Nikita Krusciov

Nikita Krusciov (1894-1971) era il leader dell'Unione Sovietica dopo la morte di Joseph Stalin. Durando poco più di un decennio, la sua leadership attraversò una fase cruciale della guerra fredda.

nikita khrushchev

Krusciov è nato a 1894 da una famiglia di contadini in Ucraina. Da bambino rimase nel villaggio, occupandosi del bestiame per la maggior parte dell'anno, sebbene in inverno fosse in grado di frequentare una scuola elementare (una rarità per i bambini contadini prima della rivoluzione russa).

Poco prima prima guerra mondiale Krusciov ha assunto un lavoro come installatore di tubi, diventando anche coinvolto nei sindacati. In 1917 fu eletto presidente di un villaggio sovietico (consiglio) nella sua città natale di Kalinovka, dopo di che combatté per l'Armata Rossa durante il Guerra civile russa (1918-21). La sua prima moglie morì di tifo, a causa della privazione della guerra civile. Fedele ai suoi principi comunisti, Kruscev ha insistito sul fatto che la sua bara fosse trascinata sopra una recinzione nel cimitero piuttosto che passare attraverso la chiesa.

Dopo la guerra civile, la lealtà di Krusciov e la sua capacità di organizzatore furono notate dai leader bolscevichi. Salì rapidamente tra i ranghi del partito, in parte a causa della sua lealtà a Joseph Stalin. Questa lealtà si estendeva al suo coinvolgimento diretto nelle epurazioni del Partito Comunista di Stalin negli anni '1930.

Durante la fine degli anni '1930, Krusciov prestò servizio come segretario del partito a Mosca, dove supervisionò la costruzione del sistema di metropolitana [treno] della capitale. Nel 1938 fu nominato capo del partito in Ucraina e durante la seconda guerra mondiale prestò servizio sul fronte orientale ea Stalingrado come commissario del partito.

Nel 1949 Krusciov fu richiamato a Mosca da Stalin, che temeva una mossa contro di lui e voleva circondarsi di accoliti. Quando Stalin morì nel 1953, Krusciov divenne un contendente alla leadership sovietica, anche se prima dovette evitare le sfide degli altri, tra cui il premier di Stalin Georgy Malenkov e il capo della polizia segreta Lavrentiy Beria.

nikita khrushchev
Krusciov come giovane funzionario del partito, consultandosi con Stalin

Krusciov impiegò del tempo per consolidare il suo potere. All'inizio del 1956, era la figura dominante nel governo sovietico, abbastanza stabilito da consegnare il suo famoso 'Discorso segretodenunciando i metodi brutali e "l'abuso di potere" usati da Stalin.

Sul piano interno, Krusciov era considerato una sorta di riformatore liberale, almeno in confronto a Stalin. Proveniente da ceppi contadini, Krusciov aveva un forte interesse per l'agricoltura. Autorizzò importanti riforme nel 1953-54, aprendo nuove terre ad est per l'agricoltura. Queste iniziative hanno aumentato la produzione alimentare, anche se i risultati non sono stati sostenuti. Krusciov si interessò anche personalmente al programma spaziale russo, consentì maggiore libertà nelle arti e nella cultura e allentò (ma non abolì) la censura statale.

Sul fronte internazionale, le relazioni di Krusciov con gli Stati Uniti e l'Occidente furono inizialmente più amichevoli, anche se questo fu infranto dai suoi discorsi e dagli ultimatum su Berlino alla fine degli anni '1950. Nel 1961, Krusciov tentò di intimidire il presidente americano entrante, John F. Kennedy, in un vertice a Vienna. L'anno seguente autorizzò l'installazione di lanciatori di missili sovietici a Cuba e si impegnò a fare breccia con Kennedy e gli Stati Uniti, culminando nel crisi dei missili cubani. La gestione da parte di Krusciov della crisi cubana ha impedito la guerra, tuttavia, i sostenitori della linea dura nel governo e nell'esercito sovietico l'hanno percepita come un arretramento e sono stati critici nei confronti del suo giudizio.

Anche le riforme economiche liberali di Krusciov iniziarono a fallire all'inizio degli anni '1960, screditando ulteriormente la sua leadership. Fu costretto a lasciare il potere nell'ottobre 1964, ritirato nella sua Mosca dacia e non prese più parte alla politica sovietica. Quando Krusciov morì in 1971, non gli fu nemmeno dato l'onore di un funerale di stato.

Informazioni sulla citazione
Titolo: "Nikita Khrushchev"
Autori: Jennifer Llewellyn, Steve Thompson
Editore: Alpha History
URL: https://alphahistory.com/coldwar/nikita-khrushchev/
Data di pubblicazione: October 22, 2018
Data di accesso: Luglio 02, 2022
Copyright: Il contenuto di questa pagina non può essere ripubblicato senza la nostra espressa autorizzazione. Per ulteriori informazioni sull'utilizzo, consultare il nostro Condizioni d'uso.