Bambini nella Germania nazista

nazismo hitleriano socialismo
Adolf Hitler con bambini tedeschi in 1932

Come per le donne, gli atteggiamenti nazisti nei confronti dei bambini derivavano principalmente dal loro leader. Adolf Hitler credeva che garantire la lealtà e l'obbedienza dei bambini fosse essenziale se il nazismo voleva sopravvivere oltre l'attuale generazione. Di conseguenza, i bambini nella Germania nazista furono sottoposti a un'intensa propaganda attraverso mezzi di istruzione, formazione e gruppi sociali.

Viste iniziali

Anche nei primi anni del partito nazista, quando guidare la nazione era un sogno lontano, Hitler poneva grande enfasi sull'importanza dei bambini. A differenza di altri leader politici, Hitler non trascurò i giovani né sottovalutò il loro valore politico. La sua visione di un Terzo Reich duraturo si basava non solo sulla lealtà e sull'obbedienza degli adulti, ma anche sulla loro progenie.

Hitler voleva che il movimento nazionalsocialista facesse appello a tutti i livelli della società, compresi i giovani. Voleva fornire ai bambini nella Germania nazista un senso di scopo, successo e comunità, qualcosa di evidentemente assente durante la sua infanzia svogliata.

Infine, e forse in modo più significativo, le politiche giovanili di Hitler miravano a riempire le menti dei giovani tedeschi con idee sulla purezza razziale, la supremazia ariana, l'espansione tedesca e le future conquiste militari. Nel 1933, Hitler scrisse della politica nazista:

“Il mio programma per educare i giovani è difficile ... la debolezza deve essere eliminata con un martello. Nei miei castelli dell'Ordine Teutonico crescerà una nuova giovinezza, davanti alla quale il mondo tremerà. Voglio una gioventù brutale, prepotente, senza paura e crudele. La giovinezza deve essere tutto questo. Deve sopportare il dolore. Non deve esserci nulla di debole e gentile in questo. La libera, splendida bestia da preda deve balenare ancora una volta dai suoi occhi ... È così che sradicherò migliaia di anni di addomesticamento umano ... È così che creerò il Nuovo Ordine. "

Attività Educativa

Di conseguenza, l'istruzione e la formazione divennero strumenti importanti ei bambini nella Germania nazista furono soggetti a un'intensa propaganda. Il governo NSDAP ha utilizzato il sistema educativo statale per diffondere l'ideologia nazista, rafforzare la lealtà a Hitler e preparare milioni di ragazzi tedeschi al servizio militare.

Durante la metà degli anni '1930, i nazisti implementarono gradualmente un sistema educativo controllato dal partito. Iniziò formando il proprio sindacato degli insegnanti, il Nationalsozialistischer Lehrerbund (Lega degli insegnanti nazisti). Insegnanti di origine ebraica, convinzioni politiche liberali o socialiste sono stati vittime di bullismo e sono stati allontanati dalla professione; gli insegnanti non nazisti furono spinti a unirsi al Nationalsozialistischer Lehrerbund o affrontare la perdita del lavoro.

Quando i nazisti si sono infiltrati nelle scuole, hanno plasmato il curriculum per trasmettere i propri valori e le proprie convinzioni politiche. In prima linea nel programma nazista c'era l'educazione razziale, i bambini "illuminanti" sulla supremazia ariana e sui tratti spregevoli della Untermensch (persone sub-umane e razze).

Soggetti "nazificati"

L'argomento più importante in questo processo è stata la storia, che è stata utilizzata per trasmettere e rafforzare i valori e le ipotesi naziste. Le storie pro-naziste hanno rafforzato il mito della supremazia ariana in Europa. Erano pieni di storie di eroi e guerrieri germanici, leader politici e conquiste militari.

Le credenze naziste furono rafforzate anche nel programma di geografia. In questo argomento, i bambini tedeschi hanno appreso della divisione ingiusta del territorio nel Trattato di Versailles, del ridisegno inappropriato dei confini europei e della necessità di I Lebensraum ("spazio vitale") per il popolo tedesco.

Anche l'educazione fisica e lo sport erano priorità nel curriculum nazista. Altre materie accademiche, come la matematica e le scienze, furono invece trascurate.

Gruppi di giovani nazisti

I nazisti non si affidavano esclusivamente alle scuole per l'indottrinamento dei bambini. Molto più noti alla storia sono gruppi come il Hitler Jugend (Hitler Youth), un'organizzazione a conduzione nazista in parte ispirata al movimento di scouting britannico.

