1916: Elefante di cinque tonnellate linciato nel Tennessee

passato peculiare

Nel settembre 1916, lo Sparks World Famous Circus si stabilì a Kingsport, nel Tennessee nord-orientale. Una delle mostre più popolari del circo era Mary, un elefante asiatico di cinque tonnellate. Il 12 settembre, Mary era stata annaffiata in uno stagno locale quando ha acceso un impiegato del circo, Red Eldridge, gettandolo a terra e calpestandogli la testa. Come ci si poteva aspettare, Eldridge fu ucciso all'istante.

La morte di Eldridge ha creato una tempesta di rabbia pubblica, aggravata da notizie irresponsabili della stampa. I resoconti dei giornali affermavano che "Murderous Mary" aveva incornato Eldridge a morte quando in realtà non aveva zanne. È stato anche falsamente affermato che "Maria aveva ucciso il suo ottavo uomo".

Di fronte a un boicottaggio, i proprietari di circhi hanno concordato un linciaggio pubblico a Erwin, la città più vicina con una gru sufficiente per il compito. Un giornale del Kentucky ha descritto l'esecuzione:

“Gli showmen hanno scelto di impiccare la bestia. È stata utilizzata un'auto a derrick della Carolina Clinchefield & Ohio Railway. Catene pesanti erano avvolte attorno al collo dell'elefante e la gru a vapore sollevava in aria la forma massiccia. L'animale ha lottato per un bel po 'prima che la morte alla fine fosse il risultato di strangolamento ".

In realtà, il primo tentativo di legare Mary è stato sventato da una catena spezzata. L'elefante cadde, si fratturò il bacino e si dimenò a terra in agonia mentre i responsabili organizzavano un secondo tentativo. Il sordido spettacolo è stato assistito da 3,000 persone, compresi i bambini locali a cui è stato concesso del tempo libero da scuola per frequentarlo. Un post mortem sul corpo dell'elefante ha rivelato un'infezione alla mascella che probabilmente ha innescato il suo attacco a Eldridge.

Fonte: Hopkinsville Kentuckian, 30 settembre 1916. Il contenuto di questa pagina è © Alpha History 2016. Il contenuto non può essere ripubblicato senza la nostra espressa autorizzazione. Per ulteriori informazioni fare riferimento al nostro Condizioni d'uso or contatta Alpha History.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •