Viet Minh

viet minh
Membri del Viet Minh, fotografati alla fine degli anni Quaranta

Il Viet Minh è stato uno dei numerosi gruppi a formare e lottare contro il dominio straniero in Vietnam. Col tempo, si è evoluto in un movimento politico significativo e una forza militare abbastanza forte da sconfiggere i francesi.

Nazionalismo vietnamita

Il Viet Minh è stato formato negli 1940 come gruppo nazionalista in cerca dell'indipendenza vietnamita. Come in altri paesi asiatici, il nazionalismo vietnamita era in gran parte un prodotto dell'inizio del 20 secolo.

Gli scritti di nazionalisti come Phan Chu Trinh (1872-1926) e Phan Boi Chau (1867-1940) sono stati condannati Colonialismo francese e ha chiesto una lotta per rimuoverlo. Questi scrittori assicurarono al popolo vietnamita di avere la capacità di governare se stessi.

In una società rurale senza esperienza di democrazia o rappresentanza, questo non è stato un compito facile. I vietnamiti, cresciuti con una dieta confuciana di obbedienza, erano abituati ad accettare semplicemente la loro sorte e a non mettere in discussione l'ordine politico. Una cosa era formare un piccolo gruppo nazionalista come il Viet Minh. Fu un altro del tutto per trasformarlo in un movimento popolare.

Molti nazionalisti vietnamiti hanno attinto alle idee e ai metodi politici europei per sostenere la loro tesi. Hanno formato "società segrete" e gruppi di discussione, hanno ottenuto testi politici asiatici e occidentali e li hanno tradotti, studiati e discussi. Hanno esaminato la situazione in altri paesi asiatici, in particolare la Cina, e hanno creato legami con gruppi nazionalisti lì.

Nazionalismo e marxismo

Due eventi europei critici - la prima guerra mondiale e la rivoluzione russa - hanno plasmato il movimento nazionalista in Vietnam. Durante la prima guerra mondiale, circa 100,000 vietnamiti furono inviati in Francia come lavoratori industriali o per combattere sul fronte occidentale. In Francia, questi vietnamiti furono esposti alla società che li aveva ridotti in schiavitù.

La Francia non era solo una potenza imperiale, era anche una patria fertile per idee politiche di sinistra. Molti vietnamiti si sono mescolati con sindacalisti francesi e politici radicali che hanno parlato di marxismo, socialismo e rivoluzione.

La teoria marxista aveva molto da offrire ai vietnamiti: promesse di uguaglianza razziale, fine al colonialismo e vite migliori per lavoratori e contadini. Alcuni vietnamiti divennero attivi nel Partito Comunista Francese, fondato nel 1920. Altri si dedicarono successivamente al marxismo, disincantati dal Trattato di Versailles che restituì il loro paese alla Francia.

Ho Chi Minh

Il più noto di questi nazionalisti era Nguyen Sinh Cung, in seguito noto come Ho Chi Minh - chi ha presentato una petizione alla conferenza di pace di Parigi per l'indipendenza vietnamita, solo per essere ignorato.

viet minh
Ho Chi Minh, fotografato a metà degli 1920

Durante i primi anni 1920, non c'erano organizzazioni comuniste significative in Vietnam. Gli interessi vietnamiti erano invece rappresentati da espatriati nel Partito Comunista Francese, guidato da Ho Chi Minh. Molti si sono recati a Mosca per ricevere addestramento e partecipare al Comintern. L'Unione Sovietica ha spedito a Mosca dozzine di radicali vietnamiti per studiare all'Università Orientale, un campo di addestramento per attivisti comunisti.

In 1925, Ho Chi Minh e altri comunisti in Russia hanno pubblicato Le Proces de la Colonization Francais, o "colonialismo francese sotto processo", una condanna della brutalità e dello sfruttamento francesi in Indocina. In questo opuscolo, Ho ha espresso l'opinione che i suoi connazionali mancassero di coscienza politica e fossero molto lontani dall'organizzazione di un movimento nazionale popolare.

A causa dell'immaturità politica del Vietnam, Ho decise di lavorare con l'insurrezione comunista in Cina, che nel 1927 era impegnata in una lotta per il potere lì.

Il partito comunista indocinese

viet minh
Rappresentazione artistica della fondazione dell'ICP nel 1930

I gruppi marxisti vietnamiti hanno iniziato a prendere forma alla fine degli 1920. Il più grande gruppo di sinistra, la Revolutionary Youth League, aveva membri e sostenitori di 1,000, un quarto dei quali aveva ricevuto una formazione a Mosca o in Cina. Altri gruppi di sinistra includevano il Cao Vong Thanh Nien Dang (o partito "Hope of Youth", formato nel 1927) e il Partito rivoluzionario del Nuovo Vietnam (formato nel 1925). Questi gruppi erano disciplinati e ben gestiti, ma troppo piccoli per avere un impatto significativo.

A Mosca, questi sviluppi in Vietnam erano seguiti dall'Internazionale Comunista (o Comintern), un comitato incaricato di guidare e sostenere i gruppi comunisti in tutto il mondo. I membri del Comintern erano preoccupati che l'emergente movimento comunista del Vietnam fosse così frammentato.