Come molti dipartimenti NSDAP, la Gioventù Hitleriana non è stata sistematicamente organizzata ma si è evoluta e cambiata nel tempo. Il movimento nazista conteneva una manciata di gruppi di giovani sin da 1922, organizzati a livello locale da individui del Sturmabteilung (SA). C'era persino un certo grado di competizione tra questi gruppi, ognuno dei quali dichiarava di essere il movimento giovanile "ufficiale" del NSDAP.

A luglio 1926, un giovane membro del partito di nome Kurt Gruber ha fondato la Gioventù Hitleriana. Ha quindi lavorato per integrarlo nel Sturmabteilung o SA. Di 1930, Hitler Youth conteneva più di 25,000 ragazzi di età compresa tra 14 e 18. È servito da prezioso gruppo di alimentazione per la SA. Alcuni membri più anziani della Gioventù Hitleriana hanno anche partecipato a proteste orchestrate da SA, pogrom e violenza di strada.

Hitler Youth sotto Schirach

bambini nella Germania nazista
Baldur von Schirach con un membro della Jungvolk

L'ascesa di Hitler alla cancelleria nel 1933 provocò un significativo aumento dei membri della Gioventù Hitleriana. Il leader nazista ha nominato Baldur von Schirach come Reichsjugendführer (Leader giovanile tedesco) e lo incaricò di espandere e organizzare il gruppo a livello nazionale.

Sotto la guida di Schirach, la Gioventù Hitleriana adottò e abbracciò gli stessi simboli, cultura, psicologia e appelli al nazionalismo impiegati nelle SA e Schutzstaffel (SS). Schirach ha anche lavorato per espandere la Gioventù Hitleriana e semplificare il movimento dei suoi membri più anziani nei gruppi paramilitari nazisti.

Quando le scuole tedesche furono infiltrate dalla propaganda nazista a metà degli anni '1930, furono usate anche per promuovere ed espandere la Gioventù hitleriana. Molte scuole divennero gruppi di alimentazione per la Gioventù Hitleriana, con i bambini sotto pressione affinché si unissero.

I nazisti hanno anche incanalato i bambini nella Gioventù hitleriana vietando gruppi alternativi o rivali, come i boy scout e varie leghe giovanili cattoliche. L'appartenenza a questi gruppi banditi è stata spesso acquisita e inghiottita dalla Gioventù Hitleriana.

Entro la fine di 1937, la leadership di Hitler Jugend ha affermato di avere fino a cinque milioni di membri o 64 per cento di tutti i ragazzi tedeschi adolescenti.

bambini nella Germania nazista
I membri della Gioventù Hitleriana si preparano per una marcia

La vita nella gioventù di Hitler

La Gioventù Hitleriana fu dominata dall'allenamento fisico e dall'indottrinamento ideologico. Nel tempo, è diventato un de facto gruppo paramilitare per ragazzi di età compresa tra 14-18, un mezzo per prepararli all'entrata nelle forze armate.

La Gioventù Hitleriana aveva divise, gradi e insegne simili a quelli della SA. Anche la sua struttura organizzativa era simile: unità locali, divisioni regionali e leadership nazionale.

La maggior parte delle unità della Gioventù Hitleriana si sono incontrate una volta durante la settimana e di nuovo nei fine settimana, sotto la guida di membri adulti del partito. Si sono impegnati in una serie di attività fisiche e di allenamento delle abilità, tra cui sport e giochi, escursioni, orienteering e lettura di mappe, legatura di nodi e boscaglia. I fine settimana e le vacanze scolastiche erano un'opportunità per le unità di accamparsi o di bivacco o di partecipare a raduni regionali più grandi.

Indottrinamento militare

Dalla metà degli anni '1930, il regime di addestramento del gruppo divenne più militaristico, con maggiore enfasi sulla marcia e le esercitazioni, l'addestramento alle armi, i corsi ad ostacoli e d'assalto, il camuffamento e le tattiche di combattimento.

