1687: Duca inviato dalla cancrena nelle sue prività

cancrena
George Villiers, 2nd Duca di Buckingham

George Villiers (1628-1687) è stato un cortigiano, politico, scrittore inglese e, in seguito, il secondo duca di Buckingham. Suo padre, anche George Villiers, era uno dei preferiti (e, secondo alcuni, un amante bisessuale) del re Giacomo I. Villiers Senior fu pugnalato a morte poco dopo la nascita di suo figlio, che fu poi cresciuto nella corte reale insieme al futuro Carlo II. Il giovane George fu mandato a studiare a Cambridge ma fu annoiato dalle lezioni, essendo stato notato da Thomas Hobbes “al mastrupation, la sua mano nella sua merletta”.

Villiers si schierò con i realisti durante la guerra civile inglese, unendosi in seguito a Carlo II in esilio. Ritornò in Inghilterra nel 1657 e partecipò alla Restaurazione, servendo alla corte di Carlo e al Consiglio privato. La sua carriera politica è stata segnata da scandali, intrighi e faide. Due incidenti degni di nota furono una rissa da tirare i capelli con il marchese di Dorchester sul pavimento della Camera dei Lord e un duello del 1668 in cui Villiers uccise il conte di Shrewsbury. Villiers aveva avuto una relazione con la contessa di Shrewsbury; in seguito ha causato indignazione pubblica trasferendo la contessa nella sua casa e vivendo in un virtuale terzetto.

Villiers si ritirò dalla vita pubblica alla fine del 1670 e si ritirò nella sua tenuta nello Yorkshire. Morì nell'aprile del 1687. La causa ufficiale della morte fu una polmonite contratta durante la caccia con il freddo, ma una lettera scritta da Lord Arran, il futuro duca di Hamilton, suggerisce una fine più colorata. Secondo Arran, ha chiamato Villiers e lo ha trovato morente di parti intime in cancrena:

“Mi ha detto che era a cavallo ma due giorni prima… Mi ha detto che aveva una possente discesa [ed era] caduto sulle sue privazioni, con un'infiammazione e un grande gonfiore. Pensava che applicando medicine calde il gonfiore sarebbe diminuito e quindi sarebbe stato a suo agio. Ma è stato il contrario, perché una mortificazione è venuta da quelle parti, che gli risalivano la pancia e così montata, che era l'occasione della sua morte ... l'ho trovato lì in una condizione più miserabile. "

Anche se è rimasto cosciente e vigile, i medici di Villiers gli hanno dato solo uno o due giorni di vita. Hanno chiesto ad Arran di dare la notizia al paziente, che l'ha ricevuta stoicamente. Villiers si deteriorò rapidamente e morì alle 11 della notte successiva. Il corpo di Villiers fu sepolto nell'Abbazia di Westminster, il suo funerale fu un affare piuttosto grandioso e esagerato, data la sua tumultuosa e controversa carriera politica.

Essendo morto senza un erede legittimo, il titolo ducale di Villiers morì con lui e la sua proprietà fu distrutta e venduta. Sua moglie Mary morì nel 1704 e fu sepolta insieme a lui nell'Abbazia di Westminster. Le loro tombe non sono segnate.

Fonte: lettera di Lord Arran al vescovo di Rochester, 17 aprile 1687. Il contenuto di questa pagina è © Alpha History 2016. Il contenuto non può essere ripubblicato senza il nostro esplicito consenso. Per ulteriori informazioni fare riferimento al nostro Condizioni d'uso or contatta Alpha History.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •