Sun Yixian: padre del repubblicanesimo cinese

sun yixian
Sun Yixian fotografato in 1912, dopo le sue dimissioni dalla presidenza

Sun Yixian (Wade-Giles: Sun Yat-sen) è stato il padre del repubblicanesimo cinese e, fino all'ascesa di Mao Zedong, il leader rivoluzionario più noto della Cina. Sun ha svolto un ruolo fondamentale nella promozione e nell'espansione del nazionalismo cinese, facilitando il rovesciamento del Qing e formando la prima repubblica cinese. Le sue idee e la sua filosofia politica hanno plasmato e ispirato la Cina e la politica cinese nel XX secolo. Eppure, nonostante il suo enorme impatto, la vita di Sun come rivoluzionario è stata segnata da frustrazione, usurpazione e delusione. Ha trascorso anni in esilio, tramando la rimozione dei Qing da lontano. I primi tentativi di Sun di fomentare una rivoluzione in Cina fallirono, mentre il suo contributo alla riuscita rivoluzione del 20 fu marginale e indiretto. Tuttavia, quando è arrivata la rivoluzione, Sun sembrava il suo leader logico. Quando fu finalmente in grado di formare un governo repubblicano, la mancanza di sostegno militare costrinse Sun a cedere il suo potere a Yuan Shikai. Dopo che Shikai ha tradito la sua promessa di sostenere un governo repubblicano democratico, Sun ha trascorso gli ultimi dodici anni della sua vita lavorando per ripristinarlo. Quando Sun morì prematuramente nel 1911, la Cina era ancora divisa e il repubblicanesimo era confinato nella provincia meridionale del Guangdong. Ma nonostante la sua morte, la visione di Sun di una Cina repubblicana alla fine si è realizzata.

Sun Yixian nacque come contadino nella provincia del Guangdong nel 1866. All'età di 13 anni fu mandato a studiare alle Hawaii, dove suo fratello era emigrato e prosperato. Sun ha frequentato scuole cristiane alle Hawaii ed ha eccelso in vari studi. Temendo che Sun potesse convertirsi al cristianesimo, suo fratello lo riportò in Cina nel 1883. Il ritorno di Sun alla miseria della vita contadina, con i suoi fardelli di duro lavoro, tasse pesanti e credenze religiose e sociali arcaiche, acuì il suo spirito rivoluzionario. Si trasferì a Hong Kong e tornò ai suoi studi, conseguendo una laurea in medicina all'età di 26 anni. Mentre era a Hong Kong, Sun si unì a una chiesa cristiana protestante e infine si convertì. Sun era ormai un repubblicano che sosteneva il rovesciamento del Qing, anche se non lo rivelò pubblicamente. Ad un certo punto negli anni 1880 Sun si unì alla Hongmen, una società segreta cinese che era stata dichiarata illegale dai Qing. Sebbene una volta fossero costituite da criminali e gangster, le triadi di Hongmen fornirono una piattaforma ideale per sovversivi politici come Sun Yixian e Jiang Jieshi (Wade-Giles: Chiang Kai-shek), che era anche un membro. All'inizio del 1894 Sun aveva lasciato la sua pratica medica e stava lavorando a tempo pieno sulla politica anti-Qing. È stato coinvolto nei movimenti riformisti e letterari esistenti e ha anche presentato una petizione al potente ministro Qing Li Hongzhang per la riforma politica.

Il punto di vista di uno storico:
“Più di mille volte”, ha osservato una volta Sun Yixian, “mi è stata posta la domanda: quando e come ho avuto le mie idee rivoluzionarie”. A questa domanda sembra aver variato le sue risposte. Parlando con i conservi cristiani, ha sottolineato l'influenza liberatrice della sua istruzione cristiana e della sua associazione con missionari stranieri. Quando stava tenendo un discorso all'Università di Hong Kong, la forza d'incitamento della rivoluzione era il netto contrasto tra l'efficiente governo britannico della colonia e il malgoverno dell'Impero cinese. Quando si parlava al pubblico cinese, l'impulso alla rivoluzione era l'invasione economica e territoriale di potenze straniere. Senza dubbio tutte queste cause e anche altre devono essere combinate per spiegare la trasformazione di Sun Yixian in un rivoluzionario ".
Lyon Sharman