Queste attività fisiche erano accompagnate e sostenute da insegnamenti razziali e ideologici. I capitoli della Gioventù Hitleriana hanno assistito a conferenze e sessioni didattiche sulla vita di Hitler, le idee naziste e la teoria razziale. Le nuove reclute dovevano prestare giuramento di fedeltà a Hitler, mentre molti membri recitavano una forma imbastardita del Padre Nostro:

“Adolf Hitler, tu sei il nostro grande Fuhrer.
Il tuo nome fa tremare il nemico.
Solo la tua volontà è legge sulla terra.
Ascoltiamo quotidianamente la tua voce; ordinaci con la tua guida.
Perché obbediremo fino alla fine e anche con le nostre vite.
Ti lodiamo! Ave Hitler! "
Fuhrer, il mio Fuhrer, dammi da Dio.
Proteggi e conserva la mia vita a lungo.
Hai salvato la Germania nel momento del bisogno.
Ti ringrazio per il mio pane quotidiano.
Resta con me per molto tempo, non lasciarmi, Fuhrer.
Il mio Fuhrer, la mia fede, la mia luce, Ave al mio Fuhrer! "

Gruppi per bambini più piccoli

bambini nella Germania nazista
Una copertina della rivista del NSDAP per i membri del Pimpf, 1943

Sotto la Gioventù Hitleriana c'erano diverse organizzazioni per ragazzi e ragazze. Pimpf era il ramo più giovane, la sua appartenenza era aperta a ragazzi di età compresa tra sei e dieci anni. Pimpf i ragazzi hanno completato il servizio alla comunità, le attività fisiche e le abilità all'aperto come il campeggio.

Come i loro compagni nella Gioventù Hitleriana, membri di Pimpf sono stati anche sottoposti a lezioni sui valori nazisti e le opinioni politiche. Dovevano memorizzare il manuale del gruppo, Pimpf im Dienst ("Young Ones in Service") e superare gli esami prima di "laurearsi".

All'età di dieci anni, Pimpf i membri potrebbero unirsi al Jungvolk, il gruppo precursore della Gioventù Hitleriana.

Gruppi di ragazze

C'erano anche gruppi separati per ragazze, incluso il Jungmadelbund (la "Lega tedesca delle ragazze", per le ragazze di età compresa tra 10 e 14 anni) e il Bund Deutscher Madel (BDM, o la 'League of German Maidens' per ragazze di età compresa tra 14 e 18 anni).

Mentre la Gioventù Hitleriana preparava i ragazzi per il servizio militare, i vari gruppi di ragazze preparavano i loro membri a vivere come mogli, madri e casalinghe. C'era un'enfasi significativa sull'importanza delle madri tedesche, sia come progenitrici razziali che come nutrici dei bambini ariani.

Le ragazze del BDM hanno completato attività come sport e ginnastica, intese a migliorare la forma fisica, la forza e la bellezza. C'erano anche corsi di toelettatura, capelli e trucco, ricamo, tradizioni tedesche e, naturalmente, ideologia e valori nazisti.

nazismo bambini hitler giovanili

1. Adolf Hitler attribuiva grande importanza ai bambini tedeschi. Li considerava essenziali per garantire la lealtà per il NSDAP e assicurare il futuro del suo immaginato Terzo Reich.

2. Dopo aver preso il potere, i nazisti iniziarono a infiltrarsi nelle scuole e nell'istruzione, rimuovendo ebrei, socialisti e altri dalla professione di insegnante e rivedendo il curriculum per includere ideologia e valori nazisti.

3. La politica giovanile nazista ruotava attorno a diversi gruppi giovanili gestiti dal partito, come Hitler Youth per ragazzi di età compresa tra 14-18. Questi gruppi sono iniziati a casaccio ma alla fine sono stati organizzati a livello nazionale dai leader del NSDAP.

4. I gruppi di giovani nazisti hanno combinato la formazione e le abilità in stile paramilitare con gli insegnamenti nazionalsocialisti e l'indottrinamento, come il culto di Hitler e il significato della purezza razziale.

5. C'erano anche diversi gruppi di ragazze gestite dall'NSDAP, come il Bund Deutscher Madel o BDM. Questi gruppi hanno anche diffuso l'ideologia nazista e rafforzato le concezioni tradizionali sul ruolo delle donne.

Citazioni della Germania nazista: bambini e istruzione

Informazioni sulla citazione
Titolo: "Bambini nella Germania nazista"
Autori: Jennifer Llewellyn, Jim Southey, Steve Thompson
Editore: Alpha History
URL: https://alphahistory.com/nazigermany/children-in-nazi-germany/
Data di pubblicazione: 4 Agosto 2020
Data di accesso: Dicembre 18, 2021
Copyright: Il contenuto di questa pagina non può essere ripubblicato senza la nostra espressa autorizzazione. Per ulteriori informazioni sull'utilizzo, consultare il nostro Condizioni d'uso.