John F. Kennedy

giovanni f. kennedy

John F. Kennedy (1917-1963) era il presidente 35 degli Stati Uniti, in carica da gennaio 1961 al suo assassinio a novembre 1963. La sua presidenza è stata breve ma ha attraversato un periodo critico, sia in Vietnam che nella formulazione della politica americana.

Kennedy era un membro dell'élite politica del Massachusetts, il secondo figlio di Joseph Kennedy, un ricco uomo d'affari e futuro ambasciatore degli Stati Uniti in Gran Bretagna. Kennedy ha studiato in scuole private, poi ad Harvard, dove si è laureato in storia e politica. Durante l'infanzia, fu afflitto da malattie e mal di schiena e ricoverato in ospedale più volte.

Nel 1941, John F. Kennedy si unì alla US Naval Reserve e ricevette la commissione di un tenente. Durante la seconda guerra mondiale, ha comandato diverse motovedette nel teatro del Pacifico. È stato decorato per il suo coraggio e la sua leadership quando una di queste barche, PT-109, è stata affondata da un cacciatorpediniere giapponese.

Dopo il servizio di guerra, Kennedy entrò in politica come democratico. Ha vinto le elezioni al Senato degli Stati Uniti a novembre 1952. Nonostante la sua relativa inesperienza, Kennedy rappresentò la presidenza di 1960. Corse contro il vicepresidente in carica, Richard Nixon, e ha vinto la presidenza in uno dei risultati più vicini nella storia elettorale degli Stati Uniti. 

Come i suoi predecessori, Kennedy era un Teoria del domino difensore che voleva fermare la diffusione del comunismo in Europa e in Asia. Nel suo Discorso inaugurale (Gennaio 1961), Kennedy promise che l'America avrebbe "pagato qualsiasi prezzo, sopportato qualsiasi fardello, affrontato qualsiasi difficoltà, sostenuto qualsiasi amico, opposto a qualsiasi nemico per assicurare la sopravvivenza e il successo della libertà". Nonostante ciò, Kennedy era anche un realista politico che comprendeva le complessità della politica estera e i rischi di prendere decisioni affrettate. Era preoccupato che gli Stati Uniti potessero essere facilmente trascinati in un conflitto più ampio, che potrebbe portare a una guerra nucleare.

Per quanto riguarda il sud-est asiatico, la preoccupazione iniziale di Kennedy era per il Laos che alla fine del 1960 era caduto in uno stato di guerra civile. Ha scelto di non inviare truppe o aerei statunitensi in Laos, nonostante l'interferenza sovietica lì. Prendendo consigli dai membri della sua cerchia ristretta, come l'anticomunista Dean Rusk, il presidente è venuto a vedere il Vietnam come l'ultima linea di difesa, il luogo in cui gli Stati Uniti devono fermare l'espansione comunista in Asia.

John F. Kennedy ha sostenuto lo sviluppo di un libero e forte Vietnam del sud, uno stato sovrano capace di difendersi dalle incursioni comuniste. Nel 1961 ordinò una serie di missioni conoscitive in Vietnam, seguite da un aumento sia degli aiuti militari che dei consiglieri militari americani a Saigon. La sua amministrazione ha anche ideato e finanziato schemi come il programma Strategic Hamlets, progettato per rendere i sud vietnamiti più autosufficienti e capaci di resistere all'aggressione comunista.

Kennedy
John F. Kennedy il giorno del suo assassinio, novembre 22 e 1963

Alla fine del 1962, gli Stati Uniti avevano quasi il personale militare 12,000 in Vietnam mentre il Ngo Dinh Diem il regime era oggetto di critiche per la sua corruzione, nepotismo e brutalità. La campagna anti-buddista di Diem nel 1963 fu l'ultima goccia per Kennedy. Nell'ottobre 1963, il presidente ritira gli aiuti economici a Saigon. Il mese successivo la Casa Bianca diede tacito appoggio a un colpo di stato militare, che portò al rovesciamento e all'esecuzione di Diem nel novembre 1963. Lo stesso Kennedy fu ucciso a colpi d'arma da fuoco a Dallas, in Texas, solo tre settimane dopo.

Gli storici hanno a lungo dibattuto il ruolo di Kennedy nella guerra del Vietnam in corso. Molti, compreso il suo segretario alla difesa Robert McNamara e suo fratello Robert, suggerì che Kennedy non avrebbe mai impegnato truppe da combattimento in Vietnam. Altri hanno incolpato Kennedy per aver preso impegni nel Vietnam del Sud che i presidenti successivi furono costretti a onorare.

Informazioni sulla citazione
Titolo: "John F. Kennedy"
Autori: Jennifer Llewellyn, Jim Southey, Steve Thompson
Editore: Alpha History
URL: https://alphahistory.com/vietnamwar/john-f-kennedy/
Data di pubblicazione: 17 Marzo 2018
Data di accesso: 28 Novembre 2021
Copyright: Il contenuto di questa pagina non può essere ripubblicato senza la nostra espressa autorizzazione. Per ulteriori informazioni sull'utilizzo, consultare il nostro Condizioni d'uso.