Alla fine del 1894 Sun, ora un obiettivo per le autorità Qing, decise di tornare alle Hawaii. Una volta lì ha contribuito a formare il gruppo repubblicano Xingzhonghui, o Revive China Society, reclutando altri nazionalisti cinesi ed espatriati. Nell'autunno del 1895 Sun e molti dei suoi colleghi tornarono a Hong Kong, allora dominio britannico, e iniziarono a organizzare un tentativo di acquisizione nella vicina Guangzhou. Il gruppo di Sun fu tuttavia infiltrato da informatori Qing e la rivolta di Guangzhou, lanciata alla fine di ottobre 1895, fu facilmente repressa. Sun fuggì di nuovo e trascorse un decennio in esilio, principalmente in Giappone ma anche in Gran Bretagna, Europa, Stati Uniti e Canada. Trascorse gran parte del suo tempo reclutando altri cinesi, raccogliendo fondi, attirando l'attenzione internazionale sui fallimenti e sugli abusi di Qing e formulando la propria filosofia politica. Nell'aprile 1905 Sun tenne un discorso agli studenti cinesi a Bruxelles, in Belgio, dove per la prima volta delineò i suoi Tre principi del popolo.

sun yixian
Sun Yixian (al centro) con membri Tongmenghui in 1905

Entro la metà del 1905 Sun era tornato in Giappone. Ad agosto ha fuso la Revive China Society con altri gruppi nazionalisti per formare la Tongmenghui (Lega Unita). Questo gruppo ha trascorso gli anni successivi a reclutare membri, produrre propaganda e avviare giornali nazionalisti. Era in uno di questi giornali, Min Bao ("People's Journal") che Sun Yixian pubblicò per la prima volta un resoconto completo dei suoi tre principi: nazionalismo, democrazia e benessere del popolo. Il nazionalismo, scriveva Sun, era necessario per garantire l'autogoverno e restituire la Cina ai cinesi. La democrazia era necessaria per garantire un nuovo sistema di governo equo e responsabile. Infine, il benessere delle persone era necessario per garantire una distribuzione più equa della terra, principalmente attraverso la proprietà nazionale della terra. All'inizio del 1907 Sun ei suoi seguaci si sentirono abbastanza forti da sfidare i Qing organizzando rivolte in aree dove l'autorità reale era debole. Il Tongmenghui organizzò almeno sei rivolte infruttuose nel 1907 - a Huanggang (maggio), Huizhou (giugno), Anqing (luglio), Qinzhou (settembre) e Zhennanguan (dicembre) - ma tutte fallirono.

sun yixian
Sun Yixian, nella foto poco prima della sua morte in 1925

Sun non ha avuto alcun ruolo diretto nell'organizzazione della rivolta di Wuchang che ha innescato la rivoluzione del 1911. Tuttavia, molti dei soldati dissidenti coinvolti erano ben versati e simpatizzanti per la retorica politica di Sun. Lo stesso Sun era negli Stati Uniti quando scoppiò la rivoluzione. È tornato in Cina, arrivando a dicembre. I nazionalisti formarono un governo repubblicano provvisorio a Nanchino e il 29 dicembre Sun fu eletto presidente. L'ascesa di Sun da rivoluzionario in esilio a presidente nazionale ha richiesto solo dieci settimane, ma il suo mandato si è rivelato ancora più breve. Con un imperatore Qing ancora sul trono e la possibilità di una forte controrivoluzione militare, Sun cedette la presidenza al generale nordico Yuan Shikai, in cambio del sostegno militare di Shikai alla rivoluzione e al governo repubblicano. Yuan mantenne parte della sua promessa, minacciando di rivolgere i suoi eserciti contro i Qing e costringendo all'abdicazione l'imperatore bambino Puyi. Ma il generale non aveva alcun impegno intellettuale per la democrazia, la modernità o la nuova repubblica. Entro un anno Shikai si era mosso per aumentare il proprio potere, a spese dell'assemblea nazionale. Dopo un barlume di speranza repubblicana alla fine del 1911, Sun era di nuovo un rivoluzionario, che combatteva per rovesciare un governante antidemocratico.

