Allard Lowenstein

Allard Lowenstein

Allard Lowenstein (1929-1980) era un politico accademico e democratico americano che orchestrò la caduta del presidente Lyndon Johnson in 1968.

Da una famiglia ebrea nel New Jersey, Lowenstein ha studiato nella Carolina del Nord e si è laureato in giurisprudenza presso Yale. Durante gli 1950, ha lavorato come professore universitario e consigliere politico del senatore democratico Hubert Humphrey.

Lowenstein combinò questi doveri con l'attivismo politico per cause liberali. Alla fine di 1959, visitò l'Africa e compilò prove contro le politiche del governo nazionalista in Sudafrica. Il suo libro successivo, Mandato brutale, ha contribuito ad attirare l'attenzione del mondo sulle sofferenze dell'apartheid.

Durante gli anni '1960, Lowenstein fu coinvolto nel movimento per i diritti civili, incoraggiando gli studenti di Yale e Stanford a visitare il Mississippi durante la "Freedom Summer" del 1964.

Lowenstein era anche fortemente contrario alla guerra del Vietnam. Considerava il Vietnam un problema generazionale, una guerra iniziata e perpetuata da uomini come Lyndon Johnson. Con questo in mente, Lowenstein ei suoi sostenitori nella fazione contro la guerra del partito democratico hanno avviato il movimento "Dump Johnson".

Cercando di reclutare una figura contro la guerra per vincere la nomination del partito nel 1968, Lowenstein si avvicinò Robert F. Kennedy e George McGovern, che entrambi hanno rifiutato, prima di reclutare Eugene McCarthy.

Pochi hanno dato a McCarthy molte possibilità di rubare la candidatura a Johnson, tuttavia, la vittoria di misura di Johnson alle primarie del New Hampshire (49-42%) ha messo in luce le divisioni e l'instabilità all'interno del partito democratico. Quando anche Kennedy entrò in gara, Johnson si ritirò, dicendo al popolo americano che non avrebbe cercato la rielezione.

Sostenuto dal suo successo nel non rovesciare Johnson, lo stesso Lowenstein ha corso per la Camera dei Rappresentanti degli Stati Uniti. È stato eletto a novembre 1968, ma ha perso il suo posto due anni dopo, vittima di un maresciallo repubblicano.

Durante i primi anni '1970, Lowenstein continuò il suo attivismo contro la guerra del Vietnam, presiedendo il gruppo progressista-liberale Americans for Democratic Action (ADA) e organizzando una campagna "Dump Nixon". In seguito ha servito come delegato americano alle Nazioni Unite.

Nel marzo 1980 Lowenstein fu ucciso a New York da un uomo armato solitario, Dennis Sweeney, un ex studente con problemi di salute mentale.

Informazioni sulla citazione
Titolo: "Allard Lowenstein"
Autori: Jennifer Llewellyn, Jim Southey, Steve Thompson
Editore: Alpha History
URL: https://alphahistory.com/vietnamwar/allard-lowenstein/
Data di pubblicazione: 30 Marzo 2018
Data di accesso: Giugno 30, 2022
Copyright: Il contenuto di questa pagina non può essere ripubblicato senza la nostra espressa autorizzazione. Per ulteriori informazioni sull'utilizzo, consultare il nostro Condizioni d'uso.