Archivi categoria: Wowsers

1895: Votare trasforma le donne in barbari, afferma il dott. Weir

James Weir Jr. (1856-1906) è stato un medico, naturalista e scrittore americano. Nato in una importante famiglia del Kentucky, Weir ha conseguito una laurea in medicina prima di aprire uno studio nella sua nativa Owensboro. La più ampia comunità medica ha conosciuto Weir attraverso i suoi prolifici scritti. Studente di Charles Darwin, il dottor Weir ha scritto ampiamente sulle distinzioni tra esseri umani e animali. Era particolarmente affascinato dai comportamenti regressivi e animaleschi negli esseri umani.

Tra le opere pubblicate da Weir c'erano Pigmei negli Stati Uniti, Religione e lussuria e Alba della ragione o tratti mentali negli animali inferiori. In un saggio intitolato “A Little Excursion into Savagery”, Weir confessa di prendersi una settimana di ferie ogni giugno in modo da poter scatenarsi nella foresta del Kentucky “vivendo come un selvaggio”, dimorando in una grotta e mangiando scoiattolo arrosto. Weir era anche disposto a usare le sue teorie pseudo-scientifiche come dispositivo politico. Nel 1894 scrisse un saggio in cui affermava che i lavoratori in sciopero e in rivolta erano "prove di degenerazione [evolutiva]".

L'anno successivo, Weir andò oltre, sostenendo che il suffragio femminile avrebbe creato generazioni di donne degenerate con malsane caratteristiche maschili. Ha citato esempi storici di leader femminili esagerate e eccessivamente mascoline, tra cui Messalina, Giovanna d'Arco, Elisabetta I ("era più uomo che donna") e Caterina la Grande ("una dipsomane e una creatura di sensualità illimitata e smodata"). Se alle donne fosse dato il voto e l'accesso al potere politico, ha affermato Weir, nel tempo diventerebbero "viragint":

"La viraginità ha molte fasi ... Il maschiaccio che abbandona le sue bambole e le sue compagne per i marmi e gli sport maschili dei suoi conoscenti ... Il parlare ad alta voce, i lunghi passi, il gergo usando la giovane donna ... Le spalle squadrate, impassibili, fredde, impassibili, poco femminili android ... "

Secondo Weir, coloro che promuovono il suffragio femminile e la parità dei diritti - suffragette e attiviste come Susan B. Anthony - sono già viragint, "individui che mostrano chiaramente di essere fisicamente anormali". L'estensione del suffragio alle donne provocherebbe un lento ma inevitabile e diffuso spostamento verso la virilità:

“Il semplice diritto di voto non porta con sé alcun pericolo immediato. Il pericolo viene in seguito, probabilmente molti anni dopo l'istituzione del suffragio femminile, quando la donna, a causa delle sue tendenze ataviche, si affretta sempre indietro verso lo stato dei suoi antenati barbari. Vedo nell'istituzione della parità di diritti, il primo passo verso quell'abisso di orrori immorali ... "

Weir morì in agonia di "idropisia addominale" durante una vacanza a Virginia Beach. Aveva 50 anni. Quattordici anni dopo la sua morte, un emendamento alla Costituzione degli Stati Uniti ha concesso alle donne americane il pieno suffragio.

Fonte: James Weir Jr. MD, "The Effect of Female Suffrage on Posterity" in Il naturalista americano, vol.29, settembre 1895. Il contenuto di questa pagina è © Alpha History 2016. Il contenuto non può essere ripubblicato senza la nostra espressa autorizzazione. Per ulteriori informazioni fare riferimento al nostro Condizioni d'uso or contatta Alpha History.

1913: Tango, piano elettrico porta ad arresti

1913: la polizia di St Louis tiene tre giovani per "ballare il tango alla musica di un piano elettrico".

e9bwc0

Fonte: The Libro mastro settimanale del Messico, 11 dicembre 1913. Il contenuto di questa pagina è © Alpha History 2016. Il contenuto non può essere ripubblicato senza la nostra espressa autorizzazione. Per ulteriori informazioni fare riferimento al nostro Condizioni d'uso or contatta Alpha History.

1903: Canoisti - "stare seduti con la schiena dritta" o arrestare il viso

canoests
Una cartolina 1906 raffigura una flotta di romantiche canoe sul fiume Charles

Nel 1814, la Boston Manufacturing Company ha arginato il fiume Charles a Waltham, a circa 10 miglia a ovest di Boston. La diga di Waltham ha creato una rete panoramica di corsi d'acqua, popolare tra i vacanzieri e gli escursionisti.

All'inizio del XX secolo, i laghi del fiume Charles erano diventati il ​​"vicolo dell'amante" di Boston. Centinaia di giovani coppie hanno preso treni o tram per la zona lungo il fiume di Newton, dove hanno potuto noleggiare canoe da numerose rimesse per barche. Una volta in acqua, non è stato difficile trovare isolamento tra le numerose insenature, calette e insenature boscose. La maggior parte usava questa solitudine in tribunale senza la vistosa supervisione dei genitori. Le coppie più audaci hanno usato il loro tempo in canoa come un'opportunità per sedersi vicino, baciarsi, accarezzare e qualsiasi altra cosa gli interessasse.

Come ci si poteva aspettare, l'interesse per la canoa esplose, in particolare tra i giovani bostoniani della classe media. Un rapporto statale del gennaio 1903 diceva che il numero di canoe sul Charles era aumentato da 700 a 3,500 in soli due anni. Nelle calde notti di luna, ci potrebbero essere fino a 100 canoe ancora in acqua, ore dopo il tramonto.

Ciò che accadeva su queste canoe era di dominio pubblico a Boston, dove la gente del posto rispondeva con una combinazione di umorismo e indignazione morale. Wowsers ha condannato la "canoa mania" come un altro esempio di disintegrazione dei valori morali. I residenti che vivevano lungo il fiume hanno registrato numerose lamentele su ciò che avevano visto accadere in canoa.

Secondo l' Boston Post, un ministro battista locale disse al suo gregge di non permettere ai propri figli di entrare nei laghi, avvertendo che "se queste canoe potessero parlare, che storie terribili racconterebbero!". Un ranger del parco ha detto alla stampa:

"Non è uno spettacolo molto bello vedere una coppia di sessi opposti sdraiata sul fondo di una barca con una coperta gettata su di loro."

canoisti
Una vignetta di Boston lamenta il divieto di "Cupido" dal fiume Charles

Nell'agosto 1903, la Commissione statale per i parchi metropolitani (MPC) si mosse per reprimere il canottaggio in canoa. Nuovi regolamenti proibivano "qualsiasi atto osceno o indecente" nei confini della riserva del fiume Charles. In pratica, ciò significava che le coppie del sesso opposto non potevano baciarsi, abbracciarsi, sdraiarsi nella loro canoa o nascondere se stesse o le loro azioni. I ranger del parco hanno inondato l'area nell'estate del 1903 e un uomo del posto è diventato il primo a cadere in fallo dei regolamenti profilattici del MPC:

"Non sarà più permesso al giovane con le anatre bianche e le scarpe di tela di tenere la pagaia con una mano e la vita della sua migliore ragazza con l'altra ... Di recente i commissari del parco hanno deciso che un braccio intorno alla vita, un bacio rubato l'astuzia o un parasole tenuto in modo tale da non poter vedere i volti degli occupanti costituiva un reato punibile con una multa ... All'ombra tranquilla di un albero gigante, mentre la loro canoa pattinava lentamente nell'acqua, Matthew Petersen di Dorchester occasione per piantare un bacio sulle labbra della signorina Flora Smith di New York, la coppia è stata arrestata ".

Il signor Petersen è stato multato di $ 20 e anche una manciata di altri sono stati arrestati. Questi eventi hanno scatenato un mese di proteste da parte dei canoisti del Charles River, che hanno sfidato i regolamenti del "stare seduti con la schiena dritta" sdraiandosi sulle loro barche ogni volta che hanno individuato un ranger del parco. Nonostante queste proteste, il giro di vite del MPC sulla fornicazione in canoa è continuato nella stagione successiva. Ci furono otto arresti per indecenza nel 1904 e sette nel 1905, prima che gli arresti diminuissero negli anni successivi.

Fonti: relazione della Commissione sui parchi metropolitani, gennaio 1905; Boston Post, Agosto 18th 1903; Palestina Daily Herald, 9 settembre 1903. Il contenuto di questa pagina è © Alpha History 2016. Il contenuto non può essere ripubblicato senza la nostra espressa autorizzazione. Per ulteriori informazioni fare riferimento al nostro Condizioni d'uso or contatta Alpha History.

1899: Piano che suona un "vizio mortale" per le ragazze

Nel 1899, il medico tedesco Dr. F. Waetzold pubblicò un breve saggio sostenendo che suonare il pianoforte stava contribuendo ad un aumento dei disturbi mentali tra le adolescenti e le giovani donne. Secondo Waetzold, la sua ricerca aveva scoperto alcuni collegamenti allarmanti tra suonare il piano e disturbi nevrotici. Una condizione importante tra i giovani pianisti era la clorosi o "malattia verde", una stanchezza anemica ritenuta da molti medici vittoriani un prodotto di un'eccitazione sessuale insoddisfatta.

Le ragazze che studiavano pianoforte prima dei 12 anni, scriveva Waetzold, avevano una probabilità sei volte maggiore di contrarre clorosi o nevrosi rispetto a quelle che non lo facevano. La sua soluzione era semplice:

"È necessario abbandonare l'abitudine mortale di costringere le ragazze a battere sulla tastiera prima dei 15 o 16 anni ... Anche a questa età, l'esercizio dovrebbe essere consentito solo a coloro che sono davvero talentuosi e possiedono un temperamento robusto."

Scegliere un altro strumento non era necessariamente un'opzione, secondo Waetzold, perché "studiare il violino sembra produrre risultati ancora più disastrosi". Sembra che il dott. Waetzold non fosse un fan della musica - o forse vivesse a portata di mano da alcuni giovani musicisti decisamente privi di talento.

Fonte: Dr F. Waetzold, "Le piano et névroses" in Journal d'Hygiene, 5 gennaio 1899. Il contenuto di questa pagina è © Alpha History 2016. Il contenuto non può essere ripubblicato senza la nostra espressa autorizzazione. Per ulteriori informazioni fare riferimento al nostro Condizioni d'uso or contatta Alpha History.

1839: La masturbazione costringe il signor Kinney a insegnare

Pubblicato negli 1830, il Graham Journal of Health and Longevity fu un veicolo per le idee del riformatore della dieta del New England e puritano sociale Sylvester Graham (1794-1851). Finanziato da Graham e dai suoi sostenitori, gli articoli della rivista enfatizzavano una vita sana, il vegetarianismo e i pericoli dell'eccesso sessuale e del piacere personale.

La prova di quest'ultimo può essere trovata in un "necrologio" di AF Kinney, un uomo di 35 anni morto vicino a Boston il mese precedente. Secondo il rapporto, il signor Kinney aveva "goduto di una salute vigorosa" nella sua giovinezza, raggiungendo "la piena dimensione della virilità" entro il suo 14 ° compleanno. Poi ha scoperto la masturbazione:

“In conseguenza della sua rapida crescita, del lavoro eccessivo, degli errori nella dieta e di quella pratica che sta segretamente indebolendo le costituzioni di migliaia di nostri giovani… la sua robusta corporatura si è contratta sotto l'azione della malattia. La sua spina dorsale e le ossa del torace furono notevolmente distorte; il suo corpo era molto deformato e la sua statura virile era notevolmente diminuita. "

L'hobby onanistico di Kinney lo rese fisicamente incapace di lavorare nella fattoria di famiglia. Di conseguenza, è stato costretto a "rivolgere la sua attenzione allo studio" e diventare un insegnante di matematica.

Kinney ha perseverato nell'insegnamento per 15 anni, nonostante le continue cattive condizioni di salute, fino a quando "è stato aggredito lo scorso agosto con la sua vecchia lamentela [masturbazione], accompagnata da più dei soliti sintomi di squilibrio costituzionale". La sua salute ha continuato a peggiorare ed è stato costretto ad abbandonare l'insegnamento.

Kinney morì nell'ottobre 1839 nella casa del Massachusetts del dottor Alcott, un socio di Sylvester Graham. I documenti genealogici confermano l'esistenza e la morte di Kinney, anche se le vere ragioni mediche della sua scomparsa sono sconosciute. Per quanto riguarda Graham, ha continuato la sua campagna contro malsane pulsioni sessuali, sostenendo una vita pulita, diete insipide e il cracker che porta il suo nome.

Fonte: "Avviso necrologio di AF Kinney, AM" in Graham Journal of Health and Longevity, vol. 3 n. 24, 23 novembre 1839. Il contenuto di questa pagina è © Alpha History 2016. Il contenuto non può essere ripubblicato senza la nostra espressa autorizzazione. Per ulteriori informazioni fare riferimento al nostro Condizioni d'uso or contatta Alpha History.