Legge e ordine nazisti

legge e ordine nazista
Roland Friesler, il famigerato giudice nazista

Come altri stati fascisti, la Germania nazista era ossessionata dal rispetto della legge e dell’ordine. La legge e l’ordine nazista si basavano sull’idea che tutti gli individui dovessero essere subordinati allo Stato, rispettosi della legge e obbedienti. Ognuno doveva essere consapevole del proprio posto e non deviarne. È stato chiamato il processo di creazione di questa società fascista Gleichschaltung, che si traduce come "modellare in forma" o "coordinazione forzata". Sebbene molte politiche naziste ne facessero parte Gleichschaltung, le politiche relative all'ordine pubblico erano particolarmente importanti. Hitler era ben consapevole che la maggior parte dei tedeschi non aveva votato per lui o per l'NSDAP prima del 1933. Voleva leggi severe per proibire l'opposizione politica, per affrontare i dissidenti e la resistenza "clandestina". Hitler voleva anche ridurre la criminalità ed eliminare quelli che considerava “comportamenti antisociali”, tra cui l’alcolismo, l’accattonaggio, la promiscuità, la prostituzione e l’omosessualità. Ha anche sostenuto misure radicali adottate dai governi moderni, come il controllo delle armi e il divieto di fumare nei luoghi pubblici.

La Germania nazista divenne un vero e proprio stato di polizia dotato di diverse forze dell’ordine e agenzie investigative, ciascuna delle quali aveva ampi poteri. Alcune di queste organizzazioni, come la Gestapo, erano noti per il ricorso all'intimidazione, alla tortura e alle uccisioni extra-legali. Altri, come il Sicherheitsdienst, non sono altrettanto conosciuti ma non per questo meno temibili. Come nel caso dei dipartimenti governativi nazisti, le diverse responsabilità e giurisdizioni delle agenzie di polizia naziste non erano ben definite. Esisteva una notevole sovrapposizione tra le organizzazioni di polizia, il che significa che spesso cooperavano e talvolta addirittura competevano tra loro. Le principali agenzie di polizia naziste erano:

Gestapo. Formata da Hermann Goering nell'aprile 1933, all'inizio Gestapo è stato reclutato dal servizio di polizia prussiano. Un anno dopo fu assorbito dalle SS e posto sotto il comando di Heinrich Himmler. Quando Himmler fu nominato capo di tutta la polizia tedesca nel 1936, il Gestapo divenne un'agenzia nazionale. La sua funzione era quella di indagare e rimuovere le principali minacce allo stato, inclusi tradimento, spionaggio e complotti omicidi contro i leader nazisti. IL Gestapo gli furono conferiti ampi poteri e poteva operare "fuori" dai tribunali: poteva perquisire senza mandato, interrogare senza restrizioni e detenere senza processo. Inizialmente il Gestapo era piuttosto piccola, con appena 5,000 agenti prima del 1939. Durante la guerra aumentò a più di 45,000 agenti.

“Gli storici concordano sul fatto che un elemento chiave del sistema di Himmler fu la fusione delle SS, uno strumento di forza 'rivoluzionario' del movimento nazionalsocialista, con le legittime forze di polizia dello stato. Himmler intendeva un’eventuale e completa fusione tra SS e polizia… Sebbene ciò non sia mai avvenuto de jure [ufficialmente], era chiaramente una realtà nel 1939”.
George Browder, storico

Criminal Investigation Department (Corto per Kriminalpolizei, o "polizia criminale"). IL Criminal Investigation Department erano investigatori in borghese che indagavano su reati gravi, come omicidio, omicidio colposo, violenza sessuale, incendio doloso, frode e furto grave. IL Criminal Investigation Department non è stato formato dai nazisti – esisteva già sotto il governo di Weimar – né si occupava di “crimini politici”. I nazisti assorbirono il Criminal Investigation Department nelle SS in 1933 e si è infiltrato in una certa misura. Criminal Investigation Department gli investigatori con idee antinaziste furono costretti a dimettersi o al pensionamento, mentre molti fedeli nazisti furono arruolati Criminal Investigation Department. non mi piace il Gestapo, la Criminal Investigation Department e le sue azioni potrebbero essere riviste dai tribunali, quindi Criminal Investigation Department gli agenti tendevano a utilizzare metodi di polizia più convenzionali.

SIPO (Corto per Sicherhietspolizeio "polizia di sicurezza"). Questo era un termine generico usato per descrivere i due più alti servizi di polizia investigativa dello stato: il Gestapo e la Criminal Investigation Department. Entrambe le agenzie sono state fuse nel SIPO nel 1936, sebbene continuassero a operare separatamente. Himmler fu nominato comandante in capo della SIPO, che gli ha dato il controllo delle forze di polizia sia politiche che criminali.

SD (Sicherheitsdiensto "Servizio di sicurezza"). L'SD era una divisione in uniforme delle SS, responsabile della raccolta di informazioni per le SS e per l'NSDAP in generale. Costituita nel 1931, fu successivamente comandata da Reinhard Heydrich, uno degli ufficiali più spietati ed efficienti delle SS. La funzione principale dell'SD era quella di identificare e trattare con gli oppositori del regime, quindi spesso lavorava a stretto contatto con gli oppositori Gestapo. Dopo il 1940 l'SD ebbe influenza nell'Europa occupata dai nazisti, incaricato di mantenere la sicurezza nei campi e nei ghetti ebraici, nei campi di lavoro e nelle installazioni militari. Gli agenti dell'SD si infiltrarono nelle popolazioni ebraiche, scoprendo piani di fuga, indagando sui circuiti del mercato nero e localizzando altri agenti o persone nascoste. È stato ad esempio l'SD di Amsterdam a fare irruzione nel nascondiglio della giovane diarista Anne Frank e della sua famiglia.

Orpo (Corto per Ordnungspolizei, o 'polizia ordinaria). IL Orpo era la forza di polizia in uniforme della Germania nazista. Prima del 1936, la polizia in uniforme era gestita dai governi statali e locali. Il controllo passò alle SS dopo che Himmler prese il controllo di tutta la polizia tedesca nello stesso anno. Himmler ampliò e riorganizzò il Orpo, per affrontare una gamma più ampia di questioni di polizia e di risposta alle emergenze. Orpo i battaglioni furono schierati per gestire il traffico, la sicurezza dell'acqua e il trasporto pubblico; fornire sicurezza antincendio e risposta; organizzare le precauzioni dei raid aerei, proteggere le infrastrutture e le strutture di comunicazione, anche servire da guardiani notturni per importanti fabbriche. Alcuni Orpo i battaglioni furono anche addestrati ad agire come guardie domestiche o forze militari riserviste.

Mentre le forze di polizia tedesche furono significativamente riorganizzate dai nazisti, la maggior parte dei tribunali civili e penali della nazione non lo furono. Prima del 1933 i nazisti avevano parlato duramente dei tribunali tedeschi, accusandoli di essere troppo liberali e troppo indulgenti nei confronti del crimine, con convenzioni che favorivano i criminali piuttosto che le loro vittime. Il piano in 25 punti del NSDAP prevedeva addirittura la demolizione dell'intero sistema giudiziario e la sua sostituzione con nuovi tribunali nazionalsocialisti. Forse a causa di ciò, i giudici, gli avvocati e gli esperti legali tedeschi cedettero a molte richieste e aspettative naziste. I nazisti non dovevano cambiare il sistema giudiziario; il sistema è semplicemente cambiato per loro. I giudici sono stati al centro di questa trasformazione. Interpretarono e applicarono la legislazione nazista, anche le loro dubbie politiche razziali ed eugenetiche, per la maggior parte senza fare domande. I giudici non hanno messo in discussione o criticato il Gestapo, che ha agito al di fuori della portata dei tribunali. Hanno ceduto alle richieste naziste di condanne più severe per alcuni crimini. Ad esempio, un editoriale nazista infuriato contro la microcriminalità spinse un giudice di Colonia a condannare a morte una donna di mezza età: il suo crimine era stato quello di rubare alcune tende, vestiti e tre lattine di caffè. Ci furono occasionali lampi di indipendenza giudiziaria – come il rilascio nel 1937 di un’anziana nonna che aveva definito Hitler un “Arschficker” (sodomita) – ma questo era raro.

Furono istituiti due nuovi "tribunali nazisti" per occuparsi di crimini politici: il Sondergerichte (il "tribunale speciale", istituito nel 1933) e il Volksgerichtshof (il 'Tribunale del Popolo', 1934). IL Volksgerichtshof fu ordinato da un Hitler infuriato in seguito all'assoluzione del Reichstag incendio accusato dai tribunali tradizionali (il leader nazista si aspettava che i giudici trovassero prove di una cospirazione comunista). Entrambi i tribunali sono stati formati sotto gli auspici della legge abilitante, quindi hanno operato al di fuori dei sistemi giudiziari e delle giurisdizioni legali esistenti. Entrambi trattavano dei cosiddetti "crimini politici", che i giudici ritenevano nazisti Wehrkraftzersetzung ("incapace di difendersi"). I "crimini politici" andavano da reati minori – come il commercio al mercato nero, la critica a Hitler o al governo, o la protesta contro le condizioni di lavoro – fino al tradimento, allo spionaggio e al sabotaggio. I tribunali nazisti non utilizzavano procedure o principi legali standard, come la presunzione di innocenza, il processo tra pari o il diritto di controinterrogare i testimoni. In qualche Volksgerichtshof processi, un solo uomo ha agito come giudice, giuria e cancelliere.

La condotta dei tribunali nazisti peggiorò dopo lo scoppio della seconda guerra mondiale. Dal 1942 il Volksgerichtshof era guidato da Roland Freisler, un teorico del diritto assolutamente fedele al nazismo. Freisler era noto per aver insultato e abusato degli imputati durante i processi, una pratica che gli è valsa il soprannome di "Raving Roland". Sotto la gestione di Freisler, il Volksgerichtshof mandò a morte più di 5,000 tedeschi senza un giusto processo. Alcuni Volksgerichtshof le udienze si sono svolte a un ritmo sorprendente. Un esempio di ciò è stato il modo in cui è stato trattato il movimento della "Rosa Bianca". La mattina del 22 febbraio 1943 un gruppo di studenti fu arrestato per aver distribuito volantini contro la guerra all'Università di Monaco. Tre di loro, inclusa la 21enne Sophie Scholl, sono stati processati e giudicati colpevoli in meno di un'ora; furono ghigliottinati appena sei ore dopo il loro arresto. Freisler ha anche promosso riforme che hanno permesso il Volksgerichtshof detenere e giustiziare i bambini. Nel 1942 il sedicenne Helmuth Hubener fu arrestato ad Amburgo, anche lui per aver distribuito opuscoli contro la guerra. IL Volksgerichtshof trovato Hubener colpevole di tradimento e anche lui fu decapitato.

1. Il totalitarismo nazista fu raggiunto attraverso la sistematica acquisizione della polizia e delle istituzioni legali tedesche.

2. La più famosa di queste era la Gestapo, un'agenzia di polizia segreta formata da unità della polizia di sicurezza prussiana.

3. L'SD era il braccio di raccolta di informazioni delle SS e operava anche con considerevoli poteri extra-legali.

4. Altre agenzie di polizia civili e tribunali furono “nazificati” o costretti ad abbracciare le riforme legali naziste.

5. I nazisti istituirono anche i propri tribunali, come il famigerato Tribunale del Popolo, guidato dal giudice capo Roland Freisler.


© Alpha History 2018. Il contenuto di questa pagina non può essere ripubblicato o distribuito senza autorizzazione. Per ulteriori informazioni, consultare il nostro Condizioni d'uso.
Questa pagina è stata scritta da Jennifer Llewellyn, Jim Southey e Steve Thompson. Per fare riferimento a questa pagina, utilizzare la seguente citazione:
J. Llewellyn et al, “Nazi law and order”, Alpha History, accesso [data odierna], https://alphahistory.com/nazigermania/nazi-law-and-order/.