1758: l'uomo muore a causa della mosca spagnola e della "lussuria furiosa"

mosca spagnola
La mosca spagnola - non proprio una mosca e nemmeno specificamente spagnola

Nei giorni precedenti al Viagra, gli europei medievali e della prima età moderna facevano affidamento su una serie di stimolanti sessuali naturali. Uno dei più efficaci - ma anche più noti - era la "mosca spagnola", una sostanza prodotta schiacciando i coleotteri verdi in una polvere. Il composto chimico attivo della "mosca spagnola" è la cantaridina, prodotta dai coleotteri come meccanismo di difesa. Se ingerito dall'uomo provoca prurito e irritazione in tutto il corpo ma in particolare nei genitali e nel tratto urinario degli uomini.

Decine di medici europei hanno prescritto la cantaridina per la disfunzione sessuale e una serie di problemi di salute, senza comprenderne appieno il funzionamento oi pericoli. Ci sono diversi casi storici di medicinali a base di cantaridina che producono satiriasi (lussuria sessuale eccessiva) o priapismo (erezione permanente). Un caso della metà del XVIII secolo apparentemente si è rivelato fatale:

“Un medico di Orange di nome Chauvel fu chiamato a Caderousse, una piccola città vicino a casa sua, nel 1758. Là vide un uomo affetto da una malattia simile. Sulla soglia di casa trovò la moglie del malato, che si lamentava con lui della furiosa lussuria del marito, che l'aveva cavalcata 40 volte in una notte, e le cui parti intime erano sempre gonfie ".

Le indagini del dottor Chauvel hanno successivamente rivelato che l'uomo eccessivamente eccitato di Caderousse era stato dosato con una pozione di cantaridina:

“Le voglie malvagie del marito provenivano da una bevanda simile a quella che gli aveva dato una donna in ospedale, per curare l'intensa febbre che lo aveva afflitto. Ma cadde in una tale frenesia che altri dovettero legarlo, come se fosse posseduto dal Diavolo ... Mentre il dottor Chauvel era ancora presente un prete locale venne ad esorcizzarlo, mentre il paziente implorava di essere lasciato morire. Le donne lo hanno avvolto in un lenzuolo umido con acqua e aceto fino al giorno dopo ... "

Al loro ritorno, il giorno successivo, la "lussuria furiosa" del paziente era diminuita, ma solo perché era morto. Dalla descrizione di Chauvel non è chiaro se sia stato assassinato, mutilato dopo la morte - o forse sia morto durante un bizzarro atto di auto-fellatio:

“... Era morto, rigido come un cadavere. Nella sua bocca spalancata, con i denti scoperti, hanno trovato il suo pene cancrenoso. "

Fonte: Pabrol, Osservazioni Anatomiques, 1762. Il contenuto di questa pagina è © Alpha History 2016. Il contenuto non può essere ripubblicato senza la nostra espressa autorizzazione. Per ulteriori informazioni fare riferimento al nostro Condizioni d'uso or contatta Alpha History.