo".

Nell'Ottocento, l'ultimo secolo della dinastia Qing, il confucianesimo classico era stato soppiantato dal neo-confucianesimo, che integrava elementi della filosofia religiosa buddista e taoista. Questa forma ibrida di confucianesimo è rimasta incorporata nell'istruzione e nella politica cinese.

Il punto di vista di uno storico:
“Uno che è riuscito a strappare il trono con la forza ha ottenuto l'approvazione confuciana per il suo governo. Come dice il proverbio senza mezzi termini: «Chi ha successo è un re o un marchese; colui che fallisce è un fuorilegge ”… La relativa apertura del sistema era in netto contrasto con quella di altri ordini imperiali. In Cina, agli sfidanti politici - siano essi contadini o invasori stranieri - è stato permesso di fare un'offerta per la regalità attraverso la ribellione popolare ".
Elizabeth J. Perry

rivoluzione cinese

1. Per più di 3,500 anni la Cina antica e medievale fu governata da una serie di dinastie o famiglie reali, come Han, Tang, Ming e Qing.

2. Queste dinastie affermavano che la loro autorità di governare proveniva da un mandato celeste. Questa era una variazione asiatica del "diritto divino dei re" europeo.

3. Diversamente dall'Europa, tuttavia, il Mandato del Cielo di una dinastia reale potrebbe essere ritirato se i suoi governanti diventassero oppressivi, incompetenti, negligenti o non riuscissero a governare in modo responsabile.

4. La società cinese è stata anche plasmata dal confucianesimo, una filosofia basata sugli insegnamenti di Kong Fuzi o Confucio. È stato incorporato nel governo, nella burocrazia e nel sistema educativo della Cina.

5. Il confucianesimo ha sottolineato la buona condotta e il pensiero attento in tutte le cose e ha incoraggiato qualità come lealtà, obbedienza, autodisciplina e rispetto per i vostri antenati, anziani e superiori.

Informazioni sulla citazione
Titolo: "Il mandato del cielo e il confucianesimo"
Autori: Glenn Kucha, Jennifer Llewellyn
Editore: Alpha History
URL: https://alphahistory.com/chineserevolution/mandate-of-heaven-confucianism/
Data di pubblicazione: 24 Agosto 2019
Data di accesso: Giugno 29, 2022
Copyright: Il contenuto di questa pagina non può essere ripubblicato senza la nostra espressa autorizzazione. Per ulteriori informazioni sull'utilizzo, consultare il nostro Condizioni d'uso.