Citazioni - Crisi del francobollo

Questa pagina contiene una raccolta di citazioni della Rivoluzione americana di leader rivoluzionari, figure contemporanee e storici di spicco, relative alla crisi del Stamp Act. Queste citazioni sono state raccolte e compilate dagli autori di Alpha History. Se desideri contribuire con un preventivo interessante o utile, per favore contatta Alpha History.

"Il signor Grenville ha fortemente sollecitato non solo il potere ma il diritto del Parlamento di tassare le colonie e ha sperato in nome di Dio che nessuno osasse contestare la loro sovranità".
Edward Montague, 1764

"Questa aperta resistenza all'autorità [del Parlamento] può solo aver trovato un posto tra le persone più basse e più ignoranti".
Henry Seymour Conway, 1764

“Non devi privare le colonie del diritto di fare leggi per se stesse. Il Parlamento dovrebbe solo fare leggi necessarie per l'impero nel suo insieme ".
Thomas Hutchinson

"Non può essere positivo tassare gli americani ... Perderai più di quanto guadagni".
Thomas Hutchinson, 1765

“Lo Stamp Act imposto alle colonie dal Parlamento della Gran Bretagna è una misura sconsiderata. Il Parlamento non ha il diritto di mettere le mani nelle nostre tasche senza il nostro consenso ".
George Washington, 1765

"Nessuna parte dei domini di Sua Maestà può essere tassata senza il loro consenso."
James Otis

“Questo [introito commerciale] è il prezzo che l'America ti paga per la sua protezione ... lo Stamp Act [deve] essere abrogato assolutamente; totalmente e immediatamente. "
William Pitt

"Non mi brucerò mai le dita con una tassa di bollo americana."
William Pitt

"Pensi che se la legge sul francobollo fosse abrogata, i nordamericani sarebbero soddisfatti?"
Peter Thomas

“Piantato dalle tue cure? No! La tua oppressione li ha piantati in America ... nutriti dalla tua indulgenza? Sono cresciuti trascurandoli ... Non appena hai cominciato a prenderti cura di loro, quella cura è stata esercitata nell'inviare persone a governarli ... uomini il cui comportamento in molte occasioni ha fatto retrocedere il sangue di quei figli della libertà dentro di loro. "
Isaac Barre, deputato britannico, 1765

"Un colono non può fabbricare un bottone, un ferro di cavallo o un chiodo di garofano e qualche sprezzante ferramenta o rispettabile produttore di bottoni d'Inghilterra urla e urla dicendo che è più egregiamente maltrattato, ferito, imbrogliato e derubato dai repubblicani americani furfanti."
Boston Gazette, 1765

"Gli epiteti di genitore e figlio sono stati applicati a lungo alla Gran Bretagna e alle sue colonie, [ma] raramente vediamo qualcosa dalla tua parte dell'acqua tranne lo stile autorevole di un maestro per uno scolaretto."
George Mason, a conoscenza di inglese

“Dalla Gran Bretagna all'America: sfacciata puttana! Non sono la tua patria? Non è un titolo sufficiente per il tuo rispetto e obbedienza? "
Una satira di Benjamin Franklin

"Niente folle o tumulti ... lascia che le persone e le proprietà [anche] dei tuoi nemici più incalliti siano al sicuro!"
The Loyal Nine, 1765

"Il re è degenerato in un tiranno e perde tutti i diritti all'obbedienza dei suoi sudditi".
Attribuito a Patrick Henry, 1765