Archivi categoria: Religione

1582: Cuntius, il vampiro puzzolente di Pentsch

cuntius vampiro

Nel 1582, i residenti in un villaggio della Slesia (oggi Polonia) si lamentarono delle visite di un vampiro con l'alitosi e un nome da far rabbrividire: Cuntius.

Prima di entrare a far parte dei ranghi dei non morti, Johannes Cuntius era stato un rispettato cittadino e assessore a Pentsch. Nel febbraio 1582, Cuntius fu ferito a morte dopo essere stato preso a calci da uno dei suoi "castroni lussuriosi". Prima di scadere, Cuntius indugiò per diversi giorni, lamentandosi di visioni spettrali e sentendosi come se fosse in fiamme. Secondo un testimone, al momento della sua morte, un gatto nero è entrato nella stanza ed è saltato sul letto.

Come si addiceva al suo stato civile, Cuntius fu sepolto vicino all'altare della sua chiesa locale. Ma nel giro di pochi giorni, diversi cittadini riferirono di aver ricevuto visite dal morto. Tutti descrivevano un "fetore doloroso" e "un alito estremamente freddo di un odore così insopportabile e maligno che è al di là di ogni immaginazione ed espressione". Al vampiro è stata attribuita un'intera litania di fastidi e molestie, comprese le accuse di:

"... Galoppando su e giù come un cavallo sfrenato nel cortile di casa sua ... Tirando miseramente tutta la notte con un ebreo [e] sbattendolo su e giù nel suo alloggio ... avvicinandosi terribilmente a un carrettiere, una sua vecchia conoscenza, mentre era impegnato nella stalla [e] mordendolo così crudelmente al piede da farlo diventare zoppo ... [Entrando] nella camera del padrone, facendo un rumore come un maiale che mangia cereali, schiaffeggiando e grugnendo molto sonoramente ... "

La gente di Pentsch tollerò queste visite notturne fino alla fine di luglio, quando decisero di riesumare la bara di Cuntius e occuparsi del suo cadavere errante. Hanno scoperto che il suo:

"... la pelle era tenera e florida, le sue articolazioni non erano affatto rigide ma agili e mobili ... un bastone gli fu messo in mano, lo afferrò con le dita ... gli aprirono una vena nella gamba e il sangue sgorgò fresco come nei vivi . "

Dopo una breve udienza giudiziaria, il corpo di Cuntius è stato gettato su un falò e bruciato, poi fatto a pezzi e ridotto in cenere. Come prevedibile, lo spirito di Cuntius cessò le sue visite notturne. Il villaggio di Pentsch divenne la città di Horni Benesov, la casa ancestrale del candidato alla presidenza degli Stati Uniti ed ex Segretario di Stato, John Kerry.

Fonte: vari inc. Henry More, Un antidoto contro l'ateismo (Libro III), 1655. Il contenuto di questa pagina è © Alpha History 2020. Il contenuto non può essere ripubblicato senza la nostra espressa autorizzazione. Per ulteriori informazioni fare riferimento al nostro Condizioni d'uso or contatta Alpha History.

1501: A Papa Alessandro VI piace guardare

alexander vi
Rodrigo Borgia, Papa Alessandro VI

Papa Alessandro VI (governato dal 1492 al 1503) è stato uno dei pontefici che si sono comportati peggio nella lunga storia della Chiesa cattolica. Rodgrio Borgia nacque nel 1431 dal potente clan valenciano che dominò la politica italiana durante il Rinascimento. Quando suo zio Alfons divenne papa Callisto III nel 1455, Rodrigo entrò in chiesa e divenne cardinale, nonostante avesse una laurea in legge e nessuna formazione clericale o teologica.

Rodrigo ha continuato a beneficiare di una serie di appuntamenti nepotistici dal suo potente zio. Alla fine ha corrotto la sua strada fino al papato, diventando Alessandro VI nel 1492. Una delle sue prime mosse è stata quella di rendere arcivescovo suo figlio di 17 anni, Cesare. Alessandro VI aveva anche una reputazione di eccesso sessuale: aveva diverse amanti e padre di almeno una dozzina di figli, tra cui la famigerata Lucrezia Borgia.

Dopo essersi stabilito in Vaticano, il nuovo papa - ormai sessantenne e sovrappeso - ha festeggiato accogliendo un'adolescente amante, la nota bellezza Giulia Farnese. E secondo uno dei suoi collaboratori cerimoniali, il noto cronista Johann Burchard, il Vaticano occasionalmente ospitava feste che diventavano orge sfrenate:

“L'ultimo giorno di ottobre [il figlio del papa] Cesare Borgia ha organizzato un banchetto nelle sue stanze in Vaticano con 50 prostitute oneste, che hanno ballato dopo la cena con i presenti, prima in veste, poi nude. Dopo cena, i candelabri furono presi dai tavoli e messi per terra e intorno furono sparse le castagne, che le prostitute nude raccolsero, strisciando sulle mani e sulle ginocchia tra i candelabri, mentre il Papa, Cesare e [la figlia del papa] Lucrezia Borgia guardato. Infine, sono stati annunciati premi per coloro che potevano compiere l'atto [del rapporto sessuale] più spesso con le cortigiane, come tuniche di seta, scarpe, baretti e altre cose ".

Pochi giorni dopo, il papa e sua figlia Lucrezia si sono intrattenuti osservando gli stalloni papali accoppiarsi con le fattrici di un contadino:

“Lunedì 11 novembre è entrato in città un contadino che guidava due cavalle cariche di legna. Quando giunsero al luogo di San Pietro gli uomini del Papa corsero verso di loro, tagliarono le fasce della sella e le funi, gettarono la legna e condussero le fattrici in un piccolo luogo all'interno del palazzo ... Là quattro stalloni, liberati da redini e briglie, sono stati inviati dal palazzo. Corsero dietro alle giumente e con una grande lotta e rumore, combattendo con denti e zoccoli, saltarono sulle giumente e si accoppiarono con loro, strappandole e ferendole gravemente. Il Papa stava insieme a Lucrezia sotto una finestra ... entrambi guardavano quello che stava succedendo con risate e molto piacere ".

Fonte: Chronicles of Johann Burchard, Ceremoniere to Pope Alexander VI, 1501. Il contenuto di questa pagina è © Alpha History 2016. Il contenuto non può essere ripubblicato senza il nostro esplicito consenso. Per ulteriori informazioni fare riferimento al nostro Condizioni d'uso or contatta Alpha History.

1814: i nobili tibetani invocano gli escrementi di Dalai

John Pinkerton (1758-1826) era un esploratore e cartografo scozzese, meglio conosciuto per il suo atlante del 1808 che aggiornava e migliorava notevolmente molte mappe del XVIII secolo. Era anche un prolifico scrittore di storie e diari di viaggio. Nel 18 Pinkerton pubblicò un volume che riassumeva i suoi viaggi e viaggi "più interessanti" in varie parti del mondo. Uno di questi capitoli descriveva il popolo del Tibet e la sua devozione al suo leader politico e spirituale, il Dalai Lama:

"... I grandi [nobili] del regno sono molto ansiosi di procurarsi gli escrementi di questa divinità, che di solito indossano al collo come reliquie ... I Lama fanno un grande vantaggio [aiutando] i grandi ad alcuni dei suoi escrementi o urina ... perché indossando il primo al collo e mescolando il secondo con le loro vettovaglie, immaginano di essere al sicuro contro tutte le infermità fisiche. "

Pinkerton affermò anche che i guerrieri mongoli a nord:

"... indossa i suoi escrementi polverizzati in piccoli sacchetti intorno al collo come preziose reliquie, in grado di preservarli da tutte le disgrazie e curarli da ogni sorta di malattie."

Fonte: John Pinkerton, Una raccolta generale dei migliori e più interessanti viaggi e viaggi, London, 1814. Il contenuto di questa pagina è © Alpha History 2016. Il contenuto non può essere ripubblicato senza la nostra espressa autorizzazione. Per ulteriori informazioni fare riferimento al nostro Condizioni d'uso or contatta Alpha History.

1891: uomo gallese multato per dubbie immagini oscene

A novembre 1891, William Flower, un framer di immagini di Swansea, è apparso davanti a un magistrato locale incaricato di:

"... esponendo volontariamente nella sua vetrina, o in altra parte del suo negozio, certe immagini oscene ... suggestive di fare l'amore da parte del sacerdozio cattolico romano".

Flowers si è dichiarato non colpevole ma è stato condannato e multato di 40 scellini più le spese. Un rapporto stampa del caso descriveva i disegni o le vignette esposte nel negozio di Flower e successivamente ritenuti osceni dalla corte:

“Una rappresenta un sacerdote che tiene le orecchie a un uomo, che ha scostato una tenda e sta fissando estasiato un servitore prosperoso che si allaccia la giarrettiera. Nella foto del compagno ... lo stesso prete dall'aspetto sano ha il braccio intorno alla vita generosa della cameriera ... Tutte le figure sono vestite in modo decente e non si può trovare nulla di un carattere suggestivo. "

Ulteriori indagini della stampa hanno rivelato che un sacerdote cattolico, il canonico Richards, aveva notato i cartoni animati nella sua passeggiata quotidiana. Li ha immediatamente denunciati alla polizia e ha spinto per l'accusa. Flower ha dichiarato di voler fare appello contro la condanna e di aver ricevuto donazioni dalla gente del posto per aiutare a sostenere i suoi costi.

Fonte: The Western mail, Cardiff, 18 novembre 1891. Il contenuto di questa pagina è © Alpha History 2016. Il contenuto non può essere ripubblicato senza la nostra espressa autorizzazione. Per ulteriori informazioni fare riferimento al nostro Condizioni d'uso or contatta Alpha History.

1248: sacerdoti avvertiti per bere, sesso e "giochi con la palla"

Eudes Clement era un importante religioso francese all'inizio del XIII secolo. Eudes nacque in una famiglia importante in Normandia negli anni 13. Entrò nel clero nella tarda adolescenza e in seguito divenne l'abate di Saint-Denis. Eudes divenne anche un caro amico e consigliere di Luigi IX, dopo che presumibilmente salvò il re da una malattia mortale trascinando i cadaveri dei santi fuori dalle loro tombe.

Nel 1245, Eudes fu ordinato arcivescovo di Rouen, una diocesi in Normandia nota per la sua corruzione e mancanza di disciplina tra il clero superiore e inferiore. Eudes ha trascorso diversi mesi viaggiando attraverso la diocesi, effettuando visite a sorpresa nelle sue parrocchie e monasteri e tenendo un registro delle trasgressioni.

Le suore di St Armand de Rouen sono state oggetto di forti critiche da parte di Eudes. Secondo il suo registro, hanno cantato inni e preghiere "con troppa fretta e confusione di parole", hanno ricevuto vino in quantità disuguali e hanno dormito in mutande piuttosto che nelle loro abitudini.

Un comportamento scorretto clericale più grave è stato scoperto a Ouville, dove Eudes ha scoperto che:

"... il priore si aggira per quando dovrebbe stare nel chiostro ... è un ubriaco e di tale ubriachezza vergognosa che ... a volte dorme nei campi ... è sessualmente attivo e la sua condotta con una certa donna di Grainville e la signora di Routot sono materia di scandalo ... "

A Jumieges, l'arcivescovo trovò due monaci, entrambi di nome William, colpevoli di aver commesso sodomia tra loro; ordinò la loro rimozione per separare i monasteri. Un certo numero di altri monaci furono avvisati e minacciati di espulsione se avessero trasgredito di nuovo. Il fratello Geoffrey di Ouville è stato uno di questi a cui è stata data "l'ultima possibilità"; aveva avuto un figlio con la moglie di Walter di Ecaquelon. Guglielmo di Cailleville fu messo in guardia per la sua frequente ubriachezza.

Il parroco di Ermenouville è stato ammonito per aver avuto rapporti sessuali con una donna del luogo. Un altro chierico:

"... il sacerdote di San Vaast de Dieppedale ha confessato di essere colpevole di aver giocato a partite con la palla in pubblico e che in questa partita uno dei giocatori si era infortunato ... ha giurato davanti a noi che se si fosse trovato ad agire di nuovo così, il suo la parrocchia si sarebbe dimessa da quel momento in poi. "

Fonte: registro di Eudes, arcivescovo di Rouen, ent. Luglio 1248, settembre 1248, gennaio 1249. Il contenuto di questa pagina è © Alpha History 2016. Il contenuto non può essere ripubblicato senza la nostra espressa autorizzazione. Per ulteriori informazioni fare riferimento al nostro Condizioni d'uso or contatta Alpha History.