Heydrich e Goering discutono della questione ebraica (1938)

In una riunione ad alto livello nel novembre 1938, giorni dopo Kristallnacht, Reinhard Heydrich e Hermann Goering hanno discusso di cosa fare riguardo alla "questione ebraica":

Reinhard Heydrich: “Un secondo modo per far uscire gli ebrei sarebbe un'operazione di emigrazione per tutti gli ebrei nel resto del Reich, distribuita su almeno otto-dieci anni. Non possiamo far uscire più del massimo da 8,000 a 10,000 ebrei all'anno.

Ciò lascerebbe qui molti ebrei. A causa dell'arianizzazione e di altre restrizioni, gli ebrei saranno disoccupati. Vedremo gli ebrei rimasti diventare proletari. Dovrei prendere misure in Germania per isolare gli ebrei, da un lato, in modo che non entrino nella vita normale dei tedeschi.

D'altra parte, devo creare possibilità di consentire agli ebrei determinate attività, in materia di avvocati, medici, barbieri, ecc., Limitandole tuttavia alla più ristretta cerchia possibile di clienti. Questa domanda dovrà essere studiata.

Per quanto riguarda l'isolamento, vorrei avanzare alcuni suggerimenti, puramente questioni di polizia, che sono importanti in parte per il loro effetto psicologico sull'opinione pubblica. Ad esempio, l'identificazione degli ebrei, dicendo: "Ogni persona che è ebreo in conformità con le leggi di Norimberga deve portare un certo segno distintivo". Questa è una possibilità che semplificherebbe molte altre cose. Non vedo alcun pericolo di eccessi nei confronti degli ebrei e renderebbe più facile il nostro rapporto con gli ebrei stranieri ".

Hermann Goering: "Una uniforme!"

Heydrich: "Un tesserino. Ciò impedirebbe anche agli ebrei stranieri, il cui aspetto esteriore non è diverso da quello degli ebrei locali, di subire gli stessi svantaggi ".

Goering: “Ma mio caro Heydrich, non potrai evitare di avere ghetti nelle città su larga scala. Dovranno essere stabiliti ".

Heydrich: “Per quanto riguarda la questione dei ghetti, vorrei chiarire subito la mia posizione. Dal punto di vista della polizia, penso che un ghetto, sotto forma di un quartiere completamente segregato con solo ebrei, non sia possibile. Non avremmo alcun controllo su un ghetto dove l'ebreo si riunisce con l'intera sua tribù ebraica. Sarebbe un nascondiglio permanente per i criminali, una fonte di epidemie e simili.

La situazione oggi è che la popolazione tedesca costringe gli ebrei a comportarsi con più attenzione nelle strade e nelle case. Il controllo degli ebrei da parte degli occhi attenti dell'intera popolazione è meglio che riunire migliaia e migliaia di ebrei in un unico distretto di una città dove i funzionari in uniforme non saranno in grado di controllare le loro attività quotidiane ".

Goering: "Dobbiamo solo interrompere il collegamento telefonico con l'esterno."

Heydrich: "Non ho potuto fermare completamente i movimenti degli ebrei fuori da questo distretto."

Goering: "E nelle città davvero tutte loro?"

Heydrich: “Sì, se li metto in città interamente loro. Ma poi questa città diventerebbe un tale centro per elementi criminali che sarebbe molto pericoloso. Proverei in un modo diverso ... "

Goering: “Sceglierò la definizione che gli ebrei tedeschi nel loro insieme, come punizione per i loro crimini abominevoli, ecc. Dovranno pagare un contributo (multa) di un miliardo di marchi. Questo lo farà. I maiali non si affretteranno a commettere un altro omicidio. In generale, devo dire ancora una volta: non vorrei essere ebreo in Germania ".