Imre Nagy

Imre Nagy (1896-1958) era un politico socialista ungherese e un leader significativo della rivolta ungherese 1956. Fu giustiziato per il suo coinvolgimento in questa rivolta.

imre nagy

Nato nell'Ungheria occidentale da una famiglia povera, Nagy si arruolò nell'esercito austro-ungarico in 1915 e combatté contro i russi in prima guerra mondiale. Nel 1916 fu catturato e detenuto in Russia per il resto della guerra. Durante questo periodo divenne comunista dopo essere stato esposto alle idee di Marx e Lenin.

Nagy rimase in Unione Sovietica tra le due guerre, dove ricevette un'educazione marxista, prestò servizio con l'Armata Rossa e partecipò al Guerra civile russa. Tornò in Ungheria in 1921 e tentò di incitare un movimento comunista lì. Non riuscito, tornò in Unione Sovietica in 1930.

Dopo la seconda guerra mondiale, Nagy tornò in Ungheria. Ha ricoperto diverse posizioni nel governo filo-sovietico, tra cui portafogli ministeriali in agricoltura, cibo e interni. Nagy supervisionò molto le riforme della terra, ridistribuendo la terra ai contadini locali.

Nel luglio 1953, Nagy divenne il primo ministro dell'Ungheria, in sostituzione della linea dura dello stalinista Matyas Rakosi. Il governo di Nagy ha sviluppato quello che ha definito un "nuovo corso" di politica socialista, progettato per rallentare il ritmo dell'industrialismo e lasciare spazio per il popolo ungherese. Questa deviazione dalla politica economica sovietica portò alla rimozione di Nagy dal primo ministro nell'aprile del 1955, tuttavia, il suo umanesimo e il suo approccio flessibile al socialismo rimasero popolari tra molti ungheresi.

Nell'ottobre 1956, la crescente insoddisfazione dell'opinione pubblica per il socialismo sovietico riportò Nagy al primo ministro e innescò il Rivolta ungherese. In pochi giorni Nagy aveva rilasciato dichiarazioni pubbliche chiedendo il ripristino del governo democratico, l'abolizione della polizia segreta (AVH) e la rimozione delle truppe sovietiche dal suolo ungherese. Il 1 ° novembre ha annunciato la sua intenzione di ritirare l'Ungheria dalla Patto di Varsavia.

Questo annuncio, insieme alla crescente violenza a Budapest, ha costretto Mosca ad agire. Le truppe sovietiche invasero l'Ungheria il 4th di novembre e schiacciarono la rivolta, uccidendo tra 2,000 e 3,000. Lo stesso Nagy si rifugiò nella relativa sicurezza dell'ambasciata jugoslava. Tre settimane dopo uscì dall'ambasciata, dopo che gli era stato promesso un comportamento sicuro fuori dall'Ungheria, ma fu immediatamente arrestato dalle autorità sovietiche.

Nagy fu detenuto in Romania per diversi mesi, poi tornò in Ungheria, dove era stato installato un nuovo regime fedele a Mosca. Nagy è stato processato in segreto e impiccato a giugno 1958. Il popolo ungherese venne a conoscenza del suo destino solo dopo che Nagy fu giustiziato.

Informazioni sulla citazione
Titolo: "Imre Nagy"
Autori: Jennifer Llewellyn, Steve Thompson
Editore: Alpha History
URL: https://alphahistory.com/coldwar/imre-nagy/
Data di pubblicazione: October 31, 2018
Data di accesso: Giugno 27, 2022
Copyright: Il contenuto di questa pagina non può essere ripubblicato senza la nostra espressa autorizzazione. Per ulteriori informazioni sull'utilizzo, consultare il nostro Condizioni d'uso.