Ho Chi Minh

Ho Chi Minh (1890-1969) era un rivoluzionario stratega militare e pensatore politico. È diventato il prestanome più significativo del nazionalismo vietnamita e leader del Vietnam del Nord.

Ho Chi Minh
Ho Chi Minh

vita in anticipo

Ho Chi Minh è nato Nguyen Sinh Cung nella provincia di Nghe An, nel nord del Vietnam. Suo padre, Nguyen Sinh Huy, era un insegnante che lavorava per i coloni francesi prima di perdere il lavoro per essersi rifiutato di imparare la lingua francese.

Questo spirito indipendente è stato trasmesso al giovane Nguyen Sinh Cung e ai suoi fratelli. Da adolescente, l'intrepido Nguyen Sinh Cung ha lasciato il Vietnam per un viaggio mondiale che lo ha portato in più di una dozzina di paesi, tra cui Stati Uniti, Gran Bretagna e Francia. Lungo la strada, ha lavorato come cameriere o cameriere in cucina, nonostante fosse un insegnante qualificato. In questi lavori umili, Nguyen ha incontrato molti casi di povertà, sfruttamento o maltrattamenti dei lavoratori.

Nel 1917, Nguyen Sinh Cung si stabilì a Parigi, dove fu esposto alle opere di Marx, Lenin e altri comunisti. Nel 1919, compilò una petizione alla conferenza di pace di Versailles e fece pressioni sul presidente degli Stati Uniti Woodrow Wilson affinché fossero riconosciuti i diritti del popolo vietnamita; entrambe le richieste sono state ignorate.

Scoperta del comunismo

Nel 1920 iniziò a usare il nome Nguyen Ai Quoc ("Nguyen il patriota"). Quoc divenne un membro della fondazione del Partito Comunista Francese; poco dopo fu mandato a Mosca per studiare il marxismo-leninismo e divenne un agente asiatico per il Comintern (l'Internazionale comunista a guida sovietica).

Nel 1924 Quoc viaggiò in Cina e lavorò con il nascente Partito Comunista Cinese (PCC), tenendo conferenze sulle tattiche rivoluzionarie all'Accademia militare di Huangpo. Durante i tre anni in Cina di Quoc, sposò Zeng Xueming, una donna del posto di 15 anni più giovane di lui. Quando il governo nazionalista cinese iniziò a perseguitare i comunisti nel 1927, Quoc fu costretto a fuggire. Trascorse il decennio successivo vagando, visitando paesi lontani come Belgio, Germania, Svizzera, Italia, Cina, Hong Kong e Thailandia.

Nel 1940, Quoc iniziò a usare il nome Ho Chi Minh, che significa "colui che illumina". L'anno successivo è tornato in Vietnam per occuparsi del Viet Minh nella sua lotta contro il Invasori giapponesi e Vichy collaboratori francesi. Durante questo periodo, Ho Chi Minh ricevette supporto dall'Office of Strategic Services degli Stati Uniti (o OSS, il precursore della CIA).

Dichiara l'indipendenza del Vietnam

La sconfitta dei giapponesi in agosto 1945 creò un vuoto di potere in Vietnam e Ho tentò rapidamente di creare uno stato indipendente. All'inizio di settembre ha presentato a Dichiarazione di indipendenza vietnamita, attingendo pesantemente a documenti simili dall'America e dalla Francia:

"Tutti gli uomini sono creati uguali; sono dotati dal loro Creatore di alcuni diritti inalienabili ... tra questi ci sono la Vita, la Libertà e la ricerca della Felicità. Questa dichiarazione immortale è stata fatta nella Dichiarazione di indipendenza degli Stati Uniti d'America nel 1776. In un senso più ampio, ciò significa: tutti i popoli della terra sono uguali dalla nascita, tutti i popoli hanno il diritto di vivere, di essere felici e liberi… I francesi sono fuggiti, i giapponesi hanno capitolato, l'imperatore Bao Dai ha abdicato. Il nostro popolo ha spezzato le catene che per quasi un secolo lo hanno incatenato e hanno conquistato l'indipendenza per la Patria ".

Ho Chi Minh
Una foto di Ho allo studio

Ho cercato il riconoscimento internazionale per il neo indipendente Vietnam, ma queste aperture sono state ignorate da tutti i principali leader, incluso il presidente degli Stati Uniti Harry Truman.

La prima guerra dell'Indocina

Nel frattempo, le continue violenze e disordini in Vietnam hanno fornito ai francesi un pretesto per riportare le truppe nella sua ex colonia. Il tentativo della Francia di rilanciare il colonialismo in Vietnam ha innescato il Prima guerra dell'Indocina, con Ho che guida il Viet Minh contro i francesi, mentre rifiuta diverse offerte di una pace negoziata.

Dopo la divisione del Vietnam alla conferenza di Ginevra nel 1954, Ho e il Viet Minh si stabilirono nel nord del paese. Lì ha imitato le prime politiche del leader cinese Mao Zedong ridistribuendo la terra ai contadini mentre incoraggiando l'interrogatorio e la brutale punizione degli ex proprietari terrieri. Quando è diventato evidente che sostenuto dagli Stati Uniti Vietnam del sud non avrebbe partecipato alle elezioni per la riunificazione del Vietnam, Ho e i suoi ministri hanno iniziato a pianificare di rovesciare il Sud. Questa strategia ha portato a Intervento militare americano e la Seconda Guerra dell'Indocina o Guerra del Vietnam (1964-75).

Una visione contemporanea:
“Ho non è, e non è mai stato, un rivoluzionario che si adattava a qualsiasi stereotipo occidentale. Si è impadronito di Lenin come mezzo pratico per combattere il colonialismo, ma il suo "internazionalismo" comunista è stato sempre qualificato dal nazionalismo vietnamita. Non si è mai impegnato al 100% a Mosca oa Pechino. Un americano che conosceva Ho negli anni '1940 aggiunge: "Era totalmente intrattabile ... Aveva un solo sogno, ed era la libertà del Vietnam".
Rivista TIME, 1968

Leadership politica

Nel 1959, Ho Chi Minh si dimise da segretario generale del Lao Dong, il partito al governo del Vietnam del Nord, sebbene rimase nel Politburo del partito.

L'immagine di Ho Chi Minh come sovrano dittatoriale di Vietnam del Nord era favorito dall'Occidente ma non si basava sulla realtà. Ai presidenti americani piace Lyndon Johnson e Richard Nixon spesso rivolgevano le loro invettive e proposte di pace al "Vecchio Ho" - e Ho a volte rispondeva personalmente - ma in realtà la sua autorità politica era limitata.

In quanto padre del nazionalismo vietnamita, le opinioni di Ho furono ascoltate e considerate con stimata riverenza. In qualità di membro del Politburo, ha partecipato a discussioni e dibattiti. Ma l'autorità politica alla fine spettava al Politburo, che prendeva decisioni collettivamente e democraticamente. Ho appoggiato le decisioni del Politburo, indipendentemente dal fatto che fosse d'accordo o meno con esse.

Ho Chi Minh
Il legame di Ho con i bambini era una parte importante della sua immagine pubblica

Forse il vero valore di Ho Chi Minh per il Vietnam del Nord era come una polena. Il suo stile di vita era modesto e frugale. Anche nei suoi 70 anni, Ho camminava per diversi chilometri ogni giorno. Si vestiva in modo casual, mangiava poco e aveva pochi beni personali significativi. Parlava con calma e pensiero, raramente perdendo la pazienza. Gli piaceva incontrare e parlare con gli altri, in particolare i bambini.

Come ha osservato uno storico, alcune delle stesse qualità di Gandhi e Nelson Mandela si possono trovare a Ho Chi Minh. Era un pensatore profondo ma anche flessibile, sempre pronto ad adattarsi e scendere a compromessi. Comprendeva i suoi nemici meglio di quanto lo capissero.

Propaganda post-morte

L'immagine popolare di Ho è stata sfruttata dai suoi compagni, in particolare dopo la sua morte. Poco prima che Ho morisse nel settembre 1969, all'età di 79 anni, chiese che le sue ceneri fossero raccolte e disperse senza clamore. Il popolo vietnamita, ha detto Ho, "non ha né tempo né denaro" per nient'altro. Il governo del Vietnam del Nord ha ignorato i suoi desideri e ha imbalsamato il corpo di Ho, mettendolo in mostra in pubblico in un mausoleo ad Hanoi. Rimane lì oggi, ancora aperto al pubblico.

Gli strateghi del partito hanno sfidato i suoi desideri creando un culto della personalità di Ho Chi Minh. Il defunto Ho Chi Minh è stato ritratto come "Zio Ho", lo stratega, il teorico, il pensatore, lo statista, l'uomo di cultura, il diplomatico, il poeta, il filosofo. Alcuni storici hanno messo in dubbio le basi di questo culto della personalità. Si sa poco di molti aspetti della vita di Ho e molte informazioni sono state nascoste, oscurate o manipolate. L'immagine di Ho come 'padre del suo popolo' potrebbe essere quella che Ho stesso ha incoraggiato, come suggerito in questo articolo del 1999 dalla rivista TIME Asia:

"Qual'è la verità? È difficile da sapere perché la vita di Ho è avvolta da ombre e ambiguità. Anche la data della sua nascita è stata oscurata dalle autorità, che credono che questa incertezza in qualche modo si aggiungerà alla sua mistica. La data ufficiale è il 19 maggio 1890, ma gli archivi di Parigi e Mosca mostrano sei date diverse dal 1890 al 1904… Ho aiutato lui stesso nella creazione del suo mito. Un opuscolo scritto nel 1948 con il nome di Tran Dan Tien descrive il presidente Ho come un uomo modesto del popolo che era nondimeno il padre della nazione e un eroe più grande di Le Loi e di altri luminari della storia vietnamita. Quando nel 1990 ho sottolineato che Tran Dan Tien era uno pseudonimo usato da Ho e quindi Ho lodava se stesso, sono stato chiamato un traditore e rimproverato per aver tentato di offuscare l'immagine di zio Ho ".

Ho Chi Minh

1. Ho Chi Minh è nato Nguyen Sinh Cung in 1890. Suo padre era un insegnante che aveva forti opinioni nazionaliste. Da giovane, ha viaggiato in tutto il mondo, lavorando in Europa e facendo richiesta per l'indipendenza vietnamita a Versailles.

2. Al suo ritorno in Vietnam, Ho Chi Minh arrivò a guidare il nazionalista Viet Minh, che aiutò gli Stati Uniti nella lotta contro le forze giapponesi durante la seconda guerra mondiale.

3. Dopo la seconda guerra mondiale Ho cercò di sfruttare il vuoto di potere in Vietnam, dichiarando l'indipendenza a settembre 1945. Tra 1946 e 1954 guidò il Viet Minh contro le forze coloniali francesi nella prima guerra dell'Indocina.

4. Ho divenne il prestanome e il mentore ideologico sia del Vietnam del Nord sia del suo partito al potere, il Lao Dong, sebbene la sua autorità di dittatore fosse sopravvalutata in Occidente.

5. La leadership di Ho, la natura calma, l'intelletto e il modo di vivere frugale lo resero enormemente popolare tra la sua gente. Divenne il centro di un culto della personalità, le cui origini sono controverse.

Informazioni sulla citazione
Titolo: "Ho Chi Minh"
Autori: Jennifer Llewellyn, Jim Southey, Steve Thompson
Editore: Alpha History
URL: https://alphahistory.com/vietnamwar/ho-chi-minh/
Data di pubblicazione: 1 Marzo 2018
Data di accesso: 29 settembre 2021
Copyright: Il contenuto di questa pagina non può essere ripubblicato senza la nostra espressa autorizzazione. Per ulteriori informazioni sull'utilizzo, consultare il nostro Condizioni d'uso.