Phil Ochs: Draft Dodger Rag (1965)

Phil Ochs (1940-1976) è stato un cantautore americano popolare e prolifico negli anni '1960, in particolare nei movimenti contro la guerra e per i diritti civili. Intelligente e politicamente informato, Ochs ha scritto canzoni di protesta che hanno dimostrato una forte comprensione degli eventi attuali, oltre al suo spirito pungente e al suo forte cinismo. Le canzoni di Ochs sono spesso paragonate a quelle di Bob Dylan, sebbene non abbia mai raggiunto il livello di popolarità di Dylan. Draft Rag Dodger, scritta da Ochs nel 1965, è una canzone satirica su un draftee che tenta di evitare il servizio in Vietnam. È stata una delle prime canzoni di protesta ad usare sfumature comiche ed è rimasta molto popolare nel movimento contro la guerra. I testi di Och fanno riferimento a Thomas Dodd, un senatore democratico e noto 'falco' del Vietnam, nonché leader cubano Fidel Castro e il premier cinese Zhou Enlai.

Oh, sono solo un tipico ragazzo americano di una tipica città americana
Credo in Dio e nel senatore Dodd e nel mantenere basso il vecchio Castro.
E quando venne il mio momento di servire, conobbi meglio i morti che i rossi
Ma quando sono arrivato alla mia vecchia bozza, amico, questo è quello che ho detto:

Sergente, ho solo 18 anni, ho la milza rotta e porto sempre una borsa
Ho gli occhi come un pipistrello, i miei piedi sono piatti e la mia asma sta peggiorando
Pensa alla mia carriera, tesoro mio caro, e alla mia povera vecchia zia invalida
Inoltre, non sono uno stupido, vado a scuola e lavoro in un impianto di difesa.

Ho un disco slogato e un dorso traballante, sono allergico a fiori e insetti
Quando la bomba colpisce, ho attacchi epilettici, sono dipendente da mille droghe.
Ho i guai della debolezza, non posso toccarmi le dita dei piedi, riesco a malapena a raggiungere le ginocchia
E se il nemico si avvicinasse a me, probabilmente inizierei a starnutire.

Odio Chou En-lai e spero che muoia, ma una cosa che devi vedere
Quel qualcuno deve andare laggiù e quel qualcuno non sono io.
Quindi ti auguro ogni bene, sergente, dagli l'inferno. Sì, uccidimi un migliaio o giù di lì
E se mai dovessi arrivare a una guerra senza sangue e sangue, sarò il primo ad andare.


Ad eccezione della musica e dei testi, il contenuto di questa pagina è © Alpha History 2018. Il contenuto creato da Alpha History non può essere copiato, ripubblicato o ridistribuito senza la nostra esplicita autorizzazione. Per ulteriori informazioni, consultare il nostro Condizioni d'uso.