Wu Yung sullo svolgersi di Boxer Rebellion (1936)

Scrivere dentro Il volo di un'imperatrice (pubblicato 1936), Wu Yung descrive lo svolgersi della ribellione dei pugili e l'attacco a legazioni straniere in 1900:

“All'inizio della quinta luna [fine maggio 1900] i Boxer apparvero anche nei distretti intorno alla capitale. Ogni volta che erano tre o cinque insieme correvano per le strade del villaggio con le spade, gridando e gridando: 'Uccidi! Uccidere!' Non si erano ancora radunati in grandi folle e non osavano creare disordini nei "luoghi fumosi", cioè le città.

Il 15 della quinta luna [11 giugno 1900], un segretario giapponese di nome Sugiyama fu ucciso ... Quando la gente di Pechino [Pechino] udì questo, si spaventò e seppe che le disgrazie erano arrivate al culmine. Allora gli stranieri nelle legazioni divennero sia spaventati che arrabbiati. Sono andati al Foreign Office per chiedere se, dopotutto, il governo cinese avesse il potere di proteggere gli stranieri o no. I funzionari hanno risposto con parole indefinite perché non avevano un piano d'azione.

Quindi i pugili disprezzavano i funzionari e diventavano più audaci che mai. Costituirono compagnie ed entrarono in città, e in pochi giorni c'erano decine di migliaia di pugili a Pechino. I principi, i duchi e gli alti funzionari si contendevano l'un l'altro per invitare i loro capi nelle loro case e li trattavano con grande cortesia. Molti degli eunuchi di palazzo si unirono a loro. I luoghi in cui erano passate le ruote delle bighe degli imperatori divenne il mondo dei banditi Boxer.

Il 17 della quinta luna [14 giugno] i Boxer si ribellarono e, con la scusa di bruciare le chiese, diedero fuoco a molti luoghi e saccheggiarono… Tutte le chiese e le case dei missionari furono bruciate. I missionari e i loro convertiti furono uccisi, uomini, donne e bambini, vecchi e giovani. Cadaveri riempivano le strade. I banditi Boxer chiamavano gli stranieri Vecchi Pelosi… All'inizio uccidevano solo i convertiti, ma in seguito uccidevano chiunque avesse cose straniere in casa sua o avesse qualcosa a che fare con gli stranieri. Hanno dato loro il nome di Secondary Hairy Ones. Hanno ucciso e saccheggiato a volontà. Successivamente non importava se c'erano prove o meno, uccisero e saccheggiarono. Il grido di angoscia della gente della città ha scosso la terra ...

La Corte, rendendosi conto che i Boxer erano irragionevoli e crudeli, inviò proclami ai magistrati delle province per sopprimerli con vigore, ma ciò senza effetto. I banditi hanno annunciato la loro decisione di bruciare le legazioni. Quindi la Corte ha inviato messaggi ai rappresentanti dei paesi del mare orientale e occidentale per tornare nei loro paesi ... I rappresentanti stranieri si sono recati in un corpo al Ministero degli esteri per salutare, e lungo la strada, il segretario generale tedesco Von Ketteler è stato colpito all'improvviso da un soldato.

Questo ha risvegliato le legazioni. Accusarono la dinastia Qing di non volerla proteggere e dissero: "Andare è morire e restare è morire. In entrambi i casi sarà la morte. Potremmo anche riunirci e pensare a un posto per affrontare la difficoltà. In questo modo, potremmo avere una 10,000a possibilità di sopravvivere. ' Dopo la conferenza decisero di non lasciare Pechino. Il distretto della legazione fu fortificato ...

Quando tutto ciò fu fatto, un memorandum fu inviato [dalle legazioni straniere] al Ministero degli Esteri ... Il tono della lettera era molto forte e audace. L'Imperatrice vedova fece arrabbiare ei principi e i duchi vicini a lei dissero molte parole per aumentare la sua ira. Ha cambiato i suoi piani. Andò al tempio dei suoi antenati e giurò di dare l'ordine di combattere. Poi ha ricordato la proclamazione che sopprimeva i Boxer, e ha incaricato i governatori delle province di riunire i Boxer e dare loro dei soldi; e soldati e pugili insieme divennero i nemici degli stranieri ...

Il suono dei proiettili assomigliava a fili di perline che cadevano, uno sull'altro; i rumori entrarono nelle orecchie come feroci demoni. Ma i soldati imperiali non avevano usato le pistole per così tanto tempo che non potevano colpire il bersaglio con un centinaio di colpi. E i pugili erano stupidi e non avevano disciplina; erano come uomini ciechi che si precipitavano avanti fino alla morte. I soldati stranieri si nascondevano all'interno delle mura e non erano eccitati. Presero la mira e attesero che i ranghi anteriori avessero attraversato il Jade River Bridge. Quindi, al segnale, furono sparati un centinaio di colpi e non sarebbe stato sprecato un solo proiettile. I cinesi avrebbero gridato e sarebbero ricaduti, e i loro morti sarebbero caduti nel fiume Jade. Erano come le onde del mare che avanzavano e si ritiravano. Non sentendo alcun suono dal muro, si riaccendevano, ma quando raggiungevano lo stesso posto le pistole dietro i muri sparavano di nuovo.

Avanzando e ritirandosi, hanno combattuto molte battaglie in un giorno. I morti nel fiume Jade lo riempirono di livello, ma pochi stranieri furono feriti, e così furono confermati nel loro piano. Ma le famiglie che vivevano vicino alle legazioni furono come spazzate via dalle onde ".