Il Soviet Yan'an

yan'an soviet
Zhou Enlai (a sinistra) e Mao Zedong (al centro) a Yan'an a metà degli anni '1930

Se Shanghai è ricordata come la città natale del Partito comunista cinese (PCC) allora Yan'an, nella provincia settentrionale dello Shaanxi, fu il crogiolo della rivoluzione comunista. Yan'an fu la base più grande e il quartier generale del PCC tra il 1936 e il 1948. Il periodo Yan'an comprendeva eventi significativi come l'incidente di Xian del 1936, il Secondo Guerra sino-giapponese, la Movimento di rettifica, contattare con visitatori stranieri e il Guerra civile con i nazionalisti. Comprendere il periodo Yan'an è importante per seguire lo sviluppo del PCC, in particolare il suo consolidamento Di Mao Zedong leadership e la formazione della sua ideologia. Un articolo del 2013 sul quotidiano cinese the Quotidiano del Popolo descrive Yan'an come un “luogo sacro per la rivoluzione cinese”, dove è nata “l'anima della nazione cinese”. La mitologia comunista fa spesso riferimento allo "Spirito Yan'an", una combinazione di determinazione, impegno e ottimismo nei confronti della causa comunista. Ma c'era anche un lato oscuro di Yan'an, il luogo in cui Mao stabilì ed estese il suo controllo sul partito eliminando i suoi oppositori.

Dopo il Lunga marcia il PCC ha trascorso mesi esaminando basi alternative nella provincia dello Shaanxi. Nel 1936 scelsero la città di Yan'an, dal caratteristico giallo loess (un terreno fertile e limoso), come il cuore del nuovo Soviet. Nei primi mesi a Yan'an, la leadership del PCC era in uno stato di cambiamento. Mao Zedong pose fine all'ascesa della Lunga Marcia sull'Armata Rossa, ma la leadership del partito era ancora in questione. Tra i rivali di Mao c'erano i 28 bolscevichi filo-sovietici guidati da Wang Ming, che erano stati inviati da Mosca nel 1937 per allineare il PCC. Wang e i suoi sostenitori volevano un modello sovietico di rivoluzione proletaria. Oltre ai 28 bolscevichi, c’era anche una cricca di liberali filo-occidentali, figli ideologici del movimento del XNUMX maggio. Mao cercò di conquistare entrambe le fazioni con le sue idee, che in seguito si evolsero nel pensiero di Mao Zedong. Mao credeva che la teoria marxista-leninista dovesse essere adattata alle condizioni cinesi, per conquistare i cuori e le menti dei contadini in modo che potessero diventare la forza trainante della rivoluzione. In Problemi di strategia nella guerra di guerriglia (1938), Mao ha scritto che "la guerra rivoluzionaria cinese è condotta nell'ambiente specifico della Cina e quindi ha le sue circostanze e natura specifiche ... dobbiamo valutare di più l'esperienza della guerra rivoluzionaria cinese perché ci sono molti fattori specifici della rivoluzione cinese e l'Armata Rossa cinese ”.

yanan sovietico
Mao Zedong scrive nel suo ufficio durante il periodo Yan'an

Stabilitisi a Yan'an, Mao e altri quadri del PCC vivevano in piccole grotte, un'abitazione tradizionale in quella parte della Cina settentrionale. La regione dello Shaanxi era molto povera ma per i sopravvissuti alla Lunga Marcia la vita nelle grotte di Yan'an rappresentava un miglioramento. Questo periodo alimentò sentimenti di cameratismo e di realizzazione per molti membri del PCC e dell’Armata Rossa. Alcuni storici sostengono che la povertà dello Shaanxi abbia aumentato il radicalismo contadino, poiché gli abitanti dei villaggi hanno prontamente adottato i sistemi del PCC di distribuzione e coltivazione della terra, fornitura sanitaria e istruzione. Le buone abitudini che Mao aveva insegnato all’Armata Rossa Jiangxi contribuì a ottenere il sostegno dei contadini. Ciò era in contrasto con la corruzione, la mancanza di empatia e la brutalità occasionale dei nazionalisti. Mao incoraggiò i leader del partito e gli intellettuali a vivere e lavorare tra i contadini. Storico Michael Lynch suggerisce che il PCC non abbia ottenuto seguaci attraverso la conversione ideologica; invece “i contadini seguivano i rossi per il modo in cui venivano trattati da loro”. Anche se parte della crescita degli iscritti al partito è stata determinata dalla coercizione, “resta il fatto che Yan'an ha segnato una grande vittoria propagandistica per i comunisti cinesi”.

“Quel lungo, serpeggiante viaggio dei sempre più purificati Lunghi Marciatori non ha mai perso la sua qualità miracolosa. Il ritiro nelle caverne [di Yan'an] ha creato una confraternita. La diffusione e la diffusione sia dell'organizzazione delle unità che dei testi rendevano i nemici alle porte più vulnerabili di quanto il loro potere militare suggerisse. Questi sono gli ingredienti che si sono riuniti a Yan'an, la repubblica di Mao, e ci suggeriscono una forma di platonismo rivoluzionario ".
David Ernest Apter, storico

