Anwar Sadat

Anwar Sadat (1918-1981) è stato il presidente dell'Egitto da ottobre 1970 fino al suo assassinio a ottobre 1981. Ha supervisionato cambiamenti significativi nel suo paese, stipulando un accordo di pace con il vicino Israele e riorientando l'Egitto lontano dall'influenza sovietica e verso gli Stati Uniti.

anwar sadat

Anwar Sadat è nato in un piccolo villaggio nel delta del Nilo, figlio di un impiegato dell'ospedale locale. Quando Sadat aveva sei anni, la famiglia si trasferì al Cairo, dopo che suo padre ottenne un lavoro nella burocrazia coloniale britannica. Dopo aver completato il liceo Sadat si unì ad un'accademia militare e in seguito ottenne una commissione.

Sadat era un fervente nazionalista che si opponeva al dominio coloniale britannico. Si unì al Free Officers Movement, una cabala di giovani ufficiali militari in cerca di un Egitto libero e autonomo. Sadat è stato incarcerato due volte negli 1940 per le sue attività anti-britanniche, tra cui la collaborazione con tedeschi e italiani. In 1952 ha partecipato a un colpo di stato, guidato da Gamal Nasser, che ha deposto il debole e corrotto re Farouk.

Sotto il governo di Nasser (1954-70), l'Egitto divenne un alleato e uno stato cliente dell'Unione Sovietica, ricevendo aiuti finanziari e consulenza tecnica su progetti come la diga di Assuan. Sadat è stato un membro importante del governo di Nasser. Ha ricoperto diverse posizioni significative, tra cui la direzione del quotidiano statale, ministro di Stato e vicepresidente.

Quando Nasser morì nel settembre 1970, la presidenza passò a Sadat. Nel maggio 1971 Sadat lanciò quella che chiamava una "rivoluzione correttiva", una serie di epurazioni e riforme che allontanarono l'Egitto dall'influenza sovietica e dalle politiche di sinistra. Politici e burocrati pro-Nasser furono licenziati, l'agenzia di polizia segreta di Nasser subì una limitazione dei suoi poteri, mentre circa 20,000 consiglieri sovietici furono rimandati a casa. Queste riforme, insieme ai guadagni di Sadat nella guerra dello Yom Kippur con Israele (ottobre 1973), lo resero molto popolare tra il popolo egiziano.

In 1977, Sadat divenne il primo leader arabo a visitare Israele. Due anni dopo ha firmato un accordo di pace rivoluzionario con il leader israeliano Menachem Begin, per il quale ad entrambi i leader è stato assegnato il premio Nobel per la pace.

La volontà di Sadat di scendere a compromessi con Israele ha avvicinato l'Egitto agli Stati Uniti. Alla fine degli anni '1970 presidente degli Stati Uniti Jimmy Carter ha autorizzato un pacchetto di aiuti per l'Egitto. Questo aiuto economico e militare continuò per tutta la durata della guerra fredda.

Molti militanti in Medio Oriente sono stati oltraggiati dal trattato di pace di Sadat con Israele e dalla sua accettazione degli aiuti statunitensi, tuttavia, considerandolo un tradimento degli interessi arabi e musulmani. Nell'ottobre 1981, Sadat fu assassinato durante una parata militare al Cairo, da islamisti che si erano infiltrati nell'esercito egiziano. Il funerale di Sadat ha visto la partecipazione di tre ex presidenti degli Stati Uniti e dignitari occidentali, ma è stato snobbato dai leader arabi.

Informazioni sulla citazione
Titolo: "Anwar Sadat"
Autori: Jennifer Llewellyn, Steve Thompson
Editore: Alpha History
URL: https://alphahistory.com/coldwar/anwar-sadat/
Data di pubblicazione: October 25, 2018
Data di accesso: Dicembre 03, 2022
Copyright: Il contenuto di questa pagina non può essere ripubblicato senza la nostra espressa autorizzazione. Per ulteriori informazioni sull'utilizzo, consultare il nostro Condizioni d'uso.