Pham Van Dong

Pham Van Dong (1906-2000) era un leader comunista e primo ministro di Vietnam del Nord e Vietnam per più di 30 anni.

Pham Van Dong

vita in anticipo

Pham Van Dong è nato in una famiglia benestante nella provincia di Quang Ngai; suo padre era stato segretario di corte degli imperatori Nguyen. Dong ha studiato a Hue, dove erano inclusi i suoi compagni di classe Vo Nguyen Giap e Ngo Dinh Diem. Ha poi conseguito una laurea in giurisprudenza presso l'Università di Hanoi, dove è stato coinvolto nella politica studentesca radicale.

Nel 1926, Pham si recò in Cina per unirsi alla Revolutionary Youth League, apprendere la teoria comunista e studiare presso l'accademia militare di Huangpu. È stato in Cina dove si è incontrato Ho Chi Minh, con il quale è rimasto strettamente allineato.

Dong è tornato in Vietnam in 1929 per reclutare gruppi rivoluzionari. Fu arrestato dai francesi e imprigionato sull'isola di prigione di Con Son per diversi anni fino a quando non gli fu concessa un'amnistia in 1937.

Membro fondatore del Viet Minh

In 1939, Pham Van Dong e Vo Nguyen Giap furono inviati in Cina per studiare la guerriglia. Sono tornati in Cina con Ho Chi Minh per fondare il Viet Minh e inizia la lotta per l'indipendenza vietnamita, in cui Dong ha svolto un ruolo importante.

Dong ha partecipato al Conferenza di Ginevra (1954) ma è stato amaramente deluso dai suoi risultati. A settembre 1955 è diventato primo ministro del Vietnam del Nord, una posizione che avrebbe mantenuto dopo la riunificazione e fino a 1986.

Dopo la morte di Ho Chi Minh nel 1969, Dong divenne il leader comunista più significativo del Vietnam. Ha preso il controllo della guerra nel sud, manipolando gli americani alimentando il loro movimento contro la guerra e fornendo a Washington opportunità di ritiro. Le Duc Tho's trattative segrete con Henry Kissinger furono approvati e probabilmente diretti da Pham Van Dong.

Dong è rimasto primo ministro dopo l'unificazione del Vietnam nel luglio 1976. Il suo governo ha lottato con una serie di problemi, tra cui carenze economiche, riforma agraria, opposizione politica ed esclusione internazionale. L'emergere di giovani leader riformisti a metà degli anni '1980 alla fine costrinse Dong alle dimissioni. Divenne consigliere del Partito Comunista fino a quando la sua vista non si deteriorò, lasciandolo cieco.

Pham Van Dong è morto nell'aprile 2000, all'età di 94. Come Ho Chi Minh, è stato salutato come un visionario e incorruttibile poliziotto del Partito Comunista.

Informazioni sulla citazione
Titolo: "Pham Van Dong"
Autori: Jennifer Llewellyn, Jim Southey, Steve Thompson
Editore: Alpha History
URL: https://alphahistory.com/vietnamwar/pham-van-dong/
Data di pubblicazione: 3 Marzo 2018
Data di accesso: 26 Novembre 2022
Copyright: Il contenuto di questa pagina non può essere ripubblicato senza la nostra espressa autorizzazione. Per ulteriori informazioni sull'utilizzo, consultare il nostro Condizioni d'uso.