Mao Zedong sui pericoli del 'liberalismo' (1937)

Yan'an Soviet era il quartier generale del Partito comunista cinese (PCC) tra il 1936 e il 1948. Yan'an servì sia come base militare che come banco di prova per le idee e le politiche comuniste. Era anche dove Mao Zedong ha sviluppato la sua ideologia e ha rafforzato la sua presa sul PCC. Il seguente breve pamphlet, intitolato “Combat Liberalism”, fu scritto da Mao a Yan'an nel settembre 1937. Non era una critica delle idee liberali occidentali, come suggerisce il titolo, ma un attacco a individui per certe inclinazioni o comportamenti. Qualsiasi membro del PCC dedito al pensiero libero o alla non conformità, scrisse Mao, stava minando l'unità del partito. Queste richieste di obbedienza e disciplina furono un primo segno dell'autoritarismo di Mao, che culminò nel 1941 Movimento di rettifica:

“Siamo per la lotta ideologica attiva perché è l'arma per garantire l'unità all'interno del Partito ... Ma il liberalismo rifiuta la lotta ideologica e rappresenta la pace senza principi, dando così origine a un atteggiamento decadente e determinando la degenerazione politica in alcuni individui del Partito e organizzazioni rivoluzionarie.

Il liberalismo si manifesta in molti modi.

Lasciare che le cose scivolino per amore della pace e dell'amicizia, quando una persona ha chiaramente sbagliato; astenersi dal litigare perché è una vecchia conoscenza ... Questo è un tipo di liberalismo.

Indulgere in critiche irresponsabili in privato invece di presentare attivamente i propri suggerimenti all'organizzazione. Non dire nulla alle persone in faccia, ma spettegolare alle loro spalle ... Questo è un secondo tipo.

Lasciare che le cose vadano alla deriva se non incidono su una persona; dire il meno possibile conoscendo perfettamente ciò che è sbagliato, essere saggi nel mondo e giocare in sicurezza e cercare solo di evitare la colpa. Questo è un terzo tipo.

Non per obbedire agli ordini ma per dare il posto d'onore alla propria opinione. Richiedere una considerazione speciale da parte dell'organizzazione ma rifiutarne la disciplina. Questo è un quarto tipo.

Indulgere in attacchi personali, scegliere litigi, sfogare rancore personale o cercare vendetta invece di entrare in una discussione e lottare contro visioni errate per amore dell'unità o del progresso ... Questo è un quinto tipo.

Ascoltare opinioni errate senza confutarle e ascoltare osservazioni controrivoluzionarie senza segnalarle, ma invece prenderle con calma come se nulla fosse accaduto. Questo è un sesto tipo.

Essere tra le masse e non riuscire a condurre propaganda e agitazione o parlare alle riunioni ... Dimenticare che si è comunisti e comportarsi come se si fosse un normale non comunista. Questo è un settimo tipo.

Vedere qualcuno che danneggia gli interessi delle masse e tuttavia non sentirsi indignato o dissuadere o fermarlo ma permettergli di continuare. Questo è un ottavo tipo.

Lavorare a malincuore senza un piano o una direzione definiti; lavorare in modo superficiale e cavarsela ... Questo è un nono tipo.

Considerarsi come un grande servizio alla rivoluzione, essere orgogliosi di essere un veterano [eppure] essere scivoloso nel lavoro e lento nello studio. Questo è un decimo tipo.

Essere consapevoli dei propri errori e tuttavia non tentare di correggerli, assumendo un atteggiamento liberale verso se stessi. Questo è un undicesimo tipo.

Potremmo citarne di più. Ma questi undici sono i tipi principali. Sono tutte manifestazioni del liberalismo. Il liberalismo è estremamente dannoso in un collettivo rivoluzionario. È un corrosivo che erode l'unità, mina la coesione, provoca apatia e crea dissenso. Ruba i ranghi rivoluzionari dell'organizzazione e della rigida disciplina, impedisce l'attuazione delle politiche e allontana le organizzazioni del partito dalle masse guidate dal partito. È una tendenza estremamente negativa ...

Dobbiamo usare il marxismo, che è positivo nello spirito, per superare il liberalismo, che è negativo ... Tutti i comunisti leali, onesti, attivi e retti devono unirsi per opporsi alle tendenze liberali mostrate da alcune persone tra noi e metterle sulla strada giusta. Questo è uno dei compiti sul nostro fronte ideologico ".

mao yan'an liberalism 1937
Mao Zedong si rivolge a un raduno a Yan'an, 1937