La relativa stabilità a Yan'an ha permesso a Mao di dedicare gran parte del suo tempo alla scrittura. In effetti, fu il suo periodo più produttivo e prolifico come teorico rivoluzionario. Ma il periodo Yan'an permise anche il fiorire dei metodi violenti e autoritari di Mao. Nel suo saggio del 1940 Sulla nuova democrazia, Mao delinea i suoi piani per una “dittatura del popolo” o “dittatura democratica”. In questo sistema, il popolo era coinvolto nei processi democratici di base, ma il partito manteneva il controllo totale ai livelli più alti. Allo stesso modo, la sua teoria della “linea di massa” – che sosteneva che il partito dovesse “ascoltare attentamente la voce delle masse” – suonava democratica in teoria ma era autoritaria nella pratica. Allo scoppio della seconda guerra mondiale, Mao era il leader titolare del PCC, ma il suo controllo non era ampio. Nel 1941 diede inizio al Movimento di Rettifica, che durò circa tre anni. Iniziata come un programma per lo studio e la discussione degli scritti di Mao, la rettifica presto comportò l'autocritica o "sessioni di lotta", in cui ci si aspettava che i compagni denunciassero pubblicamente i propri fallimenti. Con l'aiuto del capo della sicurezza di Mao, Kang Sheng, la rettifica si trasformò in una vasta epurazione dei membri del partito, molti dei quali furono torturati, imprigionati e persino giustiziati. Verso la fine del movimento di rettifica, Mao dovette affrontare una reazione negativa e ammise gli “eccessi”. Ma nel 1944 la sua leadership era indiscussa e il pensiero di Mao Zedong si consolidò come ideologia ufficiale del partito.

ardente
Mao Zedong (a sinistra) e Jiang Jieshi durante i loro colloqui di pace 1945 a Chongqing

La brutalità della rettifica è stata nascosta dalla rappresentazione del PCC di questo periodo e dalla sua promozione dello Spirito 'Yan'an. I visitatori stranieri hanno contribuito a ciò riportando visioni utopistiche di Yan'an. Giornalista Edgar Snow e George Hatem, un medico, furono i primi americani a visitare la base dell'Armata Rossa nel 1936. Snow rimase a Yan'an per quattro mesi, intervistando Mao e altri e osservando il funzionamento del Soviet. Quando Snow è influente Stella Rossa della Cina fu pubblicato nel 1937 e plasmò la percezione americana dell'epoca. Snow descrisse i comunisti come austeri e patriottici, lodandoli come “riformatori agrari”. Ha anche descritto la Lunga Marcia come “una delle grandi imprese della storia militare”. Tra il 1936 e il 1939 circa 19 visitatori stranieri fecero il viaggio verso Yan'an e la maggior parte tornò con resoconti entusiastici. Tra loro c'erano la scrittrice Agnes Smedley, che secondo quanto riferito insegnò a ballare ai leader comunisti, e il chirurgo canadese Norman Bethune, che fondò sale operatorie mobili a Yan'an. Pochi di questi visitatori, tuttavia, parlavano cinese e hanno visto solo ciò che i gerarchi del PCC volevano che vedessero.

Nel 1944, mentre gli Stati Uniti stavano intensificando la guerra contro il Giappone, il presidente Franklin D. Roosevelt inviò diversi osservatori militari e diplomatici americani a Yan'an. Il governo di Roosevelt voleva valutare i comunisti e la loro forza militare, in particolare rispetto al governo nazionalista di Jiang Jieshi. Anche la Dixie Mission, come venivano soprannominati questi entourage in visita, parlava molto bene dei comunisti. Hanno suggerito che, nel caso di una guerra civile imminente, il PCC potrebbe effettivamente ottenere il controllo della Cina. Gli americani hanno tentato di incoraggiare e mediare i negoziati di pace tra il PCC e i nazionalisti, ma senza fare nulla Jiang Jieshi o lo stesso Mao fossero disposti ad aderire a qualsiasi accordo. Nell'agosto 1945, poco dopo la resa giapponese, il nuovo ambasciatore americano in Cina, Patrick Hurley, riuscì a riunire Mao e Jiang per sei settimane di colloqui di pace a Chongqing. Entrambe le parti hanno dichiarato il loro impegno sia per una Cina unificata che per la ricostruzione postbellica, tuttavia, i colloqui sono stati imbarazzanti e hanno ottenuto poco. Alla fine del 1945, il Guomindang e il PCC stavano entrambi manovrando per una ripresa della guerra civile.

rivoluzione cinese

1. Il periodo Yan'an fu cruciale per lo sviluppo dell'ideologia e della mitologia del PCC, così come per la vittoria finale del PCC sui nazionalisti nel 1949.

2. Durante questo periodo Mao scrisse in modo prolifico per sviluppare la propria ideologia rivoluzionaria, una teoria della rivoluzione guidata dai contadini distinta dai modelli bolscevichi. Alcune delle sue idee chiave includevano la dittatura del popolo, la linea di massa e la rettifica.

3. Il sostegno al partito e all'Armata Rossa aumentò durante questo periodo, specialmente da parte dei contadini che erano insoddisfatti della corruzione e dei maltrattamenti nazionalisti e ammiravano l'impegno del PCC nei suoi principi.

4. Il brutale movimento di rettifica di Mao fu un periodo più oscuro che stabilì il suo controllo indiscusso del partito, attraverso epurazioni sistematiche e spesso mortali di leader e membri del partito.

5. I visitatori stranieri del Soviet Yan'an, come il giornalista americano Edgar Snow e gli osservatori della Dixie Mission, sono rimasti colpiti in modo schiacciante da ciò che hanno visto, sebbene queste visite siano state effettivamente gestite in scena dai propagandisti del PCC.


© Alpha History 2018. Il contenuto di questa pagina non può essere ripubblicato o distribuito senza autorizzazione. Per ulteriori informazioni, consultare il nostro Condizioni d'uso.
Questa pagina è stata scritta da Rebecca Cairns. Per fare riferimento a questa pagina, utilizzare la seguente citazione:
R. Cairns, “The Yan'an Soviet”, Alpha History, accesso [data odierna], https://alphahistory.com/chineserevolution/yanan-soviet/.
Questo sito Web utilizza pinyin romanizzazioni di parole e nomi cinesi. Per favore riferisci a questa pagina per maggiori informazioni.