La cospirazione di Newburgh

Cospirazione di Newburgh
Alexander Hamilton, che molti credono abbia avuto un ruolo nella cospirazione di Newburgh

L'incidente di Newburgh di 1783 non era altro che una cospirazione, una serie di voci e proposte verbali, quindi si sa molto poco. Tuttavia, rivela alcune insoddisfazioni e fratture nella nuova società, in particolare le tensioni tra l'esercito e la leadership politica civile. Anche se a Newburgh non venne fuori nulla del discorso, fu un potenziale punto di svolta in cui la rivoluzione avrebbe potuto inciampare da un audace esperimento repubblicano a una dittatura militare. L'America avrebbe potuto finire con un Napoleone piuttosto che con una Washington; la pace avrebbe potuto lasciare il posto alla guerra civile; la monarchia avrebbe potuto essere ripristinata. Invece, l'ordine è stato tranquillamente ripristinato e gli obiettivi della rivoluzione sono stati ribaditi, apparentemente a causa di un discorso paterno da parte dello stesso Washington.

L'affare prende il nome da Newburgh, New York, dove furono accampati diversi reggimenti dell'esercito continentale nelle ultime settimane della guerra rivoluzionaria. Le ostilità con la Gran Bretagna erano ormai terminate, ma non era ancora stato firmato un trattato di pace formale. Questo momento di pausa e relax ha dato agli ufficiali, molti dei quali in servizio da lungo tempo, la possibilità di riflettere e discutere sul loro servizio di guerra, nonché sul sostegno che avevano ricevuto - o non ricevuto - dal Congresso continentale. Prima della promulgazione degli articoli della Confederazione, il Congresso, nel disperato tentativo di mantenere i suoi ufficiali incaricati in servizio, aveva promesso a tutti gli ufficiali in servizio una pensione vitalizia a metà stipendio. Questa misura è stata fortemente criticata in alcune assemblee statali e c'erano forti dubbi sul fatto che il Congresso avrebbe o potrebbe mantenere questa promessa. Dopo tutto, il pagamento dello stipendio degli ufficiali era diventato sempre più sporadico nel 1781-2; alcuni ufficiali non vedevano né sentivano parlare di un libro paga da mesi. Nel novembre 1782 una cricca di ufficiali, guidata dal Maggiore Generale Henry Knox, redasse una petizione al Congresso in cui si leggeva in parte: "... abbiamo sopportato tutto ciò che gli uomini possono sopportare, la nostra proprietà è spesa, le nostre risorse private sono terminate, ei nostri amici sono stanchi e disgustati dalle nostre incessanti applicazioni ... Ogni ulteriore esperimento sulla nostra pazienza può avere effetti fatali ”.

Le opinioni di uno storico:
“Dietro gli eventi di Newburgh nel marzo 1783 c'era un complotto complesso che coinvolse non solo alcuni leader dell'esercito ma anche del Congresso. La volontà di questi uomini di rischiare di spezzare il delicato legame di fiducia tra l'esercito e il popolo americano, in violazione della radicata tradizione contro il coinvolgimento militare diretto in politica, e gli avvertimenti di lunga data sui pericoli di un esercito, si è rivelata un difetto che perseguiterebbe il partito federalista per tutta la sua esistenza ".
Peter Karsten, storico

Era una chiara minaccia di ammutinamento. L'esercito continentale aveva già conosciuto ammutinamenti, in particolare nei reggimenti della Pennsylvania e del New Jersey durante il 1781-2; tuttavia, questo era tra gli ufficiali di alto rango con influenza su centinaia di uomini. Se si intensificasse, potrebbe portare a un assalto al Congresso stesso. La petizione degli ufficiali ha trovato il sostegno di alcuni individui del Congresso, principalmente quei nazionalisti che avevano a lungo sostenuto un governo centrale forte con l'autorità di tassare. Hanno visto questo incidente come un ottimo esempio di come il Congresso della Confederazione stesse fallendo ed erano pronti a "usare" la situazione degli ufficiali - anche a rischio di un colpo di stato militare - per espandere il potere del Congresso rispetto agli stati. Con l'aumentare delle tensioni, fu programmato un incontro con gli ufficiali, dove Washington fece un'apparizione a sorpresa. Ha parlato ai presenti della pericolosa situazione economica della nazione, della necessità di sostenere l'autorità politica civile e della virtù della lealtà. Con un senso di teatro si tolse anche gli occhiali, dicendo: "Signori, mi permettete di mettermi gli occhiali, perché non solo sono diventato grigio ma quasi cieco al servizio del mio paese". La leggenda narra che gli ufficiali scontenti furono conquistati dalle parole di Washington e dal suo visibile sacrificio di sé. La cospirazione di Newburgh si concluse effettivamente in quella stanza, sebbene la questione degli arretrati e delle pensioni non fu risolta per diversi anni.

Informazioni sulla citazione
Titolo: "La cospirazione di Newburgh"
Autori: Jennifer Llewellyn, Steve Thompson
Editore: Alpha History
URL: https://alphahistory.com/americanrevolution/newburgh-conspiracy/
Data di pubblicazione: Febbraio 20, 2015
Data di accesso: Dicembre 01, 2021
Copyright: Il contenuto di questa pagina non può essere ripubblicato senza la nostra espressa autorizzazione. Per ulteriori informazioni sull'utilizzo, consultare il nostro Condizioni d'uso.