Il Comintern esercitò pressioni su Ho Chi Minh e altre figure influenti, sollecitando l'unificazione di questi diversi gruppi. Questa unificazione è stata realizzata nel febbraio 1930 con la fondazione del Partito Comunista Indochinese (ICP). Dopo la sua formazione ha adottato un semplice piano in dieci punti:

1. Il rovesciamento dell'imperialismo francese, del feudalesimo vietnamita e della borghesia reazionaria;
2. Rendere l'Indocina completamente indipendente;
3. Istituire un governo di operai, soldati e contadini;
4. Confiscare banche e altre imprese appartenenti agli imperialisti e metterle sotto il controllo del governo;
5. Confiscare tutte le piantagioni e le proprietà appartenenti agli imperialisti e alla borghesia reazionaria vietnamita e distribuirle ai poveri contadini;
6. Per implementare una giornata lavorativa di otto ore;
7. Abolire l'acquisto forzato di titoli di stato, l'imposta sui sondaggi e tutte le tasse ingiuste che colpiscono i poveri;
8. Portare libertà democratiche alle masse;
9. Distribuire l'educazione a tutte le persone;
10. Riconoscere e raggiungere la parità tra uomini e donne.

L'ICP crea supporto

Le difficili condizioni economiche in Vietnam hanno permesso all'ICP di crescere rapidamente. In 1930-31, l'Indocina francese ha subito un crollo della domanda di esportazioni a causa della Grande Depressione e una carestia causata da catastrofi naturali e fallimenti delle colture. Centinaia di migliaia di vietnamiti sono diventati senza lavoro e costretti a vagare per il paese in cerca di lavoro e cibo. Il regime coloniale francese non offrì tregua, mantenendo le tasse ad alti livelli.

L'ICP ha immediatamente attinto al malcontento rurale. Alla fine del 1931, il partito aveva circa 1,500 quadri (membri professionisti) e il sostegno di oltre 100,000 contadini. I quadri dell'ICP hanno incitato diverse rivolte contadine contro obiettivi coloniali francesi o ricchi proprietari terrieri. Louis Roubaud, un francese che ha osservato queste rivolte, ha osservato che "il movimento rivoluzionario del Vietnam ha una testa e un corpo".

Queste rivolte hanno innescato brutali rappresaglie da parte dell'esercito francese, ma l'ICP è sopravvissuto e ha continuato a crescere. Era particolarmente forte nelle province intorno a Saigon, che era anche l'ubicazione della sede principale dell'ICP.

I Viet Minh formato

Nel gennaio 1941, Ho Chi Minh tornò dall'esilio in Cina. Ho si stabilì in una grotta a Pac Bo e iniziò i preparativi per l'ottavo congresso del partito dell'ICP. Ha chiesto una “forza rivoluzionaria” che andasse oltre l'organizzazione politica e sociale, annunciando la formazione del Viet Nam Doc Lap Dong Minh Hoi (la Vietnam Independence League, o Viet Minh in breve).

Ho fatto di tutto per rendere il Viet Minh una confederazione inclusiva, aperta a qualsiasi gruppo o organizzazione politica, comunista o meno. Il suo statuto di fondazione era più nazionalista che comunista, e invocava "soldati, operai, contadini, intellettuali, funzionari pubblici, mercanti, giovani uomini e donne" per rovesciare gli "sciacalli francesi" e i "fascisti giapponesi". Il primo presidente del Viet Minh, Ho Ngoc Lam, era un non comunista.

Nonostante ciò, il Viet Minh è stato guidato dalla leadership dell'ICP, sebbene ciò sia stato fatto in background. Alla fine di 1941, Ho raccontò ai suoi compagni del nuovo Viet Minh che era arrivato il momento di rimuovere gli aggressori stranieri; il tempo per risolvere le loro differenze politiche sarebbe arrivato dopo.

Il punto di vista di uno storico:
"Ho associato il suo movimento Viet Minh con il movimento mondiale contro il fascismo ... I Viet Minh erano attivi nell'aiutare i contadini mentre soffrivano sotto due livelli di oppressione durante la guerra ... Hanno sequestrato il riso accumulato per i giapponesi e lo hanno dato ai contadini."
Bruce O. Solheim

viet minh

1. Il Viet Minh era uno dei numerosi gruppi nazionalisti vietnamiti che si formarono nei primi 1900. Questi gruppi hanno attinto a idee e metodi politici occidentali per spingere all'indipendenza vietnamita.

2. Sia la prima guerra mondiale che la rivoluzione russa hanno modellato lo sviluppo del comunismo in Vietnam, esponendo migliaia di espatriati vietnamiti a idee politiche europee come il marxismo.

3. Molti comunisti vietnamiti furono addestrati nell'Unione Sovietica e lavorarono con il crescente movimento comunista in Cina. Hanno formato diversi piccoli gruppi comunisti ben gestiti negli 1920.

4. In 1930 molti di questi gruppi si sono fusi per formare il Partito comunista indocinese (ICP). Questo partito fiorì durante un periodo di sofferenza economica, ottenendo un sostegno significativo e organizzando rivolte contadine.

5. In 1941 l'ICP formò una coalizione di gruppi nazionalisti per resistere all'imperialismo francese e giapponese. Il Viet Minh, come era noto, conteneva molti non comunisti, sebbene fosse in gran parte guidato dall'ICP.

Informazioni sulla citazione
Titolo: "Il Viet Minh"
Autori: Jennifer Llewellyn, Jim Southey, Steve Thompson
Editore: Alpha History
URL: https://alphahistory.com/vietnamwar/viet-minh/
Data di pubblicazione: Giugno 11, 2019
Data di accesso: October 21, 2021
Copyright: Il contenuto di questa pagina non può essere ripubblicato senza la nostra espressa autorizzazione. Per ulteriori informazioni sull'utilizzo, consultare il nostro Condizioni d'uso.