Archivi categoria: Nobiltà

1763: Coachman scopre glutei a disgustati frequentatori di teatro

Nel gennaio 1763, un aristocratico francese di nome Christophe-Louis Pajot de Villers ha ospitato una rappresentazione privata di un'opera Rousseau nella sala da ballo della sua casa di Parigi. Vi hanno partecipato più di 30 reali minori, aristocratici e membri facoltosi del borghesia.

Lo spettacolo si è concluso intorno alle 10:XNUMX e gli ospiti si sono preparati a partire. Dietro il sipario, il cocchiere di de Villers, Nicolas Dandeli, è salito sul palco, gridando "Tiens, la voilà la comedie!" (Ehi, ecco uno spettacolo divertente!) E ha offerto un gesto di addio:

“Il cocchiere ... ha deciso di slacciarsi i pantaloni e di voltare le spalle alla tenda, con l'intenzione di mostrare il sedere nudo a chi era ancora nella stanza. A questo punto Capolin, un negro di 13 anni, ha alzato il sipario in modo che i restanti in sala vedessero il posteriore nudo del cocchiere, chino in modo che il suo posteriore si protendesse verso il pubblico. Si è persino schiaffeggiato forte il fondoschiena con le mani per richiamare l'attenzione su di sé. Di conseguenza, tutti coloro che erano ancora nella stanza videro, con loro grande stupore, un atto di tremenda sfacciataggine, che li disgustò così tanto che se ne andarono immediatamente, lamentandosi del terribile scandalo ".

L'indignato de Villers convocò immediatamente i commissari, che trascinarono Dandeli in prigione. Vi rimase diversi giorni mentre i commissari raccoglievano una serie di deposizioni. È stato rilasciato dopo che de Villers - apparentemente incapace di tollerare di non avere un cocchiere - ha ritirato la sua denuncia.

Fonte: Archives Nationales Y13772, gennaio 22 e 1763, citati a Campardon, Les Spectacles de la Foire, 1877. Il contenuto di questa pagina è © Alpha History 2016. Il contenuto non può essere ripubblicato senza la nostra espressa autorizzazione. Per ulteriori informazioni fare riferimento al nostro Condizioni d'uso or contatta Alpha History.

1728: il nobile britannico chiede ad un altro dell'azione a Vienna

Nel 1728 il diplomatico britannico Philip Stanhope, quarto conte di Chesterfield, era di stanza all'Aia. In ottobre scrisse al suo collega e diplomatico Earl Waldegrave, che rappresentava la Gran Bretagna in Austria. Fermandosi dalle questioni di stato, Chesterfield indagò sui "piaceri privati" di Waldegrave, chiedendogli se avesse preso amanti a Vienna:

“Dato che so che sia il tuo costipatore che le palle sono fatti per un calibro tedesco, potresti certamente attaccare con infinito successo ... Quindi mi aspetto un resoconto delle tue prestazioni. Quanto ai miei, non valgono la pena di recitarli ... la cosa più calda che ho incontrato qui tra un paio di gambe è stata una stufa ... "

Diverse settimane dopo, Chesterfield scrisse di nuovo a Waldegrave, riferendo di aver trovato i mezzi per dedicarsi "un po 'ai piaceri ... purché a mie spese".

Fonte: lettera da Chesterfield a Waldegrave, datata 12 ottobre 1728. Il contenuto di questa pagina è © Alpha History 2016. Il contenuto non può essere ripubblicato senza il nostro esplicito consenso. Per ulteriori informazioni fare riferimento al nostro Condizioni d'uso or contatta Alpha History.

1777: Earl incontra bene la fine; il cane sopravvive

Simon Harcourt fu elevato al titolo nobiliare nel 1749 dopo il servizio militare presso Giorgio II. In qualità di primo conte Harcourt, è stato consigliere del futuro Giorgio III e ambasciatore nel continente europeo, inclusi quattro anni a Parigi.

Harcourt incontrò una fine acquosa nel settembre 1777, all'età di 63 anni. Mentre camminava nella sua tenuta nell'Oxfordshire, il conte apparentemente cadde di testa in un pozzo mentre cercava di salvare il suo cane:

“… Il corpo di Earl Harcourt è stato trovato morto in uno stretto pozzo nel suo parco, con la testa rivolta verso il basso e nulla appariva sopra l'acqua tranne i piedi e le gambe. Si immagina che questo malinconico incidente sia stato causato dal suo esagerare nel tentativo di salvare la vita di un cane preferito, che è stato trovato nel pozzo con lui, in piedi sui piedi di sua signoria ".

Fonte: Pennsylvania Evening Post, 30 dicembre 1777. Il contenuto di questa pagina è © Alpha History 2016. Il contenuto non può essere ripubblicato senza la nostra espressa autorizzazione. Per ulteriori informazioni fare riferimento al nostro Condizioni d'uso or contatta Alpha History.