George Marshall

George Marshall (1880-1958) è stato un comandante militare americano e Segretario di Stato tra il 1947 e il 1949. È meglio conosciuto per il Programma europeo di ripresa, o "Piano Marshall", che porta il suo nome.

George Marshall

Nato in Pennsylvania da una famiglia benestante della classe media, Marshall fu educato in un'accademia militare della Virginia, dove si diplomò ai vertici della sua classe. L'anno seguente ottenne una commissione nell'esercito degli Stati Uniti. Quando gli Stati Uniti entrarono nella prima guerra mondiale in 1917, Marshall fu schierato in Francia, dove progettò e comandò operazioni di fanteria. Eccelleva nella pianificazione strategica e finì la guerra con il grado di colonnello.

Dopo la guerra, Marshall rimase nell'esercito, lavorando in addestramento e come comandante di base. Ha continuato la sua ascesa attraverso i ranghi. Con lo scoppio della seconda guerra mondiale, Marshall fu nominato capo di stato maggiore dell'esercito americano. In questo ruolo, ha supervisionato l'espansione, la riqualificazione e la modernizzazione dell'esercito.

Nessun individuo fece di più per organizzare e preparare l'esercito americano per il suo coinvolgimento nella seconda guerra mondiale. Marshall fu coinvolto nella pianificazione e autorizzazione delle principali campagne e operazioni americane, tra cui gli sbarchi del D-Day in 1944. Dopo essersi ritirato dai militari alla fine di 1945, Marshall fu inviato a Cina per ottenere una risoluzione nella guerra civile tra il leader nazionalista Jiang Jieshi e Di Mao Zedong comunisti, una missione che non era in grado di completare.

Nel mese di gennaio 1947, Harry Truman ha nominato Marshall come Segretario di Stato e gli ha affidato il compito di sovrintendere alla ricostruzione dell'Europa del dopoguerra. Lo sviluppo e il supporto di Marshall per il programma europeo di recupero (ERP) lo ha portato a diventare ampiamente noto come Piano Marshall. Il successo dell'ERP ha portato Marshall a ricevere il premio Time's Man of the Year (1947) e il Nobel per la pace (1953).

Marshall si è dimesso da Segretario di Stato a gennaio 1949 e ha guidato per un certo periodo la Croce Rossa americana. In 1950 lo scoppio della guerra di Corea ha portato Truman a nominare Marshall come suo Segretario alla Difesa. Ha ricoperto questo incarico per oltre un anno, supervisionando l'espansione militare americana e i preparativi per la guerra in Corea.

Nei primi 1950 Marshall subì continui attacchi Joseph McCarthy. In libri e discorsi, il senatore del Wisconsin ha accusato Marshall di essere un simpatizzante comunista coinvolto in una "cospirazione su scala immensa". McCarthy ha indicato gli incontri di Marshall con Mao Zedong e altri comunisti in Cina, seguiti dalla loro vittoria nel 1949, come prova del suo tradimento. Una figura cauta e dignitosa, Marshall non ha risposto a questi attacchi al vetriolo.

Dopo le dimissioni da segretario alla Difesa (settembre 1951), Marshall si ritirò dalla vita pubblica. Morì a Washington DC nell'ottobre 1959.

Informazioni sulla citazione
Titolo: "George Marshall"
Autori: Jennifer Llewellyn, Steve Thompson
Editore: Alpha History
URL: https://alphahistory.com/coldwar/george-marshall/
Data di pubblicazione: October 20, 2018
Data di accesso: 28 Novembre 2022
Copyright: Il contenuto di questa pagina non può essere ripubblicato senza la nostra espressa autorizzazione. Per ulteriori informazioni sull'utilizzo, consultare il nostro Condizioni d'uso.