J. Edgar Hoover

J. Edgar Hoover (1895-1972) era un direttore di lunga data del Federal Bureau of Investigation (FBI), un'agenzia di polizia americana che ha svolto un ruolo importante nella sicurezza della Guerra Fredda.

Hoover

John Edgar Hoover è nato a Washington DC, dove ha vissuto per tutta la sua vita. Suo padre era uno scalpellino religioso ei figli di Hoover sono stati cresciuti secondo una rigorosa formalità vittoriana. Hoover ha frequentato la Central High, dove ha superato una brutta balbuzie per diventare un dibattitore di successo.

Dopo la laurea, Hoover ha lavorato alla Library of Congress mentre si laurea in legge alla George Washington University. Hoover fu reclutato dal Dipartimento di Giustizia e incaricato di indagare su alieni nemici e simpatizzanti tedeschi, durante l'ultimo anno della prima guerra mondiale. In seguito indagò su sospetti comunisti e sindacalisti radicali durante la prima paura rossa del 1918-19. Anche quando il giovane Hoover era conosciuto come un maniaco del lavoro, tanto incorruttibile quanto esigente.

In 1924 Hoover, ancora agli inizi degli 20, è stato nominato direttore del Bureau of Investigation. Rimase in questa veste quando l'Ufficio di presidenza fu riformato come FBI in 1935.

Fanatico del Bureau e del suo lavoro, ma anche incline agli sbalzi d'umore e agli attacchi di collera, Hoover era difficile da lavorare, ma aveva una lunga storia di risultati. Sotto la sua sorveglianza, l'FBI ha indagato e perseguito contrabbandieri di liquori, gangster, sindacalisti corrotti, mafiosi, agenti nazisti e politici radicali. 

Dopo la seconda guerra mondiale, gran parte dell'attenzione di Hoover fu dedicata ai rapporti con i comunisti, in particolare spie e simpatizzanti sovietici. Ha sviluppato una relazione dietro le quinte con Joseph McCarthy, fornendo ai senatori del Wisconsin i nomi e le informazioni sui sospetti comunisti. Alcune delle indagini di Hoover sulla guerra fredda hanno sondato la sessualità di politici, burocrati e personaggi pubblici. Durante il Lavender Scare dei primi anni '1950, l'FBI sollecitò il presidente Dwight Eisenhower vietare l'impiego di omosessuali, in quanto costituivano un rischio per la sicurezza.

Nel 1956, Hoover autorizzò la formazione di COINTELPRO, o "Programma di controspionaggio", un ramo segreto dell'FBI incaricato di infiltrarsi e smantellare organizzazioni politiche nazionali, in particolare gruppi di sinistra e per i diritti civili. COINTELPRO ha avuto successo, tuttavia, alcune delle sue operazioni e metodi, condotti con la conoscenza di Hoover, erano illegali o volutamente esagerati i rischi posti dal comunismo. 

In 1958, Hoover ha pubblicato un libro, Maestri dell'inganno, in cui ha avvertito i lettori di essere attenti ai pericoli del comunismo.

Già potente prima del 1945, la Guerra Fredda e l'isteria anticomunista degli anni '1950 intensificarono il potere di Hoover al punto da renderlo intoccabile. Pochi hanno osato criticarlo o sfidarlo - e quelli che lo hanno fatto spesso hanno scoperto che le risorse dell'FBI si sono rivoltate contro di loro. 

Hoover è rimasto come direttore dell'FBI nel suo 78thth year, fino alla sua morte per un infarto nel maggio 1972.

Informazioni sulla citazione
Titolo: "J. Edgar Hoover "
Autori: Jennifer Llewellyn, Steve Thompson
Editore: Alpha History
URL: https://alphahistory.com/coldwar/j-edgar-hoover/
Data di pubblicazione: October 11, 2018
Data di accesso: 09 Agosto 2022
Copyright: Il contenuto di questa pagina non può essere ripubblicato senza la nostra espressa autorizzazione. Per ulteriori informazioni sull'utilizzo, consultare il nostro Condizioni d'uso.