Jimmy Carter

Jimmy Carter (1924-) era il presidente 39 degli Stati Uniti. La sua presidenza ha attraversato gli ultimi anni di Rilassamento e ha preceduto il rilancio della retorica della guerra fredda e delle tensioni sotto Ronald Reagan.

Jimmy Carter

Carter è nato in Georgia, figlio di un coltivatore di arachidi e politico statale. È stato istruito durante la Grande Depressione, in seguito ha frequentato la Georgia Tech e si è iscritto all'Accademia navale degli Stati Uniti ad Annapolis. Carter ha prestato servizio per sette anni nella Marina degli Stati Uniti, cinque dei quali a bordo di sottomarini nucleari. È tornato in Georgia dopo la morte del padre per gestire gli interessi commerciali della famiglia.

All'inizio degli anni '1960, Carter seguì il defunto padre nella politica statale. Fu eletto all'assemblea statale della Georgia nel 1962 e in seguito prestò servizio come governatore dello stato della Georgia (1971-75).

Carter si dichiarò candidato alla presidenza nel 1974. Sebbene poco conosciuto a livello nazionale, il personaggio geniale e degno di fiducia di Carter attirava gli elettori americani, molti dei quali erano stati delusi dalla guerra del Vietnam e dal Watergate. Carter è stato eletto presidente nel novembre 1976, sconfiggendo il presidente in carica Gerald Ford.

Carter ha affrontato alcune sfide significative durante la sua presidenza, tra cui il persistente malcontento per Watergate e la perdita del Vietnam, i conflitti in Medio Oriente, una crisi energetica paralizzante, un'economia domestica ostacolata dal debito e dall'inflazione e la crisi degli ostaggi in Iran.

Carter non ha adottato una forte posizione di politica estera fino a tardi nella sua presidenza, quando ha condannato il Invasione sovietica dell'Afghanistan e tentativi di Mosca di rafforzare l'influenza sovietica nel Golfo Persico. La Dottrina Carter, articolata nel gennaio 1980, dichiarava che gli Stati Uniti avrebbero usato la forza militare per proteggere i propri "interessi vitali" in Medio Oriente. Carter ha dato peso a questa promessa aumentando la presenza navale americana nella regione.

Carter ha anche sostenuto il boicottaggio statunitense delle Olimpiadi di Mosca 1980, che si è evoluto come una protesta contro l'occupazione sovietica in Afghanistan.

Carter è stato sconfitto da Ronald Reagan nelle elezioni del 1980 di novembre. È tornato in Georgia, ha scritto le sue memorie e da allora è stato attivo come diplomatico itinerante, filantropo attivo e portavoce di varie cause.

Informazioni sulla citazione
Titolo: "Jimmy Carter"
Autori: Jennifer Llewellyn, Steve Thompson
Editore: Alpha History
URL: https://alphahistory.com/coldwar/jimmy-carter/
Data di pubblicazione: October 12, 2018
Data di accesso: 20 Maggio 2022
Copyright: Il contenuto di questa pagina non può essere ripubblicato senza la nostra espressa autorizzazione. Per ulteriori informazioni sull'utilizzo, consultare il nostro Condizioni d'uso.