sun yixian
Sun Yixian è fortemente presente alle celebrazioni per il centenario della rivoluzione 1911

Nell'agosto 1912 Sun riformò il Tongmenghui e altri piccoli gruppi nazionalisti in un nuovo partito politico chiamato Guomindang. Nel luglio 1913 Sun e il Guomindang tentarono una seconda rivoluzione contro Yuan Shikai. Questo fallì e le forze di Shikai catturarono e occuparono Nanchino. Sun trascorse nuovamente diversi anni in esilio in Giappone, tornando in Cina dopo la morte di Shikai nel 1916. A questo punto la Cina era fondamentalmente divisa, un mosaico di regioni governate da potenti signori della guerra locali. Sun e il Guomindang sono riusciti a prendere il controllo della provincia meridionale del Guangdong, dove hanno istituito un governo militare con sede a Guangzhou. Fu lì che Sun, il suo comandante militare Jiang Jieshi e altri membri del Guomindang iniziarono a prepararsi a riunificare la Cina, sia con la forza che con la persuasione.

Sun morì di cancro nel marzo 1925. La sua morte fu ampiamente pianificata ma ben presto innescò una lotta per il potere e si divise all'interno del Guomindang. In superficie l'impegno di Sun per la rivoluzione sembra insoddisfatto: non è mai vissuto abbastanza per vedere la sua visione realizzata, né è mai diventato il leader di una Cina repubblicana unita. L'eredità di Sun gli è sopravvissuta, tuttavia, vivendo nel Guomindang e nel Partito Comunista Cinese (PCC); entrambe le parti hanno abbracciato interpretazioni diverse dei Tre Principi nelle proprie ideologie. Per questo motivo sia i nazionalisti che i comunisti considerano Sun il "padre della Cina moderna". Quando il Guomindang e il PCC caddero in seguito nella guerra civile, ognuno si presentò come il vero partito di Sun Yixian e delle sue idee, sostenendo che i loro rivali li avevano travisati e pervertiti.

rivoluzione cinese

1. Sun Yixian è nato da una famiglia di contadini nel Guangdong prima di trasferirsi alle Hawaii e ad Hong Kong per studiare. Medico di formazione, fu coinvolto nella politica rivoluzionaria, sia in Cina che all'estero.

2. Sun lavorò e fondò diversi gruppi nazionalisti, come la Revive China Society e Tongmenghui. Organizzarono numerose rivolte, sperando di innescare una rivoluzione anti-Qing.

3. I primi tentativi di rivoluzione di Sun fallirono e fu costretto all'esilio. Tuttavia, i suoi scritti e le sue idee hanno contribuito a motivare i responsabili del 1911 o della rivoluzione Xinhai.

4. Nel dicembre 1911 Sun tornò in Cina e fu eletto presidente di un nuovo governo repubblicano. In seguito cedette la presidenza a Yuan Shikai, in cambio del sostegno militare di Shikai.

5. Sun trascorse gli ultimi anni della sua vita formando il Guomindang, perfezionando la sua filosofia politica (i tre principi del popolo), formando un governo militare a Guangzhou e tentando di riunificare la Cina sotto un governo repubblicano.

Informazioni sulla citazione
Titolo: "Sun Yixian: padre del repubblicanesimo cinese"
Autori: Glenn Kucha, Jennifer Llewellyn
Editore: Alpha History
URL: https://alphahistory.com/chineserevolution/sun-yixian-father-republicanism/
Data di pubblicazione: 3 Marzo 2016
Data di accesso: Giugno 23, 2022
Copyright: Il contenuto di questa pagina non può essere ripubblicato senza la nostra espressa autorizzazione. Per ulteriori informazioni sull'utilizzo, consultare il nostro Condizioni d'uso.