Richard Nixon

Richard Nixon (1913-1994) è stato il 37 ° presidente degli Stati Uniti, in carica dal gennaio 1969 fino alle sue dimissioni nell'agosto 1974. La politica estera di Nixon ha forgiato la strada per Rilassamento. Sotto la sua guida, gli Stati Uniti si ritirarono dal Vietnam, ristabilirono le relazioni diplomatiche con la Cina e firmarono un trattato di limitazione delle armi con l'Unione Sovietica.

Richard Nixon

Richard Nixon è nato in California da una famiglia di quaccheri. Ha studiato alla Duke University, laureandosi in giurisprudenza. Nixon si è offerto volontario per la Marina degli Stati Uniti in 1943, in cui è stato incaricato come tenente e ha ricoperto ruoli amministrativi nel teatro del Pacifico.

Dopo la guerra, Nixon punta su una carriera politica, facendo una campagna per un seggio al Congresso. Fu eletto alla Camera dei Rappresentanti alla fine di 1946. Alla fine degli 1940, Nixon era un critico schietto di sospetti comunisti, simpatizzanti e sindacalisti. Ha anche fatto parte del House Un-American Activities Committee (HUAC).

Senatore e Vicepresidente

Nel 1950, Nixon si trasferì dalla Camera dei Rappresentanti al Senato degli Stati Uniti. Due anni dopo ha ricevuto la nomina del Partito Repubblicano come Dwight Eisenhower's compagno di corsa presidenziale. Nel novembre 1952 Nixon, 39 anni, divenne il secondo vicepresidente degli Stati Uniti più giovane della storia.

A differenza dei precedenti vicepresidenti, ha svolto un ruolo attivo negli affari esteri, tenendo discorsi importanti e facendo numerose visite di stato all'estero. In 1959, Nixon partecipò a una mostra americana a Mosca, dove notoriamente si fidanzò con il leader sovietico Nikita Krusciov in quello che in seguito divenne noto come il 'Dibattito sulla cucina'.

Nixon servì due mandati come vice di Eisenhower prima di candidarsi per la Casa Bianca nel 1960, tuttavia, fu sconfitto per un pelo da John F. Kennedy e di conseguenza si ritirò dalla vita politica per diversi anni.

Presidenza

Nixon tornò dalle terre selvagge di 1968, sostenendo la presidenza e definendosi un pacificatore che avrebbe cercato di porre fine alla guerra del Vietnam. Ha vinto comodamente le elezioni 1968 di novembre, portando gli stati 32 contro il candidato democratico Hubert Humphrey.

In pochi mesi, Nixon aveva annunciato una politica di 'vietnamizzazione', volta a trasferire la responsabilità alla guerra a Vietnam del sud e consentire il ritiro delle forze di combattimento statunitensi. In segreto, Nixon ha anche autorizzato l'espansione delle operazioni militari statunitensi in Laos e Cambogia, una mossa che ha avuto effetti devastanti su quei paesi.

La politica estera della Guerra Fredda di Nixon richiedeva una maggiore comunicazione con le potenze comuniste e contribuì alla crescita Rilassamento nei primi 1970. A febbraio 1972 Nixon ha fatto una visita storica a Cina comunista. L'anno seguente ha accolto il leader sovietico Leonid Brezhnev durante una visita di due settimane negli Stati Uniti. Nixon e Breznev hanno tenuto due vertici a metà 1974 che hanno aperto la strada a futuri accordi sulle armi e accordi di Helsinki di 1975.

Gli ultimi due anni della presidenza di Nixon sono stati contaminati da problemi interni, una crisi petrolifera globale (1973) e lo scandalo Watergate. Implicato in un occultamento di attività illegali, Nixon è stato oggetto di indagini e controlli rigorosi. Di fronte all'impeachment, Nixon si dimise dalla presidenza nell'agosto 1974, l'unico presidente degli Stati Uniti ad averlo mai fatto.

Richard Nixon ha trascorso gli ultimi anni della sua vita scrivendo le sue memorie e tentando di ripristinare la sua eredità come presidente. Nixon è morto a New York City nell'aprile 1994, all'età di 81.

Informazioni sulla citazione
Titolo: "Richard Nixon"
Autori: Jennifer Llewellyn, Steve Thompson
Editore: Alpha History
URL: https://alphahistory.com/coldwar/richard-nixon/
Data di pubblicazione: October 21, 2018
Data di accesso: Dicembre 03, 2022
Copyright: Il contenuto di questa pagina non può essere ripubblicato senza la nostra espressa autorizzazione. Per ulteriori informazioni sull'utilizzo, consultare il nostro Condizioni d'uso.