John Adams

John Adams (1735-1826) era un avvocato del Massachusetts, politico coloniale, delegato rivoluzionario, ambasciatore americano in Gran Bretagna, primo vice presidente degli Stati Uniti sotto Washington e suo secondo presidente.

John Adams

Adams è nato a Braintree, nel Massachusetts rurale, da una famiglia discendente da coloni puritani, Adams ha studiato ad Harvard e si è laureato come avvocato prima di iniziare la propria pratica. Nel 1764 sposò sua cugina, Abigail Smith, un'unione che si dimostrò stretta, affettuosa e duratura.

Quelli associati ad Adams lo hanno ricordato come laborioso, immancabilmente onesto e sempre pronto a esprimersi. Per gran parte della sua prima infanzia, Adams si sentì frustrato dalle distinzioni di classe. Membro della classe media, ha sperimentato barriere e discriminazione durante il suo periodo ad Harvard e come avvocato in studi privati.

Appassionato osservatore di uomini e politica, Adams si interessò ai dibattiti sulla tassazione e la rappresentanza coloniali. Alla fine di 1765, ha sollecitato un incontro nella sua città natale di Braintree per esprimere la loro opposizione al Stamp Act. Adams pubblicò anche diversi saggi che criticavano la politica britannica, il più noto dei quali era Novanglus (1775), che ha espresso obiezioni alla politica britannica in America per motivi legali e costituzionali.

Adams divenne un forte sostenitore dei diritti coloniali e dell'autogoverno. Era molto meno radicale e appassionato del suo lontano cugino, Samuel Adams, e preferiva sempre basare le sue opinioni sulle prove che aveva davanti. Ciò è stato dimostrato dalla decisione di Adams di rappresentare i soldati britannici accusati di omicidio sulla scia del massacro di Boston (1770), un caso a cui ha prestato la sua piena attenzione. L'assoluzione del capitano britannico e della maggior parte dei soldati coinvolti fu in gran parte dovuta alle rigorose indagini e al controinterrogatorio di Adams.

In seguito Adams servì come delegato al primo e al secondo congresso continentale (1774-75). Nel secondo di questi congressi, le opinioni di Adams si erano rafforzate e iniziò a fare pressioni per una dichiarazione di indipendenza americana. In seguito ha fatto parte del comitato di cinque uomini responsabile della stesura di tale dichiarazione (sebbene Adams abbia lasciato gran parte del lavoro al più talentuoso Thomas Jefferson).

Adams ha dato alcuni importanti contributi durante la guerra rivoluzionaria, servendo come legislatore, organizzatore di materiale bellico, negoziatore di pace e diplomatico straniero. Fu mandato due volte in Europa, prima per assicurarsi un'alleanza militare con i francesi e poi per cercare il sostegno finanziario degli olandesi.

Adams ha anche guidato il partito americano che ha negoziato il Trattato di Parigi (1783) e due anni dopo è stato nominato il primo ambasciatore degli Stati Uniti presso la corte reale della Gran Bretagna, un compito imbarazzante che ha negoziato bene.

Adams tornò in America in tempo per assistere alla ratifica della Costituzione, uno sviluppo che aveva sostenuto con entusiasmo da Londra. Ha servito come primo vice presidente della nazione sotto Washington, poi un mandato come secondo presidente.

Informazioni sulla citazione
Titolo: "John Adams"
Autori: Jennifer Llewellyn, Steve Thompson
Editore: Alpha History
URL: https://alphahistory.com/americanrevolution/john-adams/
Data di pubblicazione: Gennaio 27, 2015
Data di accesso: 30 Novembre 2022
Copyright: Il contenuto di questa pagina non può essere ripubblicato senza la nostra espressa autorizzazione. Per ulteriori informazioni sull'utilizzo, consultare il nostro Condizioni d'uso.