Barry McGuire: Eve of Destruction (1965)

vigilia della distruzione è stato scritto da PF Sloan nel 1964 e registrato da Barry McGuire l'anno successivo. L'interpretazione di McGuire è diventata una delle canzoni di protesta e contro la guerra più famose degli anni '1960. Sebbene eviti qualsiasi riferimento diretto al Vietnam, vigilia della distruzione si riferisce al "mondo orientale ... che esplode". Menziona anche diversi conflitti e lotte di Guerra fredda periodo. I testi di Sloan sottolineano un argomento critico del movimento contro la guerra del Vietnam: che molti giovani soldati non erano abbastanza grandi per votare per il governo che cercava di arruolarli. vigilia della distruzione era popolare sia nel movimento contro la guerra che con la radio tradizionale, raggiungendo il numero uno nella classifica dei singoli statunitensi e il miglior 10 in molti altri paesi.

Il mondo orientale, sta esplodendo
La violenza si accende, i proiettili si caricano
Sei abbastanza grande per uccidere, ma non per votare
Non credi nella guerra, ma cos'è quella pistola che stai portando?
E anche il fiume Giordano ha corpi che galleggiano

Ma dimmelo ancora e ancora e ancora, amico mio
Ah, non credi ... siamo alla vigilia della distruzione.

Non capisci cosa sto cercando di dire?
Non riesci a sentire le paure che provo oggi?
Se il pulsante viene premuto, non c'è modo di scappare
Non ci sarà nessuno da salvare con il mondo in una tomba
Dai un'occhiata in giro ragazzo, è destinato a spaventarti ragazzo

E me lo dici ancora e ancora e ancora, amico mio
Ah, non credi ... siamo alla vigilia della distruzione.

Sì, il mio sangue è così pazzo che sembra coagulare
Sono seduto qui solo contemplando
Non posso distorcere la verità, non conosce regole.
Una manciata di senatori non approva la legislazione
E le marce da sole non portano l'integrazione
Quando il rispetto umano si sta disintegrando
Questo intero mondo pazzo è semplicemente troppo frustrante

E me lo dici ancora e ancora e ancora, amico mio
Ah, non credi ... siamo alla vigilia della distruzione.

Pensa a tutto l'odio che c'è nella Cina rossa
Dai un'occhiata in giro a Selma, in Alabama
Puoi lasciare qui per quattro giorni nello spazio
Ma quando torni, è lo stesso vecchio posto
Il suono dei tamburi, l'orgoglio e la disgrazia
Puoi seppellire i tuoi morti, ma non lasciare traccia
Odia il tuo vicino di casa, ma non dimenticare di dire grazia

E dimmi ancora e ancora e ancora e ancora, amico mio
Non credi ... siamo alla vigilia della distruzione
Mm, no no, non credi ... siamo alla vigilia della distruzione.


Ad eccezione della musica e dei testi, il contenuto di questa pagina è © Alpha History 2018. Il contenuto creato da Alpha History non può essere copiato, ripubblicato o ridistribuito senza la nostra esplicita autorizzazione. Per ulteriori informazioni, consultare il nostro Condizioni d